Ancora botta e risposta Cicero-Tumminello su facebook

Forse ti piacerebbe leggere...

11 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    Che tristezza… La politica si fa nelle sedi opportune, a partire dal Consiglio Comunale allo scranno più alto, in Parlamento. Non su Facebook o Twitter!

  2. ANTO ha detto:

    limonate ci vogliono limonate a gogò, il potere logora, la perdita di potere, invece distrugge………. in poche parole un ci cala, a sconfitta.

  3. hermes ha detto:

    All’expo’ con i soldi di chi ? Solita storia,vanno a promuovere il territorio…Sempre il GAL?? Visto le foto che hanno pubblicato ieri sera su FB ? Bella pubblicità,complimenti…e divertitevi,non pensate a noi,vi abbiamo votato per questo.Applausi

  4. un paese finito ha detto:

    A me non interessa la diatriba, interessa però constatare che una persona che non ha capito quanto a si scrive con o senza h ha guadagnato 200 mila euro di soldi pubblici 🙁

    • Giuseppe ha detto:

      E non ha finito… Continua!
      Da componente, da presidente, da candidato perdente, da dirigente, da consulente, da super mente, da recipiente, da splendido splendente, ma veramente, non avete capito niente!

  5. Accademia della Crusca ha detto:

    Caro giovanotto, se l’abbiente signore di cui si parla avesse capito la differenza fra la terza persona singolare dell’indicativo presente del verbo avere e la a preposizione semplice, non si sarebbe buttato a capo fitto in politica, ridotta a un ricovero di personaggi senza arte né parte.

  6. aldo1 ha detto:

    Il primo insegnamento solo per passione e servzio bene…… chissà perchè però gran parte delle persone pensa di lei tutt’altra cosa nn scarichi i suoi insuccessi politici sugli altri…. ma del resto lei stesso ha dichiarato… per me fare il consigliere comunale è tutta la mia vita…. ma nn si diceva che una sinistra che nn è capace di rinnovare se stessa nn è sinistra ma destra? Ah già qui no perchè qui ricordiamelo ai lettori siamo di fronte ad un soggetto che ha fatto sì che il MONDO ci guardasse, il MONDO ci inviadiasse e che sempre il MONDO con satelliti annessi ci ascoltasse con imperscrutabile attenzione…..

    • Giuseppe ha detto:

      Il vero guaio non è stato che lui dicesse: “il mondo ci guarda”. Ognuno può dire tutte le stupidaggini che vuole. La vera tragedia è stata che tanti, troppi, ci hanno creduto!
      Ci hanno creduto nel 2002 ed ancora più creduloni ci hanno creduto nel 2007. Poi è arrivato qualcuno che ha gridato “il re è nudo”, come nella favola di Hans Christian Andersen, e tutti, finalmente, hanno aperto gli occhi e si sono accorti che il mondo non ci guardava per niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.