Ancora chiuso l’Eremo di Liccia. Incerto il suo utilizzo da parte della Forestale

Forse ti piacerebbe leggere...

6 Commenti

  1. Convenzione ha detto:

    Il sindaco non conosce la convenzione. A questo punto neanche la giunta. Mettetevi seduti una buona volta e leggetevi le carte prima di fare le soliti cretinate.

  2. Sandro Morici ha detto:

    Scusate, ma che c’entra la politica di spending review dell’Assessorato Territorio Ambiente con il Comune di Castelbuono: l’Assessorato che la smetta con tanti, tantissimi sprechi. E poi dove sta scritto che i castelbuonesi, per far piacere all’Assessorato, dovrebbero rinunciare all’uso doveroso di un loro bene? Di questo passo, con la scusa della spernding review, vorremmo togliere ai cittadini i loro legittimi servizi? Il sindaco riciccia la storia delle “competenze” del Corpo Forestale: e che c’entrano le meritorie competenze delle varie Istituzioni con l’uso dell’Eremo di Liccia, struttura architettonica di interesse culturale? Al solito l’Amministrazione comunale sembra cieca e sorda quando si tratta di valorizzare certi beni culturali che sono della comunità e ad essa vanno esclusivamente destinati: questo è scritto sulla Carta Costituzionale e non si può tergiversare.

  3. Bastiano ha detto:

    Un cittadino normale (che per normale intendo non dotato di eccelsa intelligenza ) vorrebbe capire, a proposito di spending review, oltre a questo canone di € 3.230,36 quali sono le spese che l’Assessorato sostiene per mantenere il Corpo Forestale a Castelbuono. Penso che il Sindaco prima di” mettere a disposizione” gratuitamente l’Eremo di Liccia avrà sicuramente (?????)chiesto notizie in tal senso. Che so, per esempio, quanto lavoro straordinario (?????) paga ai dipendenti al mese? Il carburante consumato è sempre per servizio? E cosi via . Capisco che un Sindaco non può “sindacare” su un Assessorato Regionale ma qualche domanda doveva porsela prima di rinunciare (come dice Sandro Morici) a un bene che non è suo ma della comunità che sta amministrando (????). Perchè non gli da ad uso gratuito uno dei suoi immobili?

  4. Francesco ha detto:

    Per Convenzione: Quelle cretinate sono state avallate anche dal TAR non so se e poco.
    Poi un bene pubblico non poteva essere il giocattolo di uno solo che ne faceva uso e guadagno. Adesso è a disposizione dell’amministrazione e della COMUNITA’ (di tutti) e se non sarà adibito a distaccamento forestale sicuramente l’amministrazione troverà un modo di renderlo fruibile a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.