Asino stramazza a terra mentre raccoglie rifiuti a Castelbuono: rabbia social per la foto

Forse ti piacerebbe leggere...

17 Commenti

  1. ciro Calì ha detto:

    Sindaco alza la tassa sulla munnizza

  2. Vincenzo Campo ha detto:

    Ogni giorno c’è sempre’ uno sparatore di falsita’.
    Sta volta è toccato Enrico Rizzi: un giovanissimo politico di Trapani!!!!!
    Io amante degli animali, questo signore che forse per attirare i voti (il classico politico per i voti fa di tutto e dopo aver spento le tv mangia la carne a sbavo con i soldi dei cittadini) ha portato danni virtuali sul mio paese.
    Da ieri sera sulla sua pagina “Enrico Rizzi” insulta il mio paese, i miei paesani e soprattutto insulta il nostro Sindaco.
    Una questione sui asinelli, postando una vecchia foto inutile di 10 anni fa e creare un grandazzo di bufala.
    Come dico sempre, prima di parlare e scrivere bisogna sempre informare.

    Auguro che il nostro Sindaco Mario Cicero lo querela in maniera pesante perche’ questo sparatore di falsita’ sta portando solo danni d’immagine al mio paese Castelbuono… e come cittadino starei per la parte civile e spero che tutti i miei paesani lo facciano pure.

    Come castelbuonese mi sento molto offeso,come pure lavoratore operatore ecologico.

  3. Utente ha detto:

    Segnalate in massa i due post a Facebook, con un buon numero di segnalazioni gli chiuderanno la pagina 🙂

    • Daniela ha detto:

      Caro signore io vivo a Castelbuon o e puzza non ne sento e feci non ne vedo perché c’è chi in ogni caso pulisce adeguatamente. Quindi non scriva tanto per scrivere.

  4. Forestiero ha detto:

    Un paese civile non merita questa vergogna , ancora con queti poveri asinelli stracarrichi e senza scarpe e poi le vedete le bardature , le casse lerce e squalcite e sudice e poi non parliamo la puzza e le feci per strada , il costo esorbitante del servizio , il mantenimento e custodia ed io pago !! Lasciateli in pace , usateli come attrazione e finiamola con questo falso mito politico . Utilizzate maccchine ecologiche cosi diminuite tutto questo personale e diminuite la tassa dei rifiuti nota dolente per i cittadini .

  5. Martino ha detto:

    Naturalmente non si può parlare in modo generico di una comunità per un episodio così,è non penso si tratti di diffamazione, ma soltanto una segnalazione fatta per il benessere degli Asini. Soprattutto non bisogna creare e suscitare odio e rabbia da ambo le parti,ma aprire la mente e ragionare.. È Giusto e doveroso approfondire la causa del malessere che ha avuto l’animale,probabilmente il caldo ha recato questo disturbo,e anche vero che in certe circostanze e con alte temperature si dovrebbe avere più sensibilità e responsabilità,e magari utilizzare le auto elettriche per la raccolta differenziata.La gente anche a Castelbuono ama gli Animali, e non penso si possa parlare di maltrattameto.

    • Vincenzo Campo ha detto:

      la foto è vecchia di 10 anni fa.
      Io ricordo questa foto, la ricordo come ieri!!!!
      Poi come vede, la strada è umida e in questi mesi non ha piovuto.
      Aprite gli occhi no?

      Gli asini non sono mai stati maltrattati, anzi li tengono con cura e grande ingene e controlli medici dove ha un bel costo.

      Perchè credere un politico di 22 anni che ha gia una bella lista di denunce e querele, l’ultima è stata molto grave: condannato per 2 mesi e 30mila euro di danni in confronti di una famiglia di un cacciatore morto che lui aveva esultato e insultato su FB quando c’è stata la notizia della sua morte.

  6. L'Osservatore Castelbuonese ha detto:

    La foto sembra sia di 10 anni fa.
    L’asino in realtà sembra fosse scivolato
    Il signor Rizzi oltre a essere noto alla giustizia per ingiurie ed offese e anche stato cacciato come Guardia Ecozoofila.

  7. F.B.I. ha detto:

    È una vergogna tutto quello che gira attorno agli asini. I rifiuti sono stati sempre il bisnes di alcuni.

  8. Ivan Schimmenti ha detto:

    È vero, dovremmo tornare indietro di migliaia di anni ma solamente per mettergli dentro il Sig.norino Enrico Rizzi, che innanzitutto non è un abitante del luogo e lo evidenzia la sua ignoranza sia in materia di raccolta differenziata che di animali, perché solo tornando indietro di millenni potrà avere contezza di cosa sappia fare un animale o meno.
    Per prima cosa dico a lui e a tutti quelli come lui che il semplice peso di un cavaliere a cavallo è di per se maggiore del peso che il “ricco” asinello portava sulle spalle, a volte anche più del doppio se non del triplo.
    A Castelbuono, i castelbuonesi e i forestieri (tranne tu di certo) facciamo la raccolta differenziata..
    Scusami se mentre parlo ti do del tu, perché non meriti questa confidenza, sai cosa vuol dire raccolta differenziata? Vuol dire ogni giorno l’immondizia che viene raccolta dai “ricchi” asinelli varia di peso e volume.. nello specifico, nella tua foto (ammesso che sia tua, ma non lo è secondo me e inoltre manco sai guardare una foto) sembrerebbe la raccolta dell’organico e quindi i giorni di maggior carico.. mettiamo che l’operatore avesse caricato l’animale di 30 sacchetti del peso abbondante di 3 kg ciascuno… fatti u cuntu ca tu ci isti a scola.
    Non voglio spiegarti invece (perché non lo capiresti essendo un forestiero) che i ricchi animali sopportano il carico per un limitato periodo di tempo in quanto poi scaricano nei punti di raccolta..
    Così come non puoi capire il perché questi animali sono “ricchi” e non poveri come pensi tu.
    Infine fatti spiegare da chi è amante di questi animali che la causa dello stramazzamento al suolo altro non è che una colica, colica che per gli equini è qualcosa di tremendo. Dimostrami il contrario se ne sei capace. E avvisa il tuo ufficio legale di prepararsi nella casistica diffamatoria perché il tuo post altro non è che questo.
    saluti affettuosi

  9. Daniela ha detto:

    Ivan bravissimo sono completamente d’accordo con te. Forse il signor Rizzi vuole un può di notorietà che probabilmente non avrebbe se non diffamando ed offendendo.

  10. Angelo ha detto:

    Ivan sono totalmente d’accordo con tè quel Signore non credo sappia cosa significhi maltrattare un animale credo invece che l’utilizzo degli asini sia un modo per preservare il loro futuro.Castelbuono non merita queste assurde accuse e questa pubblicità negativa

  11. Venere ha detto:

    Anche se è animale da soma ciò non vuol dire che debba essere sovraccaricato. A prescindere dalle polemiche!!!

  12. Antonio2 ha detto:

    Cmq, ragazzi a prescindere da questa polemica, le macchine sono state realizzate anche per supplire ai lavori sporchi, pesanti e pericolosi per l’uomo. Mi sembra assurdo tornare indietro e far sgobbare gli asini con la scusa dell’ecologia e del risparmio. L’obiettivo pubblicitario e di notorietà di Castelbuono con la trovata degli asinelli (TV, giornali,…) è stato già abbondantemente raggiunto e assolto. Si lascino in pace questi animali utilizzandoli magari per passeggiate turistiche e si sostituscano magari con piccoli furgoni elettrici, ibridi o a gas.

  13. G. Abbate ha detto:

    A parte la foto chiunque l’abbia fatta, a parte i commenti più o meno carini o semplicemente logorroici ed offensivi , non raccontateci ancora la favoletta che la raccolta porta a porta con gli asini, poveri o ricchi che siano, costa di meno dei mezzi meccanici. Asini e furgoni infatti si incrociano in continuazione con doppia spesa. Se poi vogliamo parlarne seriamente facciamolo.

  14. Daniele ha detto:

    Ascoltate cosa diceva il tal Rizzi nei confronti di un allevatore colpito dal terremoto nel 2016…

    https://m.youtube.com/watch?v=zqOrwuz7iYA

  15. Animalista vero ha detto:

    E di questo non ne parla nessuno?
    http://voxnews.info/2017/08/29/islam-1-settembre-festa-sgozzamento-saranno-migliaia-gli-animali-sacrificati-in-italia/
    Oops! Loro possono fare di tutto… Indisturbati. Guai a criticarli, vieni tacciato di xenofobia e di razzismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.