Assessore regionale Stancheris: “Non ci sono soldi per gli eventi estivi in Sicilia”

9 Commenti

  1. utente ha detto:

    si taglia sugli eventi estivi e quindi sul turismo che in sicilia è una risorsa vitale, si taglia sulla sanità, si taglia sui lavori pubblici,sulle manutenzioni, sulla scuola, sulle pensioni, si taglia su tutto perchè non ci sono soldi in cassa.

    ma allora a cosa servono i soldi delle nostre tasse?

    • Politico ha detto:

      A pagare i nostri super stipendi..
      Che domanda…!!

      • controcorrente ha detto:

        Non solo, ma ricorda che un solo dirigente della regione prende 500.000 euto all’anno, oltre ada vere a disposizione macchina e autista- Guarda anche vicino a noi !!!!

  2. Antonio ha detto:

    Il sindaco ch e l’ha votata e “fatta” votare lo sapeva ?

  3. infiorata fiorona ha detto:

    ma com’è che Johhhnny trova sempre i soldi per l’infiorata? avrà un’autostrada privilegiata lastricata di fiorellini… viva la cultura

  4. Dalle stelle alle stalle del jazz ha detto:

    Scusate ma tutto questo significa che quest’anno per la prima volta dopo la caduta di Sarajevo avremo un’estate senza Butera & friends?

  5. osservatore@libero.it ha detto:

    Come si usa dire”arrivammi o funni..”e l’ora di vedere quanto i privati sono capaci di investire sulla cultura che fa turismo…..in ogni caso siamo nelle mani dei grandi incompetenti ..e mancia pane a tradimento ..bravo Crocetta bravo..veramente bravo…bravo pd..bravi ..5 stelle ..bravi quelli di destra

  6. Fubbu ha detto:

    Dico allora Jonny assessore alla cultura e spettacolo e risolviamo il problema

  7. MoVimento 5 Stelle Castelbuono ha detto:

    Spettacolo in Sicilia, salta l’estate regionale. Il duro attacco del M5s all’Ars, a seguito delle dichiarazioni della Stancheris

    L’assessorato al Turismo, sport e spettacolo non ha il budget sufficiente per coprire gli impegni presi; nessuna manifestazione estiva sarà finanziata dalla regione. Il bando, emesso meno di sei mesi fa dallo stesso assessorato con circolare n. 928, oggi è stato annullato. Sono oltre 900 i soggetti, in tutta la Sicilia, soprattutto comuni e associazioni culturali, che speravano di ottenere un contributo per realizzare eventi di spettacolo per l’estate.

    “L’assessore prenda atto della sua inefficienza, – affermano le due parlamentari Cinquestelle Valentina Zafarana e Gianina Cancio – non essendo stata in grado di difendere quelle poche, ma vitali, risorse rimaste. Sorprende, inoltre, la tempistica delle sue dichiarazioni, proprio all’indomani delle elezioni europee”.

    Arriva pronta la denuncia delle associazioni: “Per partecipare al bando – afferma Mario Gulisano, operatore del settore – abbiamo lavorato mesi per redigere progetti, convocare riunioni, predisporre preventivi, piano dei costi, pubblicità e promozioneOvviamente, abbiamo impiegato risorse per esperticonsulenti, operatori, artisti, agenzie di spettacolo, sperando di poter ottenere un cofinanziamento per il cartellone estivo di comuni, spesso piccoli centri periferici, che in estate sopravvivono di indotto turistico e che legano il loro nome a manifestazioni pluriennali che richiamano turismo”.

    Le due parlamentari, a questo punto, mettono in dubbio la stessa utilità di un assessorato diretto con tale superficialità: “A chi giova un apparato che non è in grado di gestire la cultura in Sicilia, e che non riesce a farla diventare volano dell’economia isolana?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.