Caccia al petrolio anche nelle Madonie

Forse ti piacerebbe leggere...

14 Commenti

  1. Guy Fawkes ha detto:

    Questa è la politica di Matteo Renzi! Colui che in campagna elettorale diceva “Con noi più del 50% di energia dalle fonti rinnovabili” e intanto viene a “spurtusare” in Sicilia! Complimenti a chi lo sostiene ancora! Spero che saranno contenti dei risultati.

    • Pino ha detto:

      peraltro il sito è stato già oggetto di nteresse negli anni sessanta e settanta, anche perchè ci sono affioramenti spontanei storici (vedasi Madonna dell’Olio)
      ora che la tecnologia di coltivazione dei giacimenti è enormente migliorate, e il prezzo del petrolio giustifica costi più alti, perchè dire NO A PRIORI?

      E’ l’Italia del NO A TUTTO!

  2. Pino ha detto:

    Caro Guy,

    Lei si muove in auto o con il somaro?
    perchè, vede, 3kw di corrente e la macchina con il serbatoio pieno, e la vespa anche, e l’aereo e la nave…funzionano a combustibili FOSSILI.

    lo sfruttamento dei giacimenti è una fonte di proventi e risorse per la Nazione e non si può e deve piegare ai diktat ideologici.
    altrimenti rinunciamo in toto al nostro stile di vita, e occhio e che fa buio presto per ora.

    discutiamone, ma senza pregiudizi ideoligici.

  3. Guy Fawkes ha detto:

    Caro signor Plinio io mi muovo a piedi, con la mia bicicletta o con l’auto ELETTRICA! Ho una casa auto sufficiente energeticamente, e a basso impatto ambientale. Lei è solo un cieco che non vede come a livello mondiale la sete di petrolio (e non solo) hanno portato il mondo alla rovina! Le soluzioni ci sono per fare a meno del petrolio, sono solo le persone come lei i quali si interessano solo delle proprie comodità e all’interesse dei poteri forti che il governo attualmente in carica, ad essere il male per questo pianeta! Ma stia tranquillo la vostra era è terminata! Questo pianeta che avete contribuito a bucare per la vostra sete di oro nero si vendicherà (come già sta facendo). Se vogliamo provare a salvare questo pianeta quelli che la pensano come voi non vanno ascoltati più! Le sue parole sono aberranti! Possono solo provenire da chi ha interessi a tutto ciò! Perché questa è una causa INDIFENDIBILE!!!

    • Pino ha detto:

      Caro sig.Guy,

      i suoi toni, prima di tutto, li trovo fuori luogo.
      Non mi pare di averla insultata o di aver fatto apprezzamenti sulla sua persona.

      ora se vogliamo ragionare, sono disponibile.se Lei intende usare questo blog per deliri ideologici, lasci perdere.

      ora, visto che lei dichiara di avere l’auto elettrica, e a castelbuono non mi risultano ne girino, le chiedo:
      MA la sua auto dove e come la carica?
      perchè il combustibile fossile non brucerà entro i cilindri ma in una centrale elettrica.
      si sposta solo il luogo delle emissioni.
      poi una cosa che nessuno dice…i cicli di vita delle batterie della sua auto elettrica, lo sa che impatto ambientale hanno? quanto CO2 “costa” produrre la batteria e caricarla?

      Visto che lei pare abbia studiato, magari farà riferimento al picco di Hubbert.
      Bene, sappia che non abbiamo mai avuto riserve conosciute come in questo momento.perchè è migliorata la tecnologia.

      Per cui, ritengo che sfruttare i giacimenti sia giusto, debba essere ridotta la dipendenza dalle importazioni e con i soldi ricavati si può per esempio incidere sul debito.

      sulla sua casa presunta energeticamente indipendente, glisso. perchè se la fa analizzare seriamente, sa bene che non è così.

      poi io mi chiamo semplicemente Giuseppe, abbreviato Pino, non Plinio che era (o meglio erano) dei naturalisti di epoca romana, anzi uno pare sia morto con l’eruzione del vesuvio.
      mi occupo anche di certificazione energetica, tra l’altro, e le confesso che la competenza tecnica non si matura legendo riviste di divulgazione.

    • Pino ha detto:

      PS l’autosufficienza energetica è quello che mi fa più ridere. non ha contratto con fornitore di corrente elettrica?nè con gas metano? cucina con il carbone? e da dove viene il carbone, lo fa al bosco?

      saluti guy

  4. Guy Fawkes ha detto:

    1) Non sono di Castelbuono (originario)
    2) La mia auto è una Nissa Leaf e me la carico a casa o dove trovo una presa di corrente disponibile
    3) La mia casa è stata costruita con sistemi e sistema architettonico che ne impedisce la dispersione termica. Ho sistemi fotovoltaici e pannelli solari, tutto monitorato grazie a un sistema di controllo elettronico. Cucino, mi lavo e mi riscaldo senza aver bisogno del petrolio da tanto lei amato.

    E per la mia identità basta fare una ricerca su internet…

    “Io sono il frutto di quello che mi è stato fatto. È il principio fondamentale dell’universo: a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria” V.

    • tu vo fari u mericanu ha detto:

      Lei e´di nuova iork vero ?
      Su o in INTERnet non trovo nessuna Nissa Leaf, forse intendeva Nissan Leaf?

    • Vincenzo ha detto:

      La corrente con la quale ricarica la sua auto è prodotta con il petrolio o addirittura dalle centrali nucleari della vicina Svizzera o della Francia che acquistiamo a caro prezzo proprio perché non abbiamo voluto il nucleare in Italia. Ma mi faccia il piacere…

      • Guy Fawkes ha detto:

        Si! “Tu vo fari u miricanu”! Nissan Leaf!

        Sig. Vincenzo ma sa leggere? Io maggiormente la carico da casa dove l’energia me la produco io, a casa! ENon mi importa nulla dell’energia di vaporiere alimentate da uranio radioattivo di cui poi le scorie se le deve piangere il pianeta! Ma se ci tenete tanto ospiatevele vicino casa, di che ci siete! Buona vita (?) a tutti!

        • Vincenzo ha detto:

          Tanto di cappello alle fonti rinnovabili di energia che permettono di diminuire, e sottolineo diminuire, la dipendenza dal petrolio, ma ahimè (anzi ahinoi) non potranno mai sostituirlo. Il sole, purtroppo, brilla solo di giorno e di notte i suoi bravi pannelli solari non producono. Se si alza di notte per andare in bagno ed accende la luce, consuma energia prodotta da fonti non rinnovabili. Il vento, purtroppo, sulle graziose pale eoliche non soffia tutti i giorni … e potrei continuare all’infinito. Ben vengano le fonti rinnovabili, ma le ha spiegato il rivenditore che le ha installato i pannelli fotovoltaici sul suo tetto quanta CO2 è stata immessa in atmosfera per produrre l’enorme quantità di energia elettrica necessaria per “drogare” il silicio con il quale sono realizzate le celle fotovoltaiche? E quanti anni dovranno “lavorare” gli stessi pannelli per risparmiare alla nostra povera atmosfera quella quantità di CO2 che è stata immessa per produrli? Concludo, ripetendo ancora una volta, ben vengano le rinnovabili, purtroppo non potranno mai sostituire il dannato petrolio, ma solo aiutarci a consumarne di meno. Bellissimo il suo sogno, Signor Gui. Non ce l’abbia con me, purtroppo sono solo un po’ più realista.

        • Vincenzo ha detto:

          So leggere, so leggere specialmente il suo “non mi importa nulla dell’energia di vaporiere alimentate da uranio radioattivo” che la dice lunga sul suo reale interesse per il bene del pianeta. A Lei sembra che interessi solo sventolare la bandiera dell’ideologia ecologista con i paraocchi. A me invece interessa molto il trattamento delle scorie radioattive, perché nostro malgrado, l’unico futuro delle risorse energetiche sta proprio nel nucleare. Certamente non quello delle tradizionali e pericolosissime centrali, ma il nucleare è l’unica alternativa al petrolio (naturalmente mi riferisco alla fusione, non alla fissione). C’è chi ci ha pensato prima di noi: quando il Buon Dio creò il mondo e la terra, affidò l’energia necessaria allo sviluppo della vita su di essa proprio al nucleare. Infatti il sole (come le altre stelle) brilla grazie ad un processo di fusione nucleare. Ci pensi

          • Guy Fawkes ha detto:

            Ma il buon dio ha anche pensato a porre la sua fonte di energia anche a debita distanza (ci pensi)! Ma se il futuro è rappresentato da persone che la pensano come voi, si capisce perché siamo a questo punto!Pertanto….buona (fine) vita!

    • Antonio ha detto:

      il giorno che piove o è nuvolo ridiamo

      magari si trovassero giacimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.