Castelbuono, ancora troppa gente in giro per le strade, il Comune invia messaggio telefonico

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. #iorestoacasa ha detto:

    Qualcuno ha letto una lettera aperta del sindaco ai cittadini su questa emergenza?
    Io no.
    In compenso nelle ultime settimane ha scritto inconcludenti lettere contro tutti e per ogni sciocchezza possibile.
    E se fosse candidato a qualcosa avrebbe inondato perfino le case disabitate di lettere e volantini.

  2. Castelbuono lettere aperte ha detto:

    Una letterina aperta per la Cassanisa chiusa????

  3. Cuccia Cristian ha detto:

    Ragazzi ce poco da scherzare lettera o non lettera dobbiamo stare a casa ne va della nostra salute di quella dei nostri cari del nostro futuro e del futuro dei nostri figli ce poco da polemizzare per adesso lasciamo la politica e tutto il.contorno in sospeso avremo e avranno modo di dare conto e risposte io se potessi non andrei a lavoro visto che dobbiamo dividerci un furgone di 1 metro da sportello a sportello in due persone ma aime’ il lavoro e pane quindi chi ha possibilità di restarsene a casa lo faccia tanto in paese non c’è niente da vedere e da fare TUTTO ANDRÀ BENE RESTATE A CASA

  4. Massimo Genchi ha detto:

    Cristian, un grande abbraccio. Sono fiero della tua umanità e maturità. Incrociamo le dita.

  5. Daniele ha detto:

    Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che nonostante il gravissimo momento e le restrizioni che si fanno più restrittive continuano a garantire servizi a tutti i cittadini sia a livello comunale che regionale fino a livello nazionale.

    Grazie a tutti i commercianti dagli alimentari ai panifici fino ai supermercati per mettersi a disposizione anche con servizio di consegna a domicilio.

    Grazie a tutte le forze dell’ordine che anche mettendo a repentaglio la loro vita continuano a servire lo Stato.

    Infine grazie a tutti i medici, infermieri gli operatori socio sanitari presenti sia negli ospedali che nelle case di cura per anziani.

    Grazie di cuore ai nostri concittadini che al momenti si trovano nel cuore del contagio, sappiate che siete l’orgoglio di Castelbuono e dei castelbuonesi.

    Oggi di fronte alla notizia della Pandemia, in clima surreale da film scopriamo sempre più che i veri eroi non indossano un’armatura o un costume da supereroe ma una divisa, che sia da medico, infermiere, carabiniere o operatore ecologico.

    Pertanto il minimo che possiamo fare è collaborare restando comodamente a casa e ricordando che “la guerra” la stanno combattendo la fuori i nostri “soldati”.

    Con immensa stima

    Un cittadino castelbuonese

  6. Mario ha detto:

    Fare polemica politica è da sconsiderati, bisogna stare a casa e basta. Una diffusione tipo Lombardia da noi avrebbe conseguenze a dir poco catastrofiche. Chi ha voglia di fare accuse politiche e strumentalizzazioni o battute sarcastiche non ha ancora capito nulla.

  7. Vincenzo ha detto:

    Ciao a tutti, vorrei anch’io dire la mia:
    Al netto delle sterili polemiche, che non portano a nulla, e unendomi anche io alla solidarietà per tutti coloro che devono lavorare per forza e a quelli che per forza DOBBIAMO stare a casa ( chi con l’attività ferma ,chi non può andare al lavoro e chi doveva iniziare in questi giorni (vedi settore turistico).
    E va be’ dobbiamo fare il sacrificio facciamolo!
    Ma vorrei sapere una cosa è proprio necessario tenere aperto alcuni negozi anche dopo l’ordinanza diramata ieri?
    È necessario per alcuni lallaroni andarsi a piazzare in Piazzetta.
    Dobbiamo per forza vedere il santo per credere miracolo?
    Vincenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.