Castelbuono: cresce il malumore di cittadini e commercianti dopo la chiusura del centro storico. Chiesta assemblea pubblica

13 Commenti

  1. Castiddrabunisazza tinta ha detto:

    niè… stì nemici da cuntintizza si stanno moltiplicando a dismisura… sono il nuovo virus a Castelbuono. Temibilissimo e pericolosissimo. Eppure nelle intenzioni di questa amministrazione la chiusura doveva servire a incentivare proprio il commercio. Questo perchè le decisioni importanti per la cittadinanza non vengono concertate in tavoli tecnici permanenti a cui siedono rappresentanti di tutte le forze sociali. Le imposizioni dall’altro non pagano. Mai

  2. Saahn Taahn Nuuutzahh ha detto:

    AAA Castelbuonesi cercasi che sono d’accordo con l’operato del sindaco. Astenersi perditempo e fan sfegatati dell’amministrazione. Lauta ricompensa, mascherine a teccà pigliatilli.
    Telefonare 610. Le prime 10 telefonate vincono il premio amicu da cuntintizza e saranno premiate dalla giunta in pompa magna in occasione dei saluti del sindaco agli alunni di Castelbuono.
    Scusa Ameri, scusa Ameri: mi dicono che i saluti non ci saranno quindi la premiazione sarà rimandata alle calende greche, come ormai prassi.

  3. Giuseppe ha detto:

    Tolti i bar e i ristoranti restano 20 commercianti più o meno…a godere della zona pedonale sono i restanti 8800+turisti… Bravo sindaco,avanti così !

    • pedonalato ha detto:

      Esistono anche i residenti che non sono pochi…ad ogni modo, la zona pedonale mettiamola anche sotto casa tua…così godiamo ancora di più! Come dicono a Oxford, è bello fare gli omosessuali con il culo degli altri.

      • Giuseppe ha detto:

        La zona pedonale è sotto casa mia e non mi metto a fare i capricci come un bambino solo perchè devo fare 50 metri a piedi… Credo che il problema più grande sia che a Castelbuono anche per spostamenti minimi si usi sempre la macchina, una bruttissima abitudine a mio parere.. Giusto avere una zona pedonale, dipendesse da me l’avrei anche estesa.

        • Pino ha detto:

          C’è gente che non ha la fortuna di potersi fare tutte le passeggiatine che fa lei…fra i residenti ci sono anziani, invalidi, famiglie con bambini piccoli… bisognerebbe pensare a tutti prima di parlare.

  4. la Tavolinite ha detto:

    deve apparare tutta la piazza e NATURALMENTE piazza castello di tavulinaaa e anche il viale dietro al castello !!!!!!!!!!!!!!!!!!
    E’ malatu di tavulina

  5. Legalità ha detto:

    In questi mesi mi sono volontariamente imposto di aiutare i commercianti del centro storico, cosi ho fatto la spesa na putia, dove non si è fatta la coda dei grandi supermercati, dove questo piccolo gesto ha contribuito alla loro fatica di tenere aperti i loro negozietti. quindi chiudere il centro solo per sentirsi capitale del mondo quando il mondo ancora ruota sul proprio asse è una pena per i commercianti che sopravvivono a mala pena. Spero in altri 5 anni questo è cio che si merita questa comunità.
    Spero che al posto delle fontanelle nasca u cammaruni cosi da non posteggiare i tavolini nei parcheggi delle auto.
    Spero in una nuova promessa di parcheggi o rusari.
    Spero in un taglio netto degli alberi o parcu di rimembranzi.
    e via dicendo………….chissa se alle prossime elezioni magari anche l’opposizione si ritrovi in lista con lui.

  6. Incazzati ha detto:

    Ogni popolo ha il governo che merita, tolti questi 20 commercianti che pagano le tasse e mantengono i politici e quelli come te, a breve passerete in piazza con 2 commercianti e le vetrine tutte spente, bravi continuate così ignoranti amici da cuntittizza

  7. Provvidenza ha detto:

    Intanto un po’ di chiarezza in più con questi segnali e semafori, io non ho ancora capito niente, parlo da residente con con grande difficoltà a raggiungere casa per non parlare dei divieti di parcheggio, mettono solo divieto senza pensare ai residenti, in un momento di emergenza dove ci sono lavori nel viale San Paolo noi di quelle zone dove parcheggiamo? Camminano solo per fare multe.

  8. Giuseppe ha detto:

    Amico mio, io mi mantengo lavorando e non con le tasse che tu e gli altri commercianti pagate. Acquisto alla Benetton,da Puccia,dalla signora Rita Marguglio,da Gianni Guarcello,da Garofalo,da Minutella e da Pitingaro. Bevo il caffè al Don Jon, da Fiasconaro e al Cin Cin. Acquisto dolci da Pinsino e da Cammarata,compro il gelato in piazza Margherita. Faccio tutto questo senza la macchina,posteggio a S.Francesco o al piano matrice e a volte anche in via Isnello o via Geraci. Posso contribuire ad aiutare i commercianti del mio paese (che mi hanno visto crescere) senza dover per forza utilizzare l’auto. Sareste più felici di avere il corso di Castelbuono trasformato in via Cefalù??? (Zona di nessuno,non si vede mai 1 vigile casualmente..) Godiamoci il corso di Castelbuono a piedi, la priorità non sono i parcheggi.

  9. Giuseppe ha detto:

    Signor Pino, ho semplicemente espresso la mia opinione di Castelbuonese e di persone che forse ha girato il mondo un pò più di lei.Vede Sign.Pino in ogni realtà europea ci sono le isole pedonali al fine di migliorare la qualità della vita di tutte le persone…ma a quanto pare a Castelbuono la cosa più importante sono sempre stati e saranno sempre i parcheggi, e vabbè, me ne farò una ragione. Per quanto riguarda quello che ha scritto non mi trova d’accordo in quanto io lavoro 50 ore la settimana quando mi va bene e non ho tutti questi momenti per passeggiare come lei pensa ma non nego che 1/2 volte la settimana la passata me la faccio volentieri anche con i miei bambini che possono giocare liberi senza il rischio di venire schiacciati da qualche macchina. Per quanto riguarda i disabili loro hanno un Pass che li esenta dalla zona pedonale, ed è giusto così. Per quanto riguarda gli anziani non ho mai sentito un medico dire che camminare gli faccia male,anzi il contrario..( mio padre 70 e mia mamma 65 e abitano in pieno centro storico ). Per quanto riguarda le famiglie con bambini esistono i passeggini (che io ho utilizzato per i miei figli fino a poco tempo fa). Certo sarebbe bellissimo poter arrivare sotto casa in macchina e magari poterla lasciare parcheggiata senza dover pagare la tariffa stabilita dal comune, magari la potrei lasciare anche un mese ferma sul corso…Lei dice che dovrei pensare a tutti ma a tutti non ci pensa mai nessuno, si pensa sempre al benessere della cittadinanza o alla maggioranza dei cittadini. E se posso permettermi di darle un consiglio : sa facissi na passiata ca ci fa beni .

    • Pino ha detto:

      Gentile Sig. Giuseppe, nessuno vuole negare l’isola pedonale, lei evidentemente non ha letto con attenzione. La “passiata”, quantomeno quella serale, è un qualcosa che fa parte di Castelbuono. E il malumore non è neppure dovuto alla mancanza di posteggi, mancano in buona parte del paese. Forse qualcuno come me non capisce il senso (lei è più illuminato) degli orari di chiusura, dalle 9,30 alle 3,00 (ma quanti ami a passiari?).
      Se lei è castelbuonese e abita in prossimità del centro storico dovrebbe sapere che nei giorni feriali, mese di giugno compreso, non c’è nessuno che passeggia, la poca gente in giro si “infila” direttamente nei bar. Non vedo neppure frotte di turisti (nemmeno negli anni passati); Castelbuono non è Taormina e non lo sarà mai e se lei ha viaggiato come dice dovrebbe saperlo. Considerando, quindi, che non sono scelte fatte per i turisti, ho come l’impressione che si voglia che il castelbuonese medio faccia tutto il giorno, e anche la notte, passiari e viviri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.