Castelbuono, denuncia delle opposizioni “affidamenti irrituali per la tensostruttura

10 Commenti

  1. sannio ha detto:

    Mi ricordo quando nel 2008 la lancia k del comune camminava con le gomme lisce, facciamo un’interrogazione al consiglio

  2. disgustato ha detto:

    Tutto quello di buono che si fa a Castelbuono senza il marchio di fabbrica del padrone deve essere demolito. Che schifo! non se ne può più di tutto questo fango.

  3. Giuseppe ha detto:

    L’opposizone-maggioranza ha davvero esaurito gli argomenti. Ben altri sono i problemi di Castelbuono. Se continuano su questa strada, finirà che l’amministrazione tirerà fuori dagli armadi del comune altri scheletri, come quello della rinegoziazione dei mutui, tanto criticata per poi scoprire che loro in precedenza avevano fatto di peggio. Finirà come tutte le altre volte: un boomerang che li danneggerà ulteriormente. Aspettare per credere, non sono un oracolo e nemmeno una Cassandra!

  4. Robin Hood ha detto:

    Io dico: facciamoli friggere nel loro olio e bollire nel loro brodo. Sindaco e amministratori non vi curate di questa opposizione, ma guardate e andate avanti. Ci sono cose più importanti che meritano attenzione.
    P.S. Ma forse si è rotto l’idillio: ieri sera per due o forse tre volte il presidente l’ha richiamata. Ma poi se ha tanta voglia di parlare perché non ci mette la faccia e fa un intervento?

  5. Will Scarlett ha detto:

    robin di chi parli???’

  6. Altri 20 anni ha detto:

    Che fà vi siete dimenticati quando si ballava nei capannoni della zona industriale in contrada piano Marchese senza agibilità e i consiglieri di allora tra cui Tumminello aveva fatto un interrogazione in consiglio.? Cosa rispose il Sindaco io ero presente a quel consiglio comunale e mi ricordo.

  7. anto ha detto:

    sono questi i problemi del paese e quannu paasiavano i schecchi o parcu di rimembranzi

  8. un paese finito ha detto:

    Guardando il dibattito da fuori dico che ormai Castelbuono è un paese finito. Solo cattiverie, gelosie. A dimenticavo, me ne sono andato proprio perchè durante le vecchie amministrazioni c’erano professionisti che lavoravano sempre e professionisti a cui non veniva affidato nulla anche se avevano le carte in regola. Probabilmente oggi è ancora così, ma la cosa più scandalosa è che l’economia locale si regge solo attraverso la conoscenza politica, di destra e sinistra che sia. Anzi, durante le amministrazioni PD la cosa era ancora più accentuata, venivano decise anche le assunzioni in ospedali, ATO, alberghi, ecc…

    • Giuseppe ha detto:

      Parole sante! Era proprio così. E aggiungersi pure assunzione di operai in ditte che eseguivano opere pubbliche. Solo che nessuno si lamentava, presentava interrogazioni in Consiglio Comunale o scriveva lettere alla Procura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.