Castelbuono, il TAR di Palermo accoglie il ricorso e annulla l’ordinanza sindacale impositiva di test sierologici e\o tamponi a carico di commercianti e corrieri

Forse ti piacerebbe leggere...

10 Commenti

  1. Illustrato ha detto:

    Adesso il Sindaco provvederà a fare una delibera per pagare le spese di questa controversia a discapito dei Castelbuonesi!! Però la delibera l’ha fatta lui di sua testa e adesso pagano i Castelbuonesi, i quali hanno già pagato i Centri analisi per sottoporsi al tampone imposto!!!!
    Se la monarchia é finita quasi un secolo fa……… a Castelbuono la dittatura vige da un ventennio………

    • Giuseppe ha detto:

      a parte che credo si trincererà dietro al fatto che la delibera in questione è stata sostituita, non resta a tutti coloro i quali hanno conservato le fatture/scontrini dei tamponi di raccoglierli, coordinandosi, e far scrivere una nota al sig.Sindaco pro Tempore di conciliazione bonaria, ciascuno esigendo il quid pagato, con iban per il rimborso, trasmettendole p.c. alla prefettura di Palermo, ed informando con nota preventiva la corte dei conti. La motivazione della richiesta risiede nella sentenza del TAR.
      Ovviamente le ignorerà, rifiutando la conciliazione amichevole.
      A quel punto class action in sede civile per il recupero del dovuto. Ci vorranno un po’ di anni ma i soldi arriveranno penso. Dalle casse del Comune in cui speranzosamente siederà un altro un po’ più edotto in termini di poteri derivanti dal TUEL. L’attivazione della corte dei conti sarà conseguente per la spesa causata dal sindaco, con recupero delle somme dallo stesso forse. A meno che la corte dei conti archivi.

  2. Mimmo Cicero ha detto:

    Congratulandomi con l’amico Gianfranco Raimondo per il risultato raggiunto, chiedo se il nostro primo cittadino anche questa volta parlerà di iter corretto della giustizia? O se sarà il solito complotto dei nemici da cuntintizza? La storia giudicherà…

  3. Enzo Biundo ha detto:

    Ora le spese processuali chi li paga???
    I cittadini Castelbuonesi…
    ci ritroveremo con un debito fuori bilancio che purtroppo graverà sulle tasche dei castelbuonesi grazie a un sindaco ( inquilino pro tempore ) arrogante e superficiale.
    Se fosse una persona giudiziosa e seria dovrebbe fare “mea culpa” e pagare di tasca sua tutto ciò che ha generato questo ricorso al TAR.

  4. oravengoemispiego ha detto:

    Abuso di poteri e di competenze che non possiede, palese violazione della privacy , imposizione di una misura che solo la superiore autorità sanitaria potrebbe imporre( forse), mancata indicazione di un termine temporale…
    L’ordinanza oggetto di ricorso è stata dichiarata illegittima e anticostituzionale dal TAR e il Sindaco dovrà provvedere all’ annullamento, non basta la revoca… Il bello è che, appena saputo del ricorso dei commercianti, l’aveva ribadita modificandola!
    Ma io mi chiedo: com’è possibile che nessuno degli addetti ai lavori gli abbia sconsigliato di emanarla, se anche chi non è un esperto di diritto
    capiva subito che non aveva basi giuridiche!
    E il segretario comunale? Un avvocato consulente?
    Se un Sindaco non conosce il diritto ( non è obbligato, ma sarebbe auspicabile) , chieda un parere prima di decidere o agire in modo arbitrario . A chi è competente, certamente.

  5. Cuesto sindaco ha sempre ragione ha detto:

    La delibera è quasi pronta. E’ forse per pagare le spese che ha messo in vendita la bmw?
    E mi raccomando votatelo di nuovo l’anno prossimo. L’uomo della Provvidenza.

  6. Giuseppe ha detto:

    se la somma dei tamponi come costo è entro le due-tremila euro dal punto di vista legale, e politico, gli converrebbe conciliare pagando di tasca sua mio parere strettamente tecnico

  7. Nemico della cuntittizza ha detto:

    Pagaremo anche la parcella dell’avvocato che lo ha difeso sarei curioso

  8. La verità ha detto:

    Illegittimo chiudere il mercato illegittimo privare la libertà della persona illegittimo cercare i tamponi ai commercianti e mandare i controllori senza tamponi a controllare i commercianti, illegittimo cercare i commercianti e non i dipendenti del comune. Riguardo la BMW conviene che vende pure la Jeep arrivera il giorno del giudizio

  9. smemoranda ha detto:

    Il sindaco o chi per lui si è premurato di pubblicare la sentenza del TAR sulla pagina feisbuc del comune o stavolta se l’è scordato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.