Cefalù, incastrati dal Dna i rapinatori di una coppia

Cefalù, incastrati dal Dna i rapinatori di una coppia
Durante la rapina a una coppia di persone anziane, nelle campagne di Cefalù, fumavano e si muovevano con disinvoltura. Dalle tracce trovate sui mozziconi di sigarette e dalle impronte lasciate in giro sono stati estratti con la prova del Dna i profili genetici degli aggressori che sono stati ora arrestati dai carabinieri. In carcere sono finiti Alessandro Vitrano di 26 anni, G. V. di 38 e una ragazza, J. B., di 23.
Il gruppo aveva fatto irruzione nell’ogttobre 2012 in una casa in campagna. Aveva prelevato i soldi custoditi in un cassetto e prima di andare via aveva sottratto i cellulari alle vittime per impedire loro di avvertire i carabinieri.
Le tracce prelevate durante le indagini sono state esaminate dal Ris di Messina e così è stato possibile risalire all’identità genetica dei rapinatori.
I carabinieri hanno arrestato anche Giuseppe Savoca, 41 anni, che aveva utilizzato i telefoni della coppia rapinata.
Iscriviti per seguire i commenti
Notificami

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
Cosa ne pensi? Commenta!x