Centro recupero pazienti Covid a Castelbuono, mistero sul piano dell’assessorato

Forse ti piacerebbe leggere...

8 Commenti

  1. Margot ha detto:

    Suli chissi nna manca

  2. Angelo ha detto:

    Dovremmo diventare “zona rossa” anche noi…. Al posto di migliorare si peggiora….

  3. A brevi manu de visu ha detto:

    E’ un’occasione storica per dare visibilità alle visiere

  4. 5 mila visiere ha detto:

    Musumeci saputo dei bar e delle visiere del sistema paese ha pensato di renderli utili

  5. struttura ha detto:

    Ma quale struttura vorrebbero utilizzare? non mi sembra ci siano luoghi idonei per creare centri di degenza o ignoriamo qualche realtà sconosciuta? Se pensano al Milocca, bisognerebbe informarli delle condizioni in cui versa la struttura…

  6. U Re nudi è ha detto:

    Ma nessuno sa come pensa A LICCIA LI PORTIAMO ALL’EREMO DI LICCIA.

  7. no, io... ha detto:

    è un occasione di turismo anche questa. per ogni infetto almeno un familiare che gli porta il cambio o una porzione di pasta al forno non c’è.. e via così che poi la sera mangiano in paese e tutto il resto. “oh GNEGNI!”

  8. Cittadino ha detto:

    Ma la curia, che qui fa capo al vescovo, anziché mettere a disposizione gli immobili di Castelbuono perché non proponeva quelli di Cefalù? Complimenti davvero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.