Chiusura del punto nascite di Cefalù, il TAR respinge la richiesta di sospensiva

Forse ti piacerebbe leggere...

2 Commenti

  1. utente ha detto:

    come volevasi dimostrare!
    e meno male che i politici locali si sono mobilitati vantando amicizie nelle alte sfere.
    Se non ricordo male anche qualche beniamino locale tempo fà annunciava colloqui con ministri e sottosegretari dei quali però mai nulla si seppe.
    Siamo buoni solo a pagare le spropositate tasse che ci impongono
    Sono buoni solo a far promesse da marinaio che sanno di beffa
    e questo non solo a roma ma anche a Castelbuono

  2. bastiano ha detto:

    Fino all’ultimo istante bisogna essere speranzosi che il Centro nascite di Cefalù non chiuda, anche se, a questo punto,la vedo dura. Chi decide spesso non ragiona. Loro vivono in altre realtà. Pensate che il ministro Lorenzin, che dovrà partorire a breve, avrà problemi per raggiungere l’ospedale o la clinica privata ? Affatto. Per il cittadino “normale” invece è diverso. Se da San Mauro o Pollina o Castelbuono sarà costretto a recarsi a Termini Imerese, con i disagi che il percorso evidenzia, cosa può interessare all’Onorevole Ministro. E allora o bisogna rassegnarsi oppure il Comitato per il Centro Nascite, che tanto si è speso e a cui va il ringraziamento di tutti i cittadini del comprensorio, dia il via, per ogni Comune,alla raccolta dei certificati elettorali da mandare in plico con tanti VAFFA alla signora Ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.