Collaborazioni carnevalesche tra Castelbuono Geraci e Isnello

Forse ti piacerebbe leggere...

11 Commenti

  1. Jack Cayenna ha detto:

    Cicero = Contaminazione da sempre, figuriamoci se non lo esportava anche al carnevale. Tra l’altro le tradizioni in termini di carri di Geraci e Isnello (con tutto il rispetto per i paesi) sono da far impallidire Termini, Sciacca, ma anche Viareggio e via discorrendo! Oh Merica!
    … E fino a quanni unn’addiventa contaminazione batterica o virale o …, è nenti!

  2. Vai avanti tu che a me vien da ridere ha detto:

    “Carnevale delle contaminazioni Madonite”. Siamo alle barzellette.

  3. Peppenappa ha detto:

    Gli uomini che lavorano per il territorio (contaminazioni da sbellicarsi dalle risate,sfilera anche il carro di Campofelice .,tema “i due pupiddi”) piuttosto interrogatevi perche’ i giovani di Castelbuono fanno uno 1 solo carro ,sordi un ci ne’, diceva Antonio Tumminello

    • cronista ha detto:

      Si ma i carri venivano fatti lo stesso e ora ???? unni su sti carri ???? dimenticavo li importiamo da geraci siculo in attesa che anche isnello ne mandi qualcuno. Ma fatemi il piacere , come diceva qualche illustre persionaggio !!!!

  4. Alex ha detto:

    Si sono molto sforzati…. avete altri problemi da risolvere invece di pensare al carnevale.Attivatevi con altri comuni per risolvere il problema idrico.

  5. Fasolo@libero.it ha detto:

    La musica non cambia , la ballata continua , e cu chiama a contradanza è sempre lo stesso . Finito Carnevale delle maschere e le elezioni spero che qualcuno si ricordi che si può progettare qualcosa , pensare agli ultimi , alle persone soli ,agli anziani , ai ragazzi , a quelli che cercano lavoro , a quelli che lo perdono e cosi via .Spero dopo questa overdose di campagna elettorale si ritorna alla NORMALITA’

    • lucia ha detto:

      Mi chiedo in questi mesi la giunta cosa ha programmato, se non cambiare il sistema operativo dei computer per mandare in tilt il comune e gli impiegati che dovranno iniziare a studiare per imparare ad usare il nuovo programma, ahi ahi

  6. lucignolo ha detto:

    …il paese dei balocchi…e trullalleru, lalleru, lalleru, lalleru, lalleru lalla!!!
    Non vi sembra lora di comiciare a risolvere i problemi veri, tipo:
    -aquedotto;
    -viabilità;
    – mancanza di posteggi;
    – scuole non a norma;
    – mense da migliorare;
    – strade franate anche dentro il centro abitato;
    – poco verde pubblico e pochi spazi per i bimbi;
    – calo della popolazione (5% in 12 anni), i giovanni vanno via per mancanza di lavoro;
    – opere pubbliche incompiute o compiute male;
    -etc

  7. Antonio2 ha detto:

    @Lucignolo. Concordo in pieno! E aggiungerei anche l’emigrazione di tanti ragazzi castelbuonesi (insieme ai loro tanti coetanei del Bel Paese) che vanno via (come i loro nonni) in: Germania, Inghilterra, Francia, Svizzera,…perché la politica delle baggianate non ha mai combinato un tubo. Per incompetenza e per mancanza totale di visione e progetto del futuro.

  8. giuseppe ha detto:

    Dai miei ricordi, il Carnevale è di gran lunga la più sentita dai Castelbuonesi. Sono dei giorni magici, diversi dal Natale e dalle altre grandi feste di precetto, che portano in filigrana come un velo di malinconia. A carnevale, si è se stessi si fa quello che durante l’anno non si può fare senza essere giudicati. Si può dire quello che si vuole, si può andare dove si vuole, le compagnie che si frequentano tutto l’ anno si sfaldano per qualche giorno senza che nessuno si offenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.