I comizi di martedì, mercoledì e giovedì dei Democratici per Castelbuono

Forse ti piacerebbe leggere...

5 Commenti

  1. bookmaker ha detto:

    Polizzotto parlerà venerdì con i democratici se Mario sarà sorteggiato dopo Antonio.

  2. lulu ha detto:

    Come mai non avete inserito Polizzotto tra gli interventi?

  3. Parte Civile ha detto:

    Ecco che finalmente esce allo scoperto l’assessore Guarcello!!!!

  4. Cittadino elettore ha detto:

    Io aspetto di risentire il Piscitello, voglio sentire se è ancora innamorato o se come di vocifera ci sono già le prime scintille

  5. psicologo ha detto:

    I gesti, i movimenti compiuti dalla pare superiore del corpo con le braccia e le mani, costituiscono la parte più importante della comunicazione tra gli esseri umani. Esistono dei gesti-azione, compiuti volontariamente, che servono a comunicare un’intenzione o un’emozione, come ad esempio indicare o salutare.
    Ma cosa succede quando non c’è corrispondenza tra quello che stiamo dicendo e quello che pensiamo realmente? Nel momento in cui si crea un conflitto tra pensiero ed espressione verbale, entriamo nel campo del linguaggio della menzogna.
    – COPRIRSI LA BOCCA: portarsi una mano davanti alla bocca, forse, è il gesto più evidente effettuato dagli adulti. La mano si appoggia alle labbra, le sfiora, magari anche solo con un dito, o strofina il mento. Oppure, raccolta in pugno, si porta per un istante davanti alla bocca a coprire un improvviso colpetto di tosse. Se il vostro interlocutore compie uno di questi gesti sta nascondendo qualcosa.
    -SFIORARSI IL NASO: mentre diciamo una bugia, l’inconscio ordina alla mano di coprire la bocca ma, poiché questo gesto appare troppo evidente, la destinazione finale può essere leggermente deviata, e allora la mano sfiora per poco il naso prima di ritirarsi. Il significato è uguale al precedente, e le varianti possono essere tante, dal piccolo e improvviso prurito alla punta del naso, al passare un dito a fianco alle narici, allo stringerle per un istante, quasi a trattenere il fiato.

    Bibliografia
    Anna Guglielimi, Il linguaggio segreto del corpo, ed. Pickwick

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.