Costituente, caos TARI: dopo il danno, la beffa

Forse ti piacerebbe leggere...

8 Commenti

  1. Alex ha detto:

    Ci stanno o ci vorrebbero prendere per il c….lo

  2. Vincent.P ha detto:

    Basta alla raccolta con gli asini e ….degli asini, inefficiente e costosa !!. Vogliamo dei punti di raccolta permanenti dove poter smaltire i rifiuti giorno e notte !

    • Alex ha detto:

      Concordo perfettamente con lei
      Basta con questi asini !!! Creano solo disagi,eppoi all’inizio si era detto che con questo tipo di raccolta sarebbe diminuita la tari.Invece tutto il contrario.Vero sign.sindaco !!!

    • Greta T. ha detto:

      Io farei un punto di raccolta sotto casa sua e poi quamdo diverrà una discarica a cielo aperto mi farei un sacco di risate! Lei è solo un grosso inquinatore seriale responsabile (insieme a quelli come lei) dei problemi di inquinamento di questo paese! Ma tanto a lei che gli e ne frega dell’ambiente e del pianeta! Lei è un pessimo esempio per chiunque la legge! Vergogna!

  3. Peppe ha detto:

    Piuttosto che fare discorsi da bar qua, perché l’opposizione non si fa carico ad organizzare una rivolta pacifica di tutti i contribuenti e portare le bollette, nate già in difformità, sul tavolo del sindaco, così magari una volta per tutte comincia a capire…… e magari, giacchè ci siamo gli consegniamo pure le tessere elettorali.

    • Mimì ha detto:

      Visto che hai le idee così chiare contatta qualcuno della Costituente e organizzalo tu il da farsi, magari con un bel discorso non da bar ma politico. Per le tessere elettorali forse prima ti conviene aspettare le regionali così potrai esaudire le richieste di voto a qualche onorevole o aspirante tale.

  4. Peppe ha detto:

    Un bravo e responsabile a capo dell’Amministrazione Comunale, farebbe cosa gradito e corretta nei confronti dei suoi concittadini/elettori, a individuare il/i responsabili di tale errore e prendere seri provvedimenti disciplinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.