“COVID-19 e crisi commercio locale”. Lettera aperta del CCN Castelbuono all’amministrazione

5 Commenti

  1. voi lo sapete ha detto:

    sappiate che i provvedimenti di cui siete contenti sono stati fatti e finanziati dal Governo nazionale e dalla Regione.voi lo sapete perchè i vostri consulenti lo sanno e ve lo hanno detto..il comune ad oggi non ha fatto nulla se non un bando con cui vi daranno 500_1000 euro? ve ne fanno spendere 600 euro a persona l’anno con questo obbligo

  2. Mario ha detto:

    Certamente è facile promuovere le bellezze del nostro paese per poter fare arrivare tante persone di cui non sappiamo nulla della loro storia covid, ma è ancora molto più facile obbligare i cittadini lavoratori ad effettuare tamponi o qualsiasi altra cosa al fine di pesare oltre già tutto quello che abbiamo sul nostro conto di operatori economici.
    Forse è meglio che ci dice mettere delle transenne al cimitero e a Piano Monaci, così staremo tranquilli senza paura di essere contagiati.

  3. i soliti...ignoti ha detto:

    ia vulissi sapiri cu su ssi 9 professionisti

    • I sleep ha detto:

      Forse volevano (dovevano) scrivere professionisti di bar e manciatezzi. Ad ogni modo, visto che per voi sono “professionisti” dormite fra due guanciali.

  4. Tutti muti ha detto:

    Ma come vi permettete di contestare le ordinanze del sindaco? Non lo sapete che non accetta critiche e/o consigli da nessuno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.