Degrado presso l’isola ecologica di Piano Marchese. Il Meetup 5stelle chiede chiarimenti

Forse ti piacerebbe leggere...

5 Commenti

  1. grillino ha detto:

    Toh……. il meetup tuona contro il sindaco, ma dove sono stati sino ad ora? Forse questi ha fatto un torto a maniele? Oppure maniele si è accorto che parla da solo?

  2. Nicola ha detto:

    Appena comincia a canciari i pannolini e senti a puzza sistema a munnizza

  3. Giuseppe ha detto:

    Torna Gianfranco torna

  4. Orietta ha detto:

    Sono finiti i tempi in cui Berta filava.

  5. Maurizio Langona ha detto:

    Premesso che sono sempre disponibile ad intervenire anche in pubblica piazza per dare tutti i chiarimenti richiesti, voglio comunicare alla cittadinanza che le foto scattate dall’interno dell’isola ecologica, senza alcuna autorizzazione, possono riguardare sia le fasi successive al caricamento dei rifiuti, tramite pala gommata che, inevitabilmente, lascia cadere del materiale, sia ciò che succede in occasione di giornate ventose. In particolare alcuni materiali (plastica, carta, cartone) avendo un volume notevole e un peso esiguo, piuttosto che essere portati presso le piattaforme tramite scarrabili (come ad esempio si fa con il legno, il vetro e gli ingombranti) vengono prima inseriti nel compattatore, al fine di minimizzare il volume, quindi conferiti. Ecco il motivo che ci “costringe” ad effettuare il travaso dallo scarrabile al compattatore tramite pala gommata che causa il “caos” da Voi denunciato.
    Per risolvere questi problemi che esistono da sempre, sono stati acquistati due scarrabili compattanti (visibili nella terza foto, uno verde e uno blu), che saranno utilizzati per la plastica e la carta; inoltre intorno a metà mese è previsto l’arrivo di una pressa stazionaria che permetterà un ulteriore miglioramento del servizio. Invito chiunque sia interessato a capire come funziona un’isola ecologica a venire in C.da Piano Marchese, mi trovate sempre la a dare indicazioni ai cittadini su come fare una buona raccolta differenziata.
    Preciso inoltre a Giuseppe e a chi la pensa come lui, che finché riterrò di potere essere una risorsa per la raccolta differenziata a Castelbuono, cercherò di dare il mio piccolo contributo, qualora dovessi diventare un problema, sono disposto a fare un passo indietro anche domani.
    Resto in attesa di una convocazione da parte del MeetUp MoVimento 5 Stelle Castelbuono, sperando che avvenga a breve e che al dibattito possa partecipare la cittadinanza; qualora ciò non avvenisse non risponderò più in futuro ad articoli che hanno il solo scopo di polemizzare con l’Amministrazione Comunale che della gestione dell’isola ecologica è completamente estranea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.