“Ditemi se tutto ciò ha un senso”. Lo sfogo del Presidente dell’ASD Castelbuono Giuseppe Scacciaferro

Forse ti piacerebbe leggere...

12 Commenti

  1. vincenzo ha detto:

    Credo sia un diritto dei cittadini castelbuonesi sapere pubblicamente quali sono le cause della inagibilità del campo. Nel caso in cui vi sono state delle irregolarità bisogna agire di conseguenza.

  2. Ivan Schimmenti ha detto:

    Appena sarò eletto sindaco porrò fine al problema delle agibilità delle tribune, di cui quella “nuova” x regolamento fifa troppo vicina al rettangolo di gioco e quella “vecchia” forse troppo vecchia.. prendere ruspa, buttare a terra entrambe e poi vedi quanta gente che ci sta..
    Buon prosieguo di campionato a tutti

  3. Ivan Schimmenti ha detto:

    Ricordo, semmai ce ne fosse bisogno, che solo la civiltà, la buona educazione ed il buon senso che contraddistingue tutti i castelbuonesi ha fatto sì che contro i tifosi acesi (e tutti gli altri da anni) non finisse a dolorosa scena.. ma questo con l’agibilità ha poco a che vedere.. era giusto x complimentarmi coi miei compaesani

  4. Elettore castelbuonese ha detto:

    Tanti soldi spesi senza senso,soldi della collettività buttati non so dove, questo è il risultato che ci hanno lasciato tutte le precedenti amministrazioni del nostro comune,di chi è la colpa? Boooooooooo. Nessuno lo sa , ma il denaro è sicuramente andato altrove lasciandoci solamente I problemi.
    Riflettiamo tutti insieme e valutiamo queste circostanze.

  5. indignato ha detto:

    Voglio dire solo una cosa… Chi è che ha fatto il collaudo quando sono stati spesi tutti quei soldi….. E chi era il direttore dei lavori…..??????

    • chivalà ha detto:

      chi era ha pensato bene di fare le cose senza senso, dispiace dirlo ma è quello che ci meritiamo. Ognuno ha sempre pensato ai propri interessi senza mai veramente andare a fondo su questa problematica

  6. Vincenzo Campo ha detto:

    una cattiva immagine per lo sport castelbuonese, vergogna!

  7. Emilio Minutella ha detto:

    Presiente ricordati che il disco cambia ma la musica e’ sempre la stessa, e i di dischi ne sono cambiati . Sappia che il sottoscritto ha cinquantanni che ascolta la stessa musica e che musica.vergognaaaaaaaaaa.

  8. Ivan Schimmenti ha detto:

    Scusate se mi ri_intrometto, parlo da tifoso e non da sindaco (futuro).. Come vengono stabiliti i posti utili in una tribuna?? Per quanto ne so io devono essere 50 centimetri a persona e tra un posto e l’altro lasciare altri 50 cm. In base ai posti scatta il numero di wc, anche per disabili, e a quelli già presenti si potrebbero integrare quelli mobili. Problematica ospiti, separare fisicamente le due tribune (semplice), ingresso separato (semplicissimo), discorso bagni come sopra.. E allora mi chiedo: qual’è realmente il problema?

    • Vincenzo ha detto:

      il vero problema è la recinzione del rettangolodi gioco. Ancora oggi nessuno ha il coraggio di dire che questo tipo di recinzione non permette una presenza superiore alle 200 unità all’interno della struttura. Fino a quando non verrà messa la recinzione “rigida” non sarà possibile ottenere una agibilità per un numero super a 200. Tutto il resto sono chiacchiere da bar.

      • sgomento ha detto:

        se il vero problema è la recinzione, considerato che gli unici a trarne giovamento da una eventuale spesa sarebbero le società, considerato che le casse comunali sono vuote perchè anzichè devolvere il 10% degli incassi agli ultras e pagare ingaggi da favola non si stringe un po la cinghia e la realizzano le squadre stesse?? Castelbuono ed i suoi abitanti haimè hanno problemi più grossi della recinzione dello stadio anche se i presidenti dei club non ci arrivano. I soldi pubblici meglio spenderli in progetti occupazionali per chi , ogni giorno, ha il problema di sfamare una famiglia e del calcio proprio nulla gli frega.

  9. Elettore castelbuonese ha detto:

    È il momento di fare arrivare a Castelbuono ,la giornalista Stefania Petix di striscia la notizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.