Dopo il bar al Chiostro, l’opera dei Pupi al Museo Minà Palumbo. Lettera al Presidente Rosario Schicchi

Forse ti piacerebbe leggere...

18 Commenti

  1. Pupo parlante ha detto:

    Mi aggrego in toto alla disamina di Massimo Genchi , aggiungo che vivendo in un angolo di mondo dove la fantasia creativa tipica di chi è rimasto fanciullino, non può che creare uno spazio ove pupi e marionette agiscono e vivono a seconda del filo e di chi li manovra. Insomma una vera pagliacciata ,sic, per rimanere nel tema.Dobbiamo consegnare alla memoria dei grandi che ci hanno preceduto ciò che essi stessi hanno lasciato con sacrificio ed onore per farne memoria.

  2. A ha detto:

    Sono sicuro che il Presidente Schicchi da uomo di scienza debba trarne le dovute conseguenze.

  3. Contadino ha detto:

    Il pregiatissimo Professore Rosario Schicchi ,persona responsabile e per bene , non attaccato alla poltrona , è libero di qualsiasi condizionamento politico , saprà valutare con molta attenzione , e prendere le dovute distanze .

  4. Albero ha detto:

    Carissimo Contadino mi auguro che il Prof. Schicchi da eccelso cultore della natura prenda le giuste distanze ,avrebbe dovuto farlo anche prima a dire il vero ,provate a passare dal parco delle Rimembranze ,i giochi dei bimbi sotto il sole gli alberi tutti abbattuti per volere di Gretasantannuzza .Capisco che e giusto abbattere gli alberi ma prima di farlo necessità un progetto di piantumazione e non credo che il prof Schicchi queste cose non le capisce .#Semu pessi e basta!!

  5. Enzo Biundo ha detto:

    Semplicemente, grazie Massimo.

  6. Pupo parlante ha detto:

    Per quanto mi riguarda non è mai stata messa in dubbio la persona e la professionalità del prof. Schicchi. Ciò che si vuole mettere in risalto è che forse è il momento di mettere uno stop, un punto a iniziative che non si conciliano con i luoghi e le finalità culturali che i nostri illustri e illuminati padri ci hanno lasciato.

  7. naturalmente ha detto:

    Semplicemente ridicolo. Che nesso ci può essere tra i pupi e il Museo F. M . Palumbo?
    Castelbuono, la “ Parigi delle Madonie, “ la Courmayeur della Sicilia” (definizioni di visitatori illustri del passato) non può subire questa assurda metamorfosi : si sta trasformando in un luogo ibrido dove si trova di tutto e di più, senza il “ fil rouge” che sempre ha legato in passato le scelte e le iniziative pubbliche al mantenimento di una precisa fisionomia, al rispetto di quelle quattro coordinate cui immancabilmente ci si doveva riferire perché non venisse meno la riconoscibilità del nostro paese…
    Adesso, invece, siamo immersi in un calderone di … chiacchiere ed eventi ,ma ci sfugge di mano tutto:memoria, tradizioni, storia, il carattere distintivo della Comunità!
    I tempi cambiano, è vero, ma siamo noi a orientare i mutamenti e a scegliere la direzione del cammino !

  8. risorgimento ha detto:

    poi visto che ci siete mi spiegate che c’entra il museo del Risorgimento nella vecchia banca di corte ….

  9. Castelbuonese forever ha detto:

    Si rimane basiti a leggere le puntuali e reali osservazioni di Massimo, tutte tristemente opportune e condivisibili, grazie professore, uno, dieci, cento Massimo!

  10. politica ha detto:

    caro castelbuonese forever ti faccio presente che il caro prof. è stato anche un politico castelbuonese. Non è che ha fatto scintille. Ora in compenso critica, suggerisce, pretende ma non prende u luci chi mani.(scusa per il mio siciliano nterra nterra) in compenso manda avanti gli altri e le altre… digli di candidarsi così vedremo quanto vale anche come politico o sindaco… perché no…

    • genchisubitosindaco ha detto:

      Sono d’accordo con politica…vedrai che risponde che come cittadino ha il diritto solo di dissentire e che lui non è interessato a ricoprire cariche istituzionali. Corretto, tuttavia considerato la direzione verso cui si è mosso in questi anni sarebbe opportuno un suo contributo meno idealistico-filosofico e più realistico-amministrativo.
      Molti anni fa condannava PESANTEMENTE chi ha sostenuto la candidatura a Sindaco di Peppinello Mazzola, in questi anni evidentemente avrà cambiato idea considerato che nei giorni scorsi discuteva “piacevolmente” supra u ponti con l’ex Sindaco.
      Genchi misurati e vedremo quanto sei apprezzato anche se qualche ricordo c’è agli atti di quando ti sei candidato in Consiglio Comunale.
      La riflessione che si potrebbe fare è: potrebbe non avere voti ma avere buone idee. Giusto.
      Ma, mi ripeto… è stato un protagonista troppo importante nel dibattito politico di questi anni quindi è doveroso un sua salita in campo per misurarsi, in caso di elezione, anche con le difficoltà della macchina amministrativa e dimostrare, quindi, se e quanto è “bravo” o “sceccu”,
      Genchi candidato Sindaco di Castelbuono.

      • Massimo Genchi ha detto:

        giovanotti, non cercate di spostare il bersaglio dal contenuto vero del post perchè non ne siete capaci. rispondete nel merito delle mie considerazionii se avete argomenti, voi e chi ha dettato alla vostra mano questi due commenti pensando, alla sua maniera ridicola, di intimorire e di destare preoccupazioni per indurre al silenzio.

      • Di Battito ha detto:

        Secondo te lo scritto sui pupi a San Francesco è un contributo idealistico filosofico ? Se è così, potresti cortesemente farmi un esempio di contributo realistico-amministrativo ?.

        Cosa significa condannava pesantemente chi ha sostenuto…… conosci gli argomenti di questa condanna ? scrivili.
        Ritieni che condannare pesantemente chi ha sostenuto…… è un fatto personale e precluda ogni confronto ?

        Non ho capito il misurati e non ho capito il qualche ricordo che c’è. Per quelli come me che non c’erano, vorresti scrivere quale ricordo c’è (per favore non rispondermi invitandomi ad andarlo a cercare) e non lasciarmi nel dubbio che ci sia una chissà quale malefatta o chissa quale opera di bene, scrivi a quale ricordo ti riferisci, per favore.

        Per dibattito politico intendi quelli con i contenuti del tuo post ?

        Vuoi per favore spiegarmi che intendi per difficoltà di macchina amministrativa, riferita ai pupi al museo ?

        • Di Battito ha detto:

          LA MIA RISPOSTA ERA DESTINATA AL POST GENCHISUBITOSINDACO E NON A MASSIMO GENCHI.
          LO SCRIVO PER CHIARIRE A CHI SONO RIVOLTE LE DOMANDE

          • Enzo Biundo ha detto:

            Il tizio/a che si firma “GENCHISUBITOSINDACO” difficilmente ti darà una risposta, perché non è farina del suo sacco, ha prestato il suo fianco ad un suggeritore ed entrambi non hanno il coraggio di firmarsi.

            • Di Battito ha detto:

              Dissento sul fatto che non è farina del suo sacco e confido nel fatto che in paese ci conosciamo tutti ed ognuno conosce la storia dell’altro, quindi confido nel poter leggere le risposte alle mie domande ed arricchirmi del contenuto delle medesime risposte

  11. Scontento ha detto:

    Purtroppo ormai la macchina amministrativa e le scelte politiche la gestiscono gente Che ha tanti voti ma Che non sa scrivere, non sa parlare Che non ha rubato cultura dai libri, Genchi non ha tutto questo per cui lo ritengo fuori dai Giochi elettorali.

  12. cronista ha detto:

    Io risponderei sull’argomento e non comportandomi come chi spesso critica e apostrafa di “spostare il discorso” per evitare la risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.