Emergenza suidi. Il Presidente del Parco delle Madonie chiede all’Ars un provvedimento urgente per l’abbattimento degli animali

Forse ti piacerebbe leggere...

3 Commenti

  1. Sandro Morici ha detto:

    Va apprezzata l’iniziativa del presidente Pizzuto nel richiedere agli Amministratori pubblici un provvedimento straordinario ed immediato, che faccia riferimento al “controllo della fauna selvatica”. Credo che l’aspetto prettamente tecnico stia proprio in questa frase, visto che non si è più in presenza di esemplari di “razza pura” della specie “sus scrofa”, sicuramente da tutelare e presumibilmente ormai scomparsi, ma di una gran massa di elementi di “razza ibrida”, volgarmente chiamati “cinghia-suidi”, inselvatichiti, estremamente dannosi per la fauna e flora del territorio e, al tempo stesso, pericolosi per l’uomo (soprattutto se anziani e bambini), come attestato dai recenti episodi di attacchi a greggi e ad uomini. Speriamo che dopo i tanti appelli alla ragionevolezza i politici facciano, e presto, la loro doverosa parte. Una parte che tralasci i reiterati “approfondimenti e ulteriori studi scientifici”, assolutamente inconcludenti e scopiazzati, e che piuttosto si traduca in atti amministrativi concreti per garantire il giusto grado di sicurezza sociale alla popolazione.

  2. Vincenzo ha detto:

    Bravo il presidente, finalmente!!!

  3. cacciatore ha detto:

    finalmente il presidente del parco inizia a fare gli interessi del parco e dei suoi abitanti. C’è voluto un pò di tempo, qualche attacco agli uomini e la completa devastazione del territorio ma alla fine si è ricordato di quello che dovrebbe essere il ruolo di un presidente di un parco.

    Mi permetta di non ringraziarla, lei ha appena iniziato a fare il suo dovere! Vada avanti e mi faccia ricredere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.