Festa di Sant’Anna: la lettera aperta del sindaco Mario Cicero alla cittadinanza

6 Commenti

  1. Cobra ha detto:

    Chissà se almeno lui crede alle motivazioni portate. Ma, non potendosi correre il giro podistico, almeno a lui corre l’obbligo.
    Chissà se il ruolo di incantatore di serpenti funziona ancora.
    Chissà se sono rimasti ancora serpenti da incantare oltre a quelli già incantati.

  2. Antivirus ha detto:

    Il sindaco dovrebbe preoccuparsi degli assembramenti nei bar sino a tarda notte tutti i giorni, non della festa.
    Ma anche i bar sono zona franca

  3. Barra franca ha detto:

    Ma dei bar non ne può parlare perché altrimenti come scrive lui stesso nei suoi sdolcinati post su fb sarebbe di parte. E lo sanno tutti

  4. Fuochista ha detto:

    Il nostro vescovo da buon pastore ci inviata a fare una festa padronale in totale religiosità e in sobrietà ,quindi cosa serve bruciare circa 10,000 euro in mezz’ora di giochi d’artificio ?

  5. Covid-castello ha detto:

    Grande Mariuzzi! Dai, facciamo tutti insieme un disco-covid party a piazza castello, fino all’alba! facciamo ripartire l’economia di casa nostra (cicero house).

  6. Alex ha detto:

    Il”DIVINO ” non mette a repentaglio la nostra incolumità ?? Non crea assembramento ?? Tutto quello che dice è di un assurdo incredibile….Tutto questo visto il nomento si poteva anche evitare….se scappa qualche conigliio sarà sua la responsabilità…
    Del suo mal pianga se stesso !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.