I Democratici per Castelbuono presentano i candidati consiglieri e gli assessori designati

Forse ti piacerebbe leggere...

17 Commenti

  1. Claudio ha detto:

    Tutto lui fa!! Sindaco.. Assessore… Coordinatore del movimento! Non c’e che dire… Davvero una novita!! Ah aha

  2. io ci sto credendo ha detto:

    Condivide l’affermazione del nostro Capo dello Stato ?

    • I conti non tornano ha detto:

      Scusate tanto, ma chi ha scritto e firmato questo comunicato CHE MESTIERE FA??????

      • Mah!ttarella! ha detto:

        Non solo. Ma anche qualche comprimario amministratore e qualcuno che si muove nell’ombra fra le retrovie: ma che mestiere fa????

  3. politico per missione ha detto:

    La politica non è un mestiere ahahahahahahahahahahahahahahaha

  4. Antonio ha detto:

    “La politica non è un mestiere” mi sembra che in questo partito le parole di Mattarella non hanno senso visto che il candidato sindaco la fa per mestiere, senza essere servi di nessuno poi è tutto da vedere

  5. Riflessioni ha detto:

    Il politico non deve essere un politico di professione (cioè chi ha scelto di fare politica vita natural durante). Può sembrare strano, visto che sembrerebbe logico assimilare il lavoro del politico a quello del professore universitario, dell’operaio, del contadino ecc. C’è però una differenza fondamentale: nel caso del politico c’è un conflitto di interessi palese. Come può un soggetto esercitare una professione che amministra soldi pubblici, partendo dal presupposto che questa professione gli è necessaria per vivere? Come credere che non farà di tutto per non perdere il suo lavoro? Questo “fare di tutto” significa, di fatto, amministrare i soldi pubblici nell’ottica della propria professione. Se è abbastanza etico, cercherà di farlo nel modo più disinteressato possibile, ma pensare che possa farlo disinteressato al 100% è utopistico.

  6. Nicolo Piro ha detto:

    Come è stata possibile candidarsi per il quarto mandato. È possibile in questa Italia senza regole un minimo di chiarezza? Cicero segue da tempo un vecchiaia comoda senza aver mai lavorato in passato. È così difficile porsi questi interrogativi? Chi saranno a votarlo e votare i pecoroni della sua kenka, che partito non è? Sono cose da paese, Italia, incivile e la corsa a sindaco di Palermo, così come le acrobazie dei politicanti regionali dovrebbero far riflettere.

  7. Cassandra ha detto:

    Prevedo due riconferme. Un uomo tuttofare ed una donna per tutte le stagioni. Sabato sera sapremo se ho indovinato.
    Quello che non riesco a prevedere è se i democratici pagano al Centro Polis l’affitto dei locali del Centro Sud. Questo dovrebbero dircelo pure loro sabato sera per correttezza.

    • La democrazia siamo noi ha detto:

      Il probema non è chi si ricandida o chi ancora una volta cede alle lusinghe del potere cambiando casacca…. ma chi va a votare e il pericoloso istinto di gregge che regnando sovrano, continua spesso a legittimare questo trasformismo. A livello comunale e nep più ampio scenario politico regionale e nazionale. La democrazia siamo noi!!!

      • Gira e rigira ha detto:

        A proposito di cambio casacca aspetta ancora un po’ perché sabato sera ci potrebbe essere l’annuncio a sorpresa della designazione unilaterale del “nostro vicesindaco”. Come cinque anni fa. E come cinque anni fa ci potrebbe essere il ritorno alla casa grande. Ma una cosa mi sfugge. Esattamente in che occasione il Nostro si staccò da Cicero dopo il 2017? Non risulta che ci sia mai stata una separazione. Non facciamo che sta agendo in nome e per conto? Non sorprenderebbe.

    • I nomi conseguenza delle cose ha detto:

      Prevedo anche qualche novità in lista. Perché dal momento che Castelbuono (bontà degli attuali amministratori) non avrà una casa di comunità, non avrà né ambulatori né laboratori di analisi pubblici. Tenete presente questo ultimo elemento.

    • La Verità ha detto:

      Oppure un altro architetto? Il totoassessori è aperto

  8. Lampedusa ha detto:

    Squadra che vince non si cambia! Non dimentichiamo che con questo squadrone siamo riusciti a cambiare lo scaldabagno a scuola e abbiamo messo 10 lampadine a led al parco delle rimembranze…immaginate nei prossimi 5 anni che cose bellissime riusciremo a vedere!!! Io direi di cambiare tutto per non cambiare niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.