I morti non sono fantasmi di cui avere paura

14 Commenti

  1. Massimo Genchi ha detto:

    E’ raccapricciante che gli altri sindaci non mostrino alcuna reticenza nel comunicare i decessi dei loro concittadini mentre lei continua a dichiarare che nel nostro paese non si registrano morti per covid. A me sembra una sprezzante mancanza di riguardo nei confronti dei diversi morti, dei relativi familiari e di tutti i concittadini di questo paese. Lei rappresenta lo Stato e non può permettersi di essere così sfrontato al punto di mentire sapendo di mentire in nome di una malintesa verginità da pandemia che il paese a suo modo deve esibire all’esterno. Sarebbe anche l’ora di smetterla e di assumere un atteggiamento più responsabile a garanzia dell’intero paese.

  2. Ciccu u spazzinu ha detto:

    Una volta si diceva, anzi si “vanniava”: “ Cu mori, mori a cuntu sua, e u sinnacu sinni scutulia”. Mai vanniatina fu più aderente alla realtà che stiamo vivendo

  3. Aquandolaverita ha detto:

    Un abbraccio virtuale a tutte le famiglie che hanno perso i propri cari e soprattutto a chi non ha potuto dare l’ultimo saluto come sarebbe stato giusto…

  4. Soldato ha detto:

    A nessuno giova la polemica, anche il Nostro Sindaco ha più volte affermato che siamo in guerra. Bhe, vorrei che a guidare l’esercito ci fosse un Generale preparato e con idee chiare e non contraddittorie( vedi lettera al presidente della regione del 06/11/2020, in cui lo invita a non rispettare il dpcm del 31/11/2020 , definendolo una pressione da parte delle lobby economiche, i piccoli borghi sono i più sicuri. Così diceva.
    La Gente muore di COVID, forse e dico forse anche nella nostra amata Castelbuono, ma questo non dovremmo dirlo.
    E poi , sentirci dire che l’ estate non c’entra nulla e che il COVID non sta in incubazione per mesi.
    Caro Assessore forse non sa che il virus si trasmette da persona a persona e che un contagiato in estate significa 10 contagiati in autunno. Ma questo non lo dico io, ma i virologi.
    In Sardegna a riguardo c’è un’inchiesta aperta.
    Ma noi siamo diversi, siamo più bravi, anzi, più virtuosi.
    L’esercito non fa polemica, quella la lasciamo al nostro diretto superiore.
    “Nessun esercito può resistere alla forza di un’idea il cui momento è arrivato.”
    (Victor Hugo)

  5. Non_mi_rappresenta ha detto:

    Il Sindaco, forse con metodi da cartomante (certamente non ovviamente scientifici), è arrivato alla conclusione che il virus a Castelbuono si contagia nelle chiese e/o fuori castelbuono! Visto che legge le carte, ci potrebbe dire come si è diffuso nel micronido comunale? Ieri sera sembrava quasi volersi prendere meriti per la diminuzione dei contagi…ricordo che l’amministrazione non ha preso nessun provvedimento in tal senso. Fortuna che i castelbuonesi hanno avuto paura, sono rimasti nelle proprie case, diminuendo festini / bevutine e soprattutto mettendo la mascherina, cosa che lui (forse unico sindaco d’Italia) continua a non fare. Ancora oggi, l’unico suo interesse sembra essere per bar e ristoranti. Chi si ammalerà e chi è morto, conta poco. Ma veramente queste persone vi rappresentano? Veramente potete accettare che si arrivi a negare la causa della morte di un concittadino?

  6. Trino ha detto:

    Mi rattrista questo comportamento del Sindaco , nascondere , ammucciari ,perché tutto questo ?Sarebbe bello che si alzasse qualcuno del suo gruppo e gli ricordasse che non si puo fare campagna elettorale 360 giorni l’anno .

  7. Antonio2 ha detto:

    Senza parole.
    Allucinante il linguaggio arrogante e di cattivo gusto del sindaco.

  8. il sol dell'avvenir ha detto:

    Uno dei suoi, uno a caso che dicesse: Io Andrej!! E che andasse. Sarebbe un certificare l’esistenza della sua spina dorsale

  9. Uno dei nemici ha detto:

    Nonostante tutto oggi siamo felici, anche noi, i nemici da cuntintizza, perché ieri le sorgenti si erano” intorpidite” e oggi , d’incanto, si sono riattivate con l’aiuto di un Sindaco fisioterapista. Non finiremo mai di ringraziarlo. Ieri virologo in diretta, oggi fisioterapista. Quando si dice la versatilità!!

  10. covid free ha detto:

    Domanda:Si puo permettere un sindaco di parlare cosi ? Risposta :Un sindaco non puo non deve parlare cosi un sindaco ha un alto rispetto dei suoi cittadini ,non disprezza nessuno ,non offende le professionalita dei cittadini,si fa carico di capire ed affrontare con serenita e amore i problemi ,i dubbi dei suoi cittadini per dare risposte sincere e leali
    mariuzzo puo lui e tutto ,camionista operaio scienziato dottore luminare lui tutto puo POVERA CASTELBUONO NON HA UN SINDACO ha di piu piu piu piu
    DOMANDA:ma tutti quelli della giunta ,i consiglieri tutti come lui sono o ci stanno diventando “cu pratica cu zuoppi allanno zuppichia “Semu pessi “

  11. Tristezzamara ha detto:

    Sconcerto , amarezza e rabbia sono forse, dico forse, le parole più indicate, per non imprecare, di fronte alla tristissima vicenda che stiamo vivendo a Castelbuono. IL mio primo pensiero corre verso tutti i familiari delle vittime di questa pandemia. È inutile negarlo, ci sono state delle vittime di questa pandemia, si muore di altre patologie ma in questo caso è stato il Covid che ha aggravato situazioni precarie. Mi rammarica poi pensare che la persona che ci rappresenta e che dovrebbe esprimere cordoglio, dolore e sofferenza per i compaesani deceduti, nega spudoratamente la verità. Nessuno al mondo può permettersi di adombrare il dolore degli altri per un fatto di immagine. Castelbuono ha dimostrato tanta fragilità, anche troppa, come in tutte le altre parti d’Italia e del mondo. Noi non siamo un’isola felice e non lo saremo mai fino a quando saremo governati da questa amministrazione. Dobbiamo riflettere, anzi cogliere queste occasioni per ripensare, combattere, ricostruire dal basso la nostra cultura, la nostra società, il nostro passato.

  12. Ugo ha detto:

    Ma se il giorno prima dico covid free come faccio il giorno dopo a dire covid full?

  13. Combat ha detto:

    Dobbiamo riflettere, anzi cogliere queste occasioni per ripensare, combattere, ricostruire dal basso la nostra cultura, la nostra società, il nostro passato.
    UP AGAINST THE WALL
    Abbattiamo il muro del silenzio
    E’ questo il momento
    Contro il muro,
    Contro il muro,
    Abbattiamo i muri.
    Abbattiamo i muri.
    Venite ora, insieme
    In cammino insieme…
    Tutti insieme.
    Dovremmo stare insieme
    Dovremmo stare insieme, amici miei
    possiamo essere uniti
    e lo saremo.
    Dobbiamo cominciare, qui ed ora

  14. Subbbbbito ha detto:

    La misura è colma. È arrivata l’ora di mandarli a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.