Il disastro della refezione scolastica è l’ultimo inganno della Giunta-Smart

Forse ti piacerebbe leggere...

8 Commenti

  1. retrospan ha detto:

    Questo commento solo per dire che una cosa smart in inglese è una cosa intelliggente :

    -Street-smart =che sa cavarsela in una città
    -smart cookie = tipo sveglio

    Se pensavate di dare un’accezione negativa al titolo del vostro comunicato avete sbagliato in pieno.

    Questo per dirvi che la critica è democratica ma deve avere delle basi logiche, culturali e risolutive.

  2. roba da non crederci ha detto:

    I bambini rappresentano una faccia della medaglia, l’altra è rappresentata dagli anziani a cui è stato sospeso il servizio di assistenza domiciliare, creando dei veri e propri drammi familiari. Si può toccare e scherzare con tutto tranne che con i più deboli.

  3. Fogliante ha detto:

    Personalmente credo che chi rappresenti l’altra castelbuono in movimento siano dei gran Voltagabbana.
    Ho la percezione che abbiamo degli ottimi slogan ma che non siano mai andati oltre il bivio di Pollina.
    Utilizzano in modo strumentale le scelte dell’amministrazione, la quale penso debba fare i conti con la totale assenza di risorse e trasferimenti dallo stato agli enti locali
    Ricordo a tali cittadini/consiglieri che l’italia è in recessione da circa 14 trimestri consecutivi e la ricchezza del paese è tornata ai livelli del 2014
    Immagino che tali consiglieri siano informati di ciò dato che leggono ogni mattina il Sole 24 ore

  4. natale ha detto:

    credo che anche il prossimo anno nel periodo di carnevale i nostri ragazzi che lo animano, ne avranno argomenti da trattare dalla refezione alla Bratella che collega la statale con piano monaci, alla viabilità che non c’è al fatto che pur essendoci i divieti i parcheggi per i disabili vengono utilizzati ” avvolte ” anche dai vigili che ,non trovando parcheggio, come si dice ne usufruiscono, ecco avvolte penso che chi ci rappresenti viva in un altro luogo incantato da favola e poi ,purtroppo, è costretto ad andare in questo luogo chiamato U Paisi , farsi le sue ore di presenza”fisica”, per poi tornarsene felice e beato nel suo luogo incantato sicuro che anche oggi la sua presenza “fisica” abbia portato ristoro e profitto a i suoi paesani. Come si dice E VISSERO loro FELICI gli altri…………………..

  5. Ultimo ha detto:

    Forse qualcuno dimentica che si voleva chiudere la mensa, qualche hanno fa è portare il cibo da fuori, anzi gestire anche la mensa di Pollina e Isnello il Castelbuonese ha una cosa buona la memoria corta…… Ad oggi la mensa funziona come p ha sempre funzionato. Non diciamo cose non vere

    • natale ha detto:

      Sig ultimo non so se lei è del nostro paese ma le volevo solo dire che la mensa ha fatto sempre sch,….. Come dimostrato con cibo diciamo insufficiente o hamburger serviti praticamente crudi e freddi di surgelato re o mele di fuori belle ma all’interno nere bruciate dal freddo ecco e le dirò di più prima con 2.90 si aveva un pranzo completo oggi con2.70 portano un pranzo es una salsiccia,con 3 pezzzzetttini di patata o un po di pesce con piselli,Ora io convogli dire che chi ci amministra c’è l’abbia con i bambini ma mi dicono che il trasporto influisce nelle spese e quindi un calloccio di salsiccia ci va bene cordialmente

    • Il pulcino BIO ha detto:

      Vabbé ma vuoi mettere? Intanto, sarebbe stata gestita dal negozio (anche questo ex) del supremo gourmet paesano, poi sarebbero stati impiegati prodotti slow food, di primissima qualità,
      chilometro zero, tutto bio (certificato dallo stesso) infine le portate sarebbero state tre, il tutto a 0,80 euro a cranio. Compreso il digestivo.

  6. Antonio2 ha detto:

    Siamo in crisi, però si tagliano sempre le spese che riguardano i più deboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.