Il MeetUp M5S Castelbuono impegna l’Amministrazione comunale a partecipare al bando per la messa in sicurezza degli edifici degli Enti Locali

Forse ti piacerebbe leggere...

7 Commenti

  1. affari europei ha detto:

    Dicono le cronache che l’avvocato del popolo il premier Conte, nell’ambito delle trattative per la definizione dell’assetto delle nuove istituzioni europee, è soddisfatto per aver destrutturato da protagonista assoluto l’asse Macron~Merkel.

    Chissà se lo sono pure Salvini e Giggino per aver ottenuto Ursula Von der Leyen tedesca come Presidente di Commissione (la stessa che da Ministro del governo Merkel voleva le riserve auree a garanzie del debito dei paesi come Italia e Greci), Crhistine Lagarde francese alla guida Bce (Banca Centrale Europea) e David Sassoli, parlamentare eletto nelle liste del Pd, a Presidente del Parlamento Europeo.

    Manca solo l’indicazione di Silvio Berlusconi a Presidente della Corte di Giustizia Europea per completare l’opera e per un duro “Travaglio”.

    Che dire.

    Nel frattempo si distraggono le masse con la vicenda degli immigrati, quelli che arrivano con le ONG soltanto, e siamo contenti di aver messo 9 miliardi (fra cui i risparmi di quota 100 e reddito di cittadinanza) come pezza per non andare incontro alla procedura di infrazione per il debito relativo all’affacciata nella balconata a palazzo Chigi di Giggino and company.

    Ma arriverà settembre, ottobre, novembre…..

    ps. il disegno di legge presentatodal Movimento nella scorsa legislatura prevedeva a copertura del reddito di cittadinanza (780 euro a tutti coloro che non lavoravano e pure a tutte le pensioni minime) una spesa di circa 17 miliardi bollinati dalla Ragioneria dello Stato.
    Ora ne sono bastati 5 al netto dei risparmi…..forse qualcosa è stato raccontato in maniera diversa da come era?????

    • MeetUp MoVimento 5 Stelle Castelbuono ha detto:

      A dire il vero Il disegno di legge fin dall’inizio ha sempre parlato di eventuale integrazione fino ad arrivare alle famose € 780,00!!!

      Così come riportato nel disegno di legge presentato il 29 ottobre 2013.

      Testo che può tranquillamente leggere attraverso questo link: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00814007.pdf

      Cordiali saluti

      Il MeetUp MoVimento 5 Stelle Castelbuono

  2. come l’ultimo giapponese ha detto:

    Come l’ultimo giapponese che continuava a combattere a guerra finita noi continuiamo a non capire che in 1 anno di governo abbiamo perso 6 MILIONI di voti. Basta con questa spocchia, accettiamo le critiche e ritorniamo ad essere autocritici.

  3. totò ha detto:

    veramente prima dell’affaccio al balcone in campagna elottorale si propagandava la cifra di €. 780 come minima per potere arrivare con figli e canone locazione fino a 1300 euro e passa.
    anche voi come i vs capetti di roma avete appreso l’arte del rimangiarvi oggi quello che si è detto ieri.
    vedi Conte che svende il prestigio dell’italia nelle nomine europee per advenire alla soppressione della procedura di infrazione ( ed io dico meno male in questo caso, considerato che ci avete portato voi all’inizio della procedura di infrazione con le vs leggi monstre che di fatto non hanno dato nessuno dei risultati auspicati), vedi TAV si TAV no ora TAV si perche altrimenti i costi sarebbe alti per noi italiani, come vedi anche flaxtax no ora si, come vedi pure revoca autostrade fine ad ieri pomeriggio per giungere in serata con l’importante comunque e che l’azienda paghi per i danni subiti dia genovesi poi si puo ridiscutere, ma… come disse il grande totò non mi faccia ridere

  4. era il 21 aprile 2015... ha detto:

    https://it-it.facebook.com/luigidimaio/posts/836619036374644:0

    17 miliardi per il #RedditoDiCittadinanza

    Per le cose importanti i soldi non ci sono mai. Così dicono i partiti… che sanno benissimo che i soldi quando servono a loro, finanziamenti elettorali inclusi, ci sono sempre. Per esempio per acquisirsi benemerenze presso gli USA con l’acquisto degli F35 o regalando l’ICI al Vaticano o per finanziare i giornali amici. Per il reddito di cittadinanza le coperture pari a 16.961.000.000,00 € ci sono e sono state certificate una ad una al contrario dei numeri di aria fritta sulla crescita del Pil o della disoccupazione forniti a giorni alterni dal governo.
    Per l’esattezza le coperture sono:

    RISPARMIO DI SPESE ATTUALI MEDIANTE ACQUISTO CENTRALIZZATO CONSIP
    Tagli alle spese delle PA mediante la centralizzazione degli acquisti. Ogni oggetto acquistato dalla Pubblica amministrazione dovrà avere lo stesso prezzo da Aosta a Bari e da Udine a Palermo
    € 5.000.000.000

    TAGLI SPESE MILITARI
    Tagli alle spese militari relativi ad investimenti pluriennali per sistemi d’arma. Con questo taglio si destinano al reddito di cittadinanza le risorse prima destinate all’acquisto degli F35
    € 2.500.000.000

    CANONI RICERCA SUGLI IDROCARBURI
    Aumento canoni per attività di ricerca e contivazione idrocarduri in Italia.
    In questo modo scegliamo di finanziare una parte del reddito di cittadinanza con l’aumento di quanto debbono pagare le multinazionali per la ricerca di gas e petrolio
    € 2.500.000.000

    RIDUZIONE DELLA PERCENTUALE DI DEDUCIBILITA’ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER BANCHE ED ASSICURAZIONI
    Aumento di entrate a carico dei bilancio di banche ed assicurazioni
    € 900.000.000

    AUTO AZIENDE OSPEDALIERE
    Eliminazione delle auto blu delle aziende ospedaliere non strettamente indispensabili ai servizi sanitari
    € 800.000.000

    RIDUZIONE PENSIONI D’ORO
    Contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro con aliquote progressive in base all’entità della pensione. Si richiede un contributo progressivo sulle pensioni più alte
    € 700.000.000

    AUMENTO DELL’ALIQUOTA DEL PREU (Prelievo Erariale Unico)
    Tassazione gioco d’azzardo per una aliquota a carico dei concessionari dei giochi. Si aumentano le tasse sul gioco d’azzardo
    € 600.000.000

    8 PER MILLE IRPEF NON DESTINATO
    Acquisizione al Fondo per il reddito di cittadinanza della quotadell’8 per mille delle dichiarazioni IRPEF non destinato dai contribuenti. Il vincolo di destinazione può essere limitato alla sola parte dell’8 per mille non optato destinata allo Stato. Ogni cittadino potrà quindi contribuire al reddito di cittadinanza: non destinando l’8 per mille nella dichiarazione dei redditi
    € 600.000.000

    SOPPRESSIONE ENTI INUTILI
    Soppressione di tutti gli enti pubblici non economici. Va altresì prevista una serie di deroghe come nel caso delle federazioni sportive e degli enti operanti nel settore della cultura
    € 400.000.000

    TAGLIO CONSULENZE PA
    Taglio alle spese sostenute dalle PA per consulenze.
    € 300.000.000

    ABOLIZIONE FONDI SOCIAL CARD
    La social card verrebbe sostituita in pieno dal reddito di cittadinanza. E’ per questo che possiamo superarla.
    € 299.000.000

    CONCESSIONI AUTOSTRADALI
    Si propone l’aumento della percentuale del canone annuo a carico concessionari autostradali al netto di qualsiasi aumento dei pedaggi
    € 140.000.000

    TAGLI AUTO BLU
    Riduzione del montante complessivo delle spese sostenute dalle PA per un montante complessivo non inferiore a 100 milioni di euro annui. Si stabilisce una ulteriore riduzione delle auto blu al fine di prevedere un risparmio non inferiore a 100.000.000 di euro annui
    € 100.000.000

    RIDUZIONE AFFITTI PA
    Tagli alle spese delle PA per affitti di immobili. Si stabilisce di razionalizzare l’utilizzo degli immobili di proprietà pubblica al fine di ridurre di almeno 100 milioni pubblica per locazioni
    € 100.000.000

    IMU CHIESA
    Eliminazione esenzione del pagamento dell’IMU, della TASI e della TARES sugli immobili di proprietà della Chiesa con esclusione dei luoghi di culto. La Chiesa pagherà le tasse sugli immobili, tranne che per quelli destinati al culto
    € 100.000.000

    TAGLI ORGANI COSTITUZIONALI
    Taglio della dotazione degli organi costituzionali ad esempio la Presidenza della Repubblica, il Governo, il Parlamento e la Corte Costituzionale possono concorrere all’alimentazione del Fondo per il reddito di cittadinanza, deliberando autonomamente riduzioni di spesa sia delle indennità dei parlamentari, sia degli stanziamenti dei propri bilanci per un importo annuo complessivo pari a 62.000.000 di euro
    € 62.000.000

    RIDUZIONE DELLE INDENNITA’ PARLAMENTARI
    Riduzione dell’importo dell’indennità dei parlamentari in misura non superiore a 5.000 euro lordi.
    € 60.000.000

    EDITORIA
    Estinzione del fondo straordinario sostegno all’editoria su cui ci sono, nel 2015, circa 28 milioni di euro. Eliminazione di ogni contributo pubblico all’editoria
    € 51.000.000

    TAGLIO FINANZIAMENTI PARTITI
    Taglio del finanziamento pubblico ai partiti che i Governi Letta-Renzi hanno fatto finta di tagliare
    € 45.000.000

    DIVIETO CUMULO PENSIONI
    Non è quantificabile il gettito, stimato in qualche decina di milioni di euro. Divieto comunque di percepire più di una pensione
    € 40.000.000

    ELIMINAZIONE CONTRIBUTI STATALI PER LE INTERCETTAZIONI
    Eliminazione della tassa che lo Stato deve pagare alle compagnie telefoniche per effettuare intercettazioni con finalità investigative
    € 5.000.000

    TAGLI SPESE MILITARI +
    Gli articoli 586, 992, 2229 e 2230 del codice dell’ordinamento militare, di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, vengono abrogati. Si prevede la soppressione di alcune spese militari
    TAGLI FONDI FINANZIAMENTO AI PARTITI +
    Abolizione del trasferimento ai partiti del 2 x mille destinato dai contribuenti IRPEF.
    TAGLI BANCA ITALIA +
    La BI è indipendente nell’esercizio della gestione delle sue finanze, quindi non si può prevedere per legge un obbligo di versare quote di riserve o dividendi.
    DIVIDENDO INPS PARTECIPAZIONI BANCA D’ITALIA
    I dividendi percepiti dall’INPS sulle partecipazioni di banca d’Italia sono destinati al Fondo per il reddito di cittadinanza.
    Queste ultime quattro voci assommano a circa un miliardo di tagli

    Il 9 maggio il M5S organizza una marcia pubblica per il reddito di cittadinanza. Il percorso sarà Perugia – Assisi di 24 chilometri. Il reddito di cittadinanza è un diritto del cittadino e non una regalia, non 80 euro di elemosina. Consente a chi ha perso il lavoro, o non lo ha mai avuto, come è diventata la regola, una vita dignitosa. Il tetto massimo del reddito in mancanza di altri introiti è di 780 euro. Si possono rifiutare fino a tre occupazioni proposte dallo Stato prima di perderne il diritto. Sono necessari circa 17 miliardi di euro (16.961.000.000,00 €). Ogni spreco da eliminare e a cui attingere per il reddito di cittadinanza sarà riportato sul blog nei prossimi giorni. Finora la spending review l’hanno fatta sulle spalle dei cittadini, è ora di fare il contrario. Chi ci governa si dimentica di essere nostro dipendente e di dover rispondere del suo operato ai cittadini. Oggi se va bene ne risponde solo ai giudici. La marcia Perugia – Assisi sarà preceduta da una marcia virtuale di 14 giorni che partirà da Bolzano e toccherà molti luoghi simbolici dell’attuale degrado dell’Italia.

    Ps:Nei prossimi giorni ogni singola voce di taglio agli sprechi per il reddito di cittadinanza verrà spiegata in dettaglio

  5. totò ha detto:

    se era una riposta al sottoscritto sei andato fuori tema

  6. Daniele ha detto:

    Siccome non sono abituato a nascondermi dietro un dito e contravvenendo come è mio solito ai consigli che mi danno di non rispondere agli anonimi, ai quali non si meriterebbero alcuna risposta, con questo commento proverò a essere chiaro e cristallino come amo essere.

    SAPPIATE CHE SONO ASSOLUTISSIMAMENTE D’ACCORDO CON VOI!

    Al momento come iscritto e attivista del gruppo locale di Castelbuono mi sento inadempiente a tutti i livelli! Siccome ho sempre criticato quelli che quando poi sono al governo o devono passare dalle parole ai fatti, cercano o accampano scuse e oggi che siamo al governo della nazione (e non del paese Castelbuono), vi confesso che su molte cose e su molte scelte non sono d’accordo e non condivido alcune posizioni prese!

    Personalmente ho scongiurato fino alla fine che si stipulasse il contratto con la Lega, ma vorrei anche ricordare che questo governo è il frutto di un risultato elettorale basato su una legge elettorale che doveva fare fuori il MoVimento, ma purtroppo o per fortuna non è stato così!
    Non so se ricordate che a prescindere da con chi si fosse stipulato il contratto (e sottolineo contratto e non alleanza preventiva) il MoVimento secondo i vari “tifosi” avrebbe comunque sbagliato e deluso qualcuno.

    Anche tornare al voto sarebbe stato un errore!
    Poiché quasi certamente avrebbe vinto un Centro Destra più forte a trazione salviniana.
    (E ricordo che Martina non si è nemmeno seduto al tavolo per colpa di Renzi seduto da Fabio Fazio. Eppure volendo, sarebbe stata l’occasione per potersi “vendicare” di quanto accaduto con Bersani, ma “….vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole….)

    E anche se nessuno è d’accordo, a mio modesto avviso oggi il MoVimento, che paga il prezzo di questo contratto con Salvini, in molte occasioni, grazie anche a un Premier che rispetto al passato non ci fa vergognare a livello internazionale, è riuscito alcune volte a contenere La lega e il suo ingombrante Leader.

    Ma se in tutto ciò noi oggi veniamo accusati di avallare certe scelte politiche, dall’altra parte è innegabile che in un anno moltissimi risultati sono stati ottenuti.

    Mentre Salvini e la Sinistra (i veri alleati occulti a mio avviso, ognuno è la Nemesi necessaria all’altro per esistere) distraggono, con la complicità dei media senza trovare una vera e propria soluzione a un dramma mondiale, il Premier Conte e il MoVimento hanno tentato di lavorare per il paese.

    E’ vero molte cose sono da migliorare; anch’io ho criticato e critico internamente le misure attualmente adottate, ma personalmente ritengo che molte di esse rispetto al passato, se non continuerà il vomitevole boicottaggio dei media, avranno effetti positivi sul lungo periodo.
    Tant’è che alcuni di questi effetti già si hanno e sono certificati!
    A tal punto che il PD dopo aver detto che questo governo avrebbe portato il paese alla rovina (presentando delle ricette che non hanno mai usato in passato) oggi addirittura se ne vogliono prendere il merito.

    Ma voglio tornare in ambito locale dove mi sento più parte in causa……

    Voglio ammettere una volta per tutte che il gruppo di cui faccio parte è oramai è una sorta di “non gruppo”, e che come dice qualcuno non fa più l’opposizione che faceva prima (ci limitiamo “all’ordinario”) poiché nessuno vuole più farla o magari chi vorrebbe farla non può o è deluso perché è isolato o forse si isola; a tal punto che si preferisce stare in silenzio, venendo addirittura accusati di “appoggio mal celato” a questa amministrazione poiché con la precedente “eravamo più attivi”, ma credetemi che non è così!

    Che ci crediate o no erano altri tempi e c’erano anche altre persone, (tipo anche quelle che pensavano forse di poter cavalcare il MoVimento senza forse neanche aver compreso cosa fosse il MoVimento e soprattutto l’Attivismo). E questo vale non solo per chi si è avvicinato e poi si è allontanato, ma anche per chi quotidianamente si lamenta e lo fa non mettendoci la faccia.

    Speravo (e ancora spero) in molti, soprattutto nei giovani (che non sono “i giovani” che la politica menziona solo in campagna elettorale), credevo che nel MoVimento avrebbero trovato una sponda utile per cercare di essere loro stessi gli artefici del cambiamento, ma anche lì forse come MoVimento non siamo stati coinvolgenti o forse….

    Quindi è vero, oggi neanche io vedo più nel nostro “non gruppo” l’alternativa che forse molti si aspettavano e me ne dolgo, pertanto sarei grato se anche tra di voi se venisse alla luce chi riuscisse a prendere in mano le redini per diventare l’alternativa valida e unica, che purtroppo in questo paese non si vede, visto che tra circa due anni come al solito si ripresenteranno i soliti contendenti e come sempre nei primi mesi di campagna elettorale si riaccenderanno gli animi per una speranza che magari verrà nuovamente delusa. Per poi come sempre, dopo i primi facili entusiasmi, tutti si lamenteranno di chi hanno addirittura sostenuto, ma credetemi criticare sui social (o peggio in anonimato qui) non serve!

    E non ho remore nel dire che per quanto ci riguarda la responsabilità è anche del MoVimento stesso, che da “movimento liquido” se non arriverà al più presto a un cambiamento a livello interno, lo vedrete liquefatto definitivamente per la gioia della vecchia politica, alla quale avremo solo fatto il favore di dimostrare che avevano ragione…..ma questo non deve accadere!!!

    Tutto ciò perché il MoVimento è sì in debito per le aspettative create ma a sua volta è anche in credito, perché ha provato a svegliare le coscienze e fino ad un certo punto c’era riuscito. Perché a chi ricorda dei voti persi, dico che non solo solo i voti a contare, perché se così fosse noi dovremmo avere un gruppo numerosissimo ed attivissimo a Castelbuono, eppure così non è!

    Beppe Grillo ad un comizio una volta disse ai presenti che non dovevano votare il MoVimento come avevano votato gli altri partiti per delegare, ma per partecipare, per essere attivi e attenti…..”Cittadini con l’elmetto” diceva!

    Beh! Secondo me anche lui un po’ si è sbagliato o forse se n’è un po’ pentito! Beppe ha avuto forse troppo fiducia in un popolo da sempre abituato a delegare, oggi più che mai con un elettorato che facilmente cambia opinione per via di un tweet, una fake news o un talk in tv.
    E vi confesso in tutta franchezza che sono pure un po’ arrabbiato con lui perché ci ha lasciati soli, per me non doveva farlo…..

    Concludo dicendo che sono d’accordo con chi scrive che bisogna eliminare la spocchia e che bisogna accettare le critiche e ritornare ad essere autocritici ed umili. Pertanto questo è il mio atto di umiltà!

    Come mi piace la similitudine con “l’ultimo giapponese che continuava a combattere a guerra finita” perché un po’ mi ci rivedo (anche se mi sento più come Don Chisciotte contro i mulini a vento).

    Questa è tutta la mia verità che di certo troverà come sempre terreno fertile per commenti al vetriolo, dietro a pseudonimi inventati, che terrei in considerazione ed apprezzerei tantissimo se fossero scritti una volta tanto con il proprio nome reale.

    Per chi ritiene invece che a Castelbuono il MoVimento possa e debba essere l’alternativa……che si faccia avanti, che apporti (finalmente) il suo contributo, le sue idee, il suo tempo, sarete i benvenuti e bene accetti, diversamente….

    Grazie a chi ha avuto la pazienza di leggermi fino alla fine 🙂 🙂 🙂

    Sempre e comunque (nel bene e nel male) un attivista del MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.