Il PD scrive al Sindaco e pretende rispetto istituzionale

10 Commenti

  1. Ohhh ha detto:

    Finalmente

  2. Enzo @ ha detto:

    Solidarietà al PD di Castelbuono . Lo stile del Capo non cambia anzi peggiora ,Salvini fa scuola!!!!!

  3. Angelo ha detto:

    Bravo Giuseppe.

  4. Paolo Cicero ha detto:

    Esprimo piena solidarietà a Giuseppe Fiasconaro: una risposta composta appropriata, motivata e incisiva. L’esatto opposto dello scritto, non commentabile, che ne è la causa.

  5. nimicu da cuntintizza ha detto:

    Ora ti dirà che sei sceso in politica. Magari senza il suo permesso. E che in paese ci conosciamo tutti (ma tutti però conoscono lui) e che quindi devi dormire preoccupato.

  6. tempo ha detto:

    questa lettera ci voleva per un duplice motivo. il primo, il sindaco ha tradito la sua storia e le persone che l’avevano scritta, non accettando il risultato delle primarie e abbracciando quelli che lo avevano sempre contrastato…pur di diventare sindaco…il saltimbanco appunto. Due, perché su Giuseppe Fiasconaro c’e’ sempre stato quel dubbio di legame con il sindaco che, agli occhi di molti, non lo rendeva del tutto credibile. Cosa diversa per gli altri componenti del direttivo del Pd, liberi e lontani dalle avance del sindaco. Ecco, io credo che da qui si possa ripartire, da questa lettera che mette chiarezza, dai toni che sono stati utilizzati, contro quelli volgari del primo cittadino. Da una visione della politica pulita e onesta contro quella arrogante. C’e ancora molto da fare, dopo anni di populismo e pressappochismo, come quelli di tumminello. Ecco, se si facessero da parte mario cicero e antonio tumminello, la strada sarebbe più’ semplice, in caso contrario, la affronteremo lo stesso.

    • Giuseppe Fiasconaro ha detto:

      Anche io sono e sono stato libero da avance. Della coerenza nel mio percorso politico ne ho fatto un valore ed un agire con trasparenza e lealtà, pagandone pure il prezzo delle mie convinzioni (giuste o sbagliate che fossero). La credibilità me la sono guadagnata giorno per giorno. Il resto sono illazioni prive di fondamento.

  7. MAH, SEMPRE PIU IN ALTO ha detto:

    Sulla questione, non trasmessa finora da questo sito, e’ intervenuto il capogruppo dei democratic, dalla sua esposizione si evince il SUICIDIO POLITICO di un politico rampante.

  8. autoreverse ha detto:

    con questo monologo a carnevale Il capogruppo avrebbe fatto ridere molto di più. Ancora una volta ha dimostrato di non avere be chiaro in quale luogo dovrebbe fare ridere

  9. Tempo ha detto:

    Dopo la lettera del pd, il capo si è guardato intorno e non ha trovato nessuno che potesse difenderlo. A ragion veduta aggiungo, sparita anche la
    fisata Silvia. Così, il giovane capogruppo, che è stato in silenzio per tre anni, anche quando si doveva togliere la cittadinanza onoraria a Mussolini, (lui che sparge patenti di sinistra ha questa onta enorme), si è fatto comandare dal capo. Una lettera che ribadisce, in modo più elegante di quella del suo capo, gli stessi concetti. Stizza, sono pochi ecc gli argomenti trattati. Il capogruppo è giovane e crede ciecamente al suo capo. Una lettera che potevamo fare a meno di ricevere, inutile politicamente e si dimostra anche come un banale tentativo di giustificare l’ingiustificabile. Fatto sta, che neanche hanno avuto il coraggio di pubblicarla in questo blog, per evitare bene i commenti negativi ( tutti i democratici pronti a correre a metterebbe mi piaceva al
    Post nella pagina Facebook. Ma si può essere così infantili?). Al capogruppo non resta altro che passare gli ultimi due anni di consiliatura a fare scena muta facendosi surclassare dal più preparato e furbo consigliere Puccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.