Il Sindaco Antonio Tumminello: “la Provincia Regionale di Palermo ha dato la disponibilità all’utilizzo della palestra”

Forse ti piacerebbe leggere...

13 Commenti

  1. Antonio2 ha detto:

    E’ la risposta definitiva? L’accendiamo? 🙂

  2. Alterego ha detto:

    Si intende asserire che si vuole continuare questo percorso in barba al parere contrario di un’altra istituzione locale? Le sembra percorribile ed educativo? Perché l’amministrazione non
    provava a trovare una soluzione in tempo debito e con un minimo di lungimiranza? Perché immettere nel dibattito un assurdo “duello” tra la scuola e il comune? Ma che razza di modus è?
    Poteva sembrare a primo acchitto fattibile, ma posto in questi termini e con sì tale arroganza, esprimo nel mio piccolo profonda disapprovazione. Vista la piega- e non vedendo “stoffa”, suggerirei ai gruppi di non abbassarsi a tanto e di evitare di cadere in una diatriba davvero deplorevole. E di non partecipare.

    • Lucullo ha detto:

      L’ente proprietario della palestra è la provincia non il consiglio d’istituto. Suggerire ai gruppi di non partecipare solo per screditare l’amministrazione mi sembra assurdo pur non ritenendo la palestra un luogo adatto ma in mancanza di alternative è meglio usufruirne che far morire la tradizione. Tutto il resto é solo sciocca propaganda comunista

      • Alterego ha detto:

        Vede che ho ragione? Questo non può essere un atto di forza!…Ho solo letto i commenti sul parere espresso dal consiglio d’istituto del liceo e preso atto- dal commento di Baggesi, di alcuni tentativi condivisibili, purtroppo vani.Questo non è il modo di portare avanti le tradizioni, bensì di mortificarle. e mi creda: se volessi fare propaganda comunista, oltre a fare una festa per bambini – da mangiare successivamente, farei di tutto per farle fare quelle maschere…così il sindaco sentirebbe l’umorismo e …gli umori del popolo castelbuonese! Lo tenga in considerazione questo nel fare la sua intelligente propaganda governativa.

        • Lucullo ha detto:

          Certo che ha ragione, io do sempre ragione a quelli come lei… Preferite non fare il veglione piuttosto che farlo in palestra, che non é del consiglio ma della provincia che ha dato il benestare! Mah! Solo per poter dire che Tumminello non è stato in grado di trovare un luogo adatto?
          Come siamo caduti in basso…

          In ultimo chi legge i miei commenti su questo blog Sa Benissimo che non ho mai parteggiato per l’attuale compagine anzi quando necessario ed opportuno l’ho bacchettata ironicamente ma i suoi commenti sono assolutamente fuori luogo!

  3. Alessandro ha detto:

    Caro sindaco visto il parere negativo della scuola, visto che sappiamo bennissimo che la domenica la palestra non si puo’ aprire , e’ durante i giorni del veglione ci sono delle attivita fisiche compresi dei campionati regionali della fipav, come pensate di farci uno spettacolo in un locale non idonio anche perche’ rimbomba tutto .

  4. Antonio2 ha detto:

    Io direi di apprezzare gli sforzi del sindaco per cercare di trovare una soluzione al problema. Tutte queste polemiche mi sembrano solo chiacchiere. C’è il problema di trovare un posto per svolgere il veglione 2013? Il sindaco ha trovato questa soluzione che credo sia proprio l’unica che si possa avere a breve tempo. Quindi, a meno che non ne conoscete altre, accettatela e basta.

  5. Alessandro ha detto:

    Se il sindaco voleva fare degli sforzi avrebbe trovato un posto migliore , non rovinare un luogo dove crescono migliaia di ragazzi, questa soluzione è solo per salvarsi il sedere . Le soluzioni si trovano ma lui fa’ sempre come vuole lui si fa’ in piazza come si è fatto tanti anni fa’

  6. bartolo ha detto:

    propongo di utilizzare la pinnata della matrice per stoccare i rifiuti, il castello per creare il nuovo stabilimento dei fiasconaro, il municipio per impiantare una centrale a biomassa e le chiese per le sale da ballo…. ogni spazio ha uno scopo e certe funzioni sono assolutamente incompatibili nonostante la regione possa considerare utilizzabile come spazio per il veglione perfino casa del sindaco Tumminello

  7. chimico ha detto:

    Caro Sindaco, è come se lei abitasse in una casa in affitto e da un giorno all’altro il proprietario viene da lei e le dice che l’indomani verranno a mangiare e dormire altre persone che lei neppure conosce.
    Credo che in tale caso il suo parere avrebbe molta importanza, o no?

    • Vincenzo ha detto:

      al di là del fatto che ci dovrebe essere una convocazione per la commissione comunale vigilanza sul pubblico spettacolo, la palestra non è autorizzata dal punto di vista della sicurezza come locale di pubblico spettacolo, ma come impianto sportivo. si tratterebbe di un’utilizzo difforme da quanto è attualmente previsto. previo benestare dell’ente proprietario e del gestore, se poi ne risultasse un contenzionso però sarebbe una posizione piuttosto debole.

      • Andrea ha detto:

        ma certo!!!la commissione c’è stata e si è ben espressa!!!! ti voglio portare a riflettere caro vincenzo, se la palestra nn fosse autorizzata dal punto di vista della sicurezza, come pensi potranno continuare le attività sportive?? anche quelle sono pubbliche, non credi??

        • Vincenzo ha detto:

          non mi sono spiegato.forse.
          in quanto inserita in una scuola la palestra rispetta la norma per le scuole, con eventuale uso da parte esterna, ma sempre per attività sportive.I locali di pubblico spettacolo, invece, sono soggetti ad una differente norma, peraltro più restrittiva sia per il numero di uscite che per altre caratteristiche.
          il fatto che non ci siano tribune, nè sia presvisto pubblico fa si che la palestra si configuri nella prima categoria, ma non nella seconda.
          quindi, come già avevo scritto, l’utilizzo come pubblico spettacolo non è la configurazione approvata come uso ordinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.