Il vergognoso attacco del gruppo politico Democratici per Castelbuono al libero pensiero di un privato cittadino

Forse ti piacerebbe leggere...

17 Commenti

  1. Stanco ha detto:

    Ho notato che quando viene criticato il sindaco nessuno mette un mi piace ai vari post.. cittadini che condividono la critica ma che non “osano” manifestarlo in pubblico.. paura ad esprimere dissenso??

    • Imbavagliato ha detto:

      La paura c’è e pure tanta. Specie da chi non ha un lavoro “sicuro”. Per fortuna tra un paio di mesi ognuno potrà esprimere il proprio dissenso liberamente al riparo da sguardi indiscreti all’interno della cabina elettorale per mettere la parola fine a questa vergogna.

  2. Qualunquista ha detto:

    Chiunque dissente dal pensiero unico ( ed è unico in quanto la sua giunta e i suoi consiglieri sono completamente inesistenti ) dell’inquilino pro tempore di via s Anna viene puntualmente e sistematicamente, tra l’altro in malo modo, attaccato. E meno male che si chiama “movimento democratico”, se non avesse questo aggettivo cosa succederebbe???
    Cittadini svegliamoci questa non è libertà

  3. La Verità ha detto:

    Democratici solo di nome. I fatti dimostrano l’esatto contrario, da cinque anni esatti. E’ ora che questa vergogna finisca, Castelbuono non merita questa classe politica

  4. Aldo dice 26 X 1 ha detto:

    Abbattiamo il muro del silenzio, abbattiamo i muri. E’ giunta l’ora e lui lo sa. Si sente mancare la terra sotto i piedi, urla come un forsennato, capisce che è finita.

  5. Castiddrabunisazza tinta ha detto:

    Demagoghi per Castelbuono

  6. rosario zito ha detto:

    A prescindere da tutto, ognuno, in democrazia, ha il Diritto, di esprimere il proprio pensiero
    Saluti

  7. Antonio2 ha detto:

    Sarà versione paesana del “metodo putiniano” sulla libertà di pensiero e di espressione?
    Dai… anziché “conflitto d’interessi” lo chiamiamo….: “operazione speciale d’interessi”.

  8. Follie ha detto:

    Cose di folli. Poi magari qualcuno che lo vota inneggia alla libertà degli ucraini.

  9. io sto sempre con mario ha detto:

    State attenti a nun parrari comi jie jie chista eni a terra du re
    siddu u re s’arrabbia dienniscanza vi vannilia
    iddu e praticu di tutti cosi e siddi u contrariati
    ammani ammani vi viditi assicutati
    sa piglia cu gal e cu sosvima nenti dicieva prima
    ora e tutti eccitati guai a tutti chiddi ca nun lu vutati
    tutti inquatrati ata camminnari prima o pua va fa paiari
    na vota dicieva ca era comunista ma ora arragiuna come un forzista (forza italia )
    a so chiurma l’avi tutta addomesticata …u primi chi parra un piglia certi na vasata
    sempri parra di democrazia ma addabanna da purtedda i Vinziria
    ora parra arria di officine di futuro aviti tiempi di sbatteri a testa o muro

    Ora ascutati a mia iuncitivi, parrati, sciarriativi, suli e sultanti tutti insieme putiti mannari stu re di nuovo a vinniri cafeee

  10. Nicolo Piro ha detto:

    Vergogne che accadono in questa italia nella quale è stata cancellata la demarcazione tra politica e morale, lavoro e parassitismo catto-comunista, maturità politica e dilettantismo. Mario Cicero e la sua cricca, ma tutto il catto-sinistrume, se ne accorgeranno a breve scadenza.

  11. Antonio ha detto:

    Vi è mai capitato di provare paura o disagio nell’esternare pubblicamente il vostro pensiero critico su fatti e scelte politiche? Si che è capitato. L’altro blog impose la registrazione, quando era la grancassa della “sua” politica. Purtroppo la struttura comunista gli è rimasta, famosa la frase “…ci conosciamo tutti”. Negli ultimi anni ha mobilitato i suoi, su questo è stato illuminato da esempi di politica nazionale su come creare macchina del consenso con cani da guardia che mordono qualunque dissidenza. E’ una realtà purtroppo assai poverella…ma l’uomo è vendicativo

  12. Differenze ha detto:

    La differenza tra gli incarichi di tumminelliana memoria e quelli attuali è che durante l’amministrazione Tumminello chi ricopriva ruoli in enti pubblici poteva permettersi di criticarlo e di avere una dialettica anche forte senza paura di essere estromesso. Oggi sembrano tutti soldatini ammaestrati. Una pantomima come quella del centro sud è quantomeno grottesca, si è visto mai un sindaco essere acclamato senza nessuno che prende la parola per criticarlo o proporre qualcun altro? Lui parla di segrete stanze quando va al centro sud senza nessun dissenso? Le cose sono due: o è il più bravo del mondo, una specie di Ghandi del ventunesimo secolo o i democratici per Castelbuono hanno un grosso problema di democrazia interna. A Tumminello si può dire di tutto e di più, però quando c’era lui sindaco nessuno aveva paura di criticarlo, c’era un clima decisamente più sereno.

    • Mangiato biscotto ha detto:

      Peccato che ha fatto l’opposizione peggiore della storia di Castelbuono (la migliore per cicero)

      • Bruciato biscotto ha detto:

        Ma intanto lui è ancora convinto di candidarsi e sicuramente si candiderà. Come sempre, since 1997.

  13. Poci ponci popopo ha detto:

    Ti piace vincere facile?
    Allora candidato unico e tutti fan

  14. Differenze ha detto:

    Infatti si ci può dire di tutto e di più… tipo averlo fatto vincere per 20 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.