Incontro tra le cooperative sociali che ospitano migranti e l’Amministrazione comunale di Castelbuono

Forse ti piacerebbe leggere...

4 Commenti

  1. Nicola ha detto:

    Sarebbe ora di metterli al lavoro cosi ciò che ricevano dalla nostra comunità in termini di accoglienza venga ricambiato con lavori di pubblica utilità. Il problema è sempre lo stesso i poveri Italiani chi li aiuta? Le famiglie che non si possono permettere una casa senza lavoro, a cui i servizi sociali levano i figli. È giusta l’integrazione ma nelle comunità d’accoglienza castelbuonesi quanti scappano dalla guerra? Una cosa è certa si è creata occupazione e posti di lavoro.

  2. Ciccio ha detto:

    Prima i Castelbuonesi e poi loro .
    Così danno lavoro e soldi per loro e spazzio per chi ci specula! !
    Sul concetto di carità e solidarietà, “Occorre partire dai vicini, che sono il vero prossimo, per arrivare ai lontani. Un padre di famiglia, se ha un piatto di minestra, ha il dovere di sfamare prima di tutto i suoi figli, dopo gli altri. Ho la sensazione che da noi i migranti siano trattati meglio dei poveri locali . Eppure questi ospiti, in talune circostanze si mostrano arroganti e ingrati. Buttano il cibo offerto loro dai volontari perché secondo loro è mal cotto o non confacente al loro credo. O vogliono il wifi. Non mi risulta che nelle loro terre avessero questi benefit. Sono loro che devono adattarsi alle nostre consuetudini ”. CoSi bello é ed i nostri figli vanno all’estero .

  3. Nino ha detto:

    Questo è un traffico di esseri umani mascherato da carità, aiutiamo prima i nostri fratelli italiani che sono stati fagocitati dall’ingiustizia, quando l’ultimo degli italiani sarà stato risollevato dalla miseria allora penseremo agli altri.
    C’è gente che si sta arricchendo con tale vergognoso traffico, la loro nella maggior parte dei casi è una invasione.

  4. Mimma ha detto:

    Già date tutto a loro e i nostri figli senza lavoro o sfruttati quando c’è l’hanno. Il signor sindaco quando gli ho chiesto lavoro per mio figlio orfano di padre mi ha chiesto di portargli il curriculum per poi non fare niente .e questi stranieri dove l’hanno il curriculum a loro non serve prima dovete pensare ai nostri figli .a gia sui nostri figli non ci sono soldi da guadagnare dallo stato. Fa bene Salvini e speriamo che continua cosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.