Inizia alla grande la Castelbuonese in Prima divisione maschile

Forse ti piacerebbe leggere...

2 Commenti

  1. mario prestianni ha detto:

    E’semplicemente assurdo ,quello che ho letto tra le righe di questo post non è possibile che l’amministrazione non metta a disposizione le strutture per fare esercitare sport ai cittadini io ho seguito il calcio a Canegrate per dieci anni da presidente .e d eravamo più che organizzati ,con un comitato sportivo che presiedeva il’Assessore allo sport e tutte le società riunite organizzavano gli orari per la gestione degli spazi delle palestre anche quelle scolastiche noi del calcio gestivamo il centro sportivo dove la stessa palestra veniva usata dalla skill , dal karate dall’atletica sia federale che sia da un gruppo amatoriale amanti della corsa persino da un corso di ginnastica per anziani durante la settimana tutti avevano ritagliato chi l’ora chi le due ore .ripeto è assurdo quello che leggo .per chi ancora non lo sapesse ricordo che lo sviluppo armonico per un sociale migliore parte dalla crescita sportiva del singolo .lo sport a differenza della politica che divide, unisce e forma i giovani radicando dentro lo spirito di squadra che è spirito di sacrificio, condivisione di spazi comuni ,e al rispetto con solo dei compagni ma ancora di più degli avversari dell’avversario. Ancora disgustato per l’assenza totale dell’amministrazione invito a rendere pubblico questo mio commento Mario Prestianni

  2. Giuseppe ha detto:

    E’ una VERGOGNA che il comune non abbia una propria palestra (come in tutti i paesi civili).
    E’ una VERGOGNA che la scuola non metta a disposizione la propria palestra.
    E’ una VERGOGNA che i nostri ragazzi debbano spostarsi nei paesi limitrofi per allenarsi.
    E’ una VERGOGNA che i più piccoli non possano più giocare a basket d’inverno.
    E’ una VERGOGNA che nessuno prenda seri provvedimenti.
    Per fortuna ci sono i ragazzi e le ragazze della Volley, che con i loro successi ci fanno dimenticare queste vergogne (anche se la vergogna resta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.