Intitolazione di locali comunali a cittadini che si sono distinti in diversi campi

13 Commenti

  1. Lungimirante ha detto:

    Ci risiamo. Cominciano le intitolazioni. Metodo sempre uguale e , fino ad ora, vincente
    Due fave con un piccione: da un lato creare consensi ( senza molte spese) e dall’altro fare scuola alle future generazioni politiche che , a loro volta, facendo le dovute proporzioni dovranno intitolare mezzo paese all’attuale Sindaco. Alcuni esempi : via Santannuzza, largo Mariuzzu, cortile degli amici da cuntintizza e via di questo passo

    • Intitolatore ha detto:

      Sarebbe l’ora di intitolare qualcosa a Micu u Pagliaru, e magari fargli una statua con un mazzo di origano in mano, da collocare accanto alla porta del gabinetto del Sindaco.

  2. Manca poco ha detto:

    O sinnacu ci intitolate u cammaruni

  3. Cassandra ha detto:

    La storia si ripete: poco prima delle passate elezioni intitolarono strade nell’area industriale (alcune delle quali ancora da realizzare) a personaggi illustri per cercare di accaparrarsi i voti dei discendenti. Allora non funzionò. Sperate che questa volta funzioni? Ma l’esperienza non vi insegna nulla? Cosa pensate che in questi anni la gente ha dimenticato o si è rimbambita? Non credo proprio, anzi il contrario. Mi auguro che gli elettori siano diventati più critici, più osservatori e meno creduloni. Intitolate, intitolate pure. Sono tutti personaggi che meritano ben altro che l’intitolazione di una stanzetta, ma non ne ricaverete un solo voto in più. Dobbiamo aspettare meno di 18 mesi per verificare se oggi ho scritto tante stupidaggini oppure è l’esatta previsione.

    • Massimo Genchi ha detto:

      Ricordo che in occasione di un’altra intitolazione a spaglio perse le elezioni.
      Sarà anche questa inutile semina di buon auspicio

  4. Ncolo Piro ha detto:

    Il sindaco si occupi con la massima urgenza affinché la combustione del gas-metano per il riscaldamento domestico avvenga in centrali poste all’ interno degli immobili e non sui muri esterni e i gas di scarico immessi nell’ aria secondo le regole dell’ arte e della tecnica vigenti nei Paesi civili, Germania in primis. Si tratta di una vergogna inaudita e di attentato alla salute dei cittadini. Sullla mia Homepage http://www.facebook.com/nicolo.piro.161 sono stati postati articoli tecnici e una documentazione fotografica di merito, oltre al ruolo che dovrebbe svolgere spazzacamini all’ uopo abilitati. Che siano le Procure della Repubblica ad assumere con urgenza le iniziative necessarie individuando i responsabili della malapolitica a tutti i suoi livelli operativi, compresi gli ambitidi studio per la formazioni di architetti, ingegneri e geometri. Al riguardo la Redazione di questo Blog è stata dettagliatamente informata.

  5. Giuseppe ha detto:

    manca l’intitolazione allo ZU PASQUALE della sala assessorato

  6. Buona memoria ha detto:

    Senza nulla togliere al Dott. La Franca recentemente scomparso e al Dott. Cangelosi al quale è stata giustamente intitolata una strada, vi siete dimenticati del Dott. Di Pasquale (padre) e del Dott. Alessandro che tanto hanno dato a Castelbuono al pari degli altri medici già nominati. Dimenticanza… oppure c’è altro? A pensare male si fa peccato, ma quasi sempre si azzecca. Certamente si tratta di manovre pre-elettorali come già avete fatto altre volte. Badate, non si conquistano così i consensi, ma con la buona amministrazione ed in questo mi pare che non vi distinguete particolarmente, anzi.

  7. Antonio ha detto:

    Fra le “intitolazioni” due sono più significative delle altre (da un punto di vista elettorale, chiaramente) : al Prof. Cannizzaro e al Dott. La Franca. I motivi sono facilmente intuibili a chi segue le vicende politiche/ elettorali legate all’attuale sindaco, in odore di ricandidatura e in campagna elettorale permanente effettiva.

  8. Compagno ha detto:

    Fra i “cittadini che si sono distinti” c’è il comunista di provata fede Andrea Sottile che votò per intitolare la Via Isnello “al gerarca fascista Alfredo Cucco” cioè un esponente comunista che è stato “a favore dell’intitolazione di una via ad Alfredo Cucco che secondo quanto scrivono autorevoli storici e non il Pansa di turno fu razzista e antisemita”.
    Non è con quell’atto che si può liquidare quarant’anni di militanza comunista di Andrea Sottile, si capisce. Ma il sedicente rosso in purezza della giunta cosa ne pensa?

  9. Nicolo Piro ha detto:

    Sospendere la vergogna e lavorare per i cittadini. Che serietà e impegno sono i suoi, Cicero? La smetta con le sue stupidità e dimostri che in vita ha fatto qualcosa di serio e che la malapolitica non è stata per lei un rifugio e una risorsa per sbarcare il lunario. I suoi comportamenti in politica locale sono inconcepibili dal Sudtirolo alla Finlandia. Eppure c’ è tanto da fare in Castelbuono. È possibile che Lei non si accorge di nulla? O, quel che temo, è incapace di individuare priorità?

  10. paolo ha detto:

    Io bracciante ,pastore, artigiano o piccolo imprenditore non passeremo alla storia , secondo il sindaco bisogna avere un passato di militanza a sinistra , o aver scelto di fare il politico di professione . Sarebbe cosa carina farci conoscere la commissione che perde tempo ad ascoltarlo o ratificare .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.