La Costituente segnala agli organi preposti l’intervento sul bene culturale Chiesa dell’Itria

Forse ti piacerebbe leggere...

6 Commenti

  1. saro zito ha detto:

    Metto anch’io la mia firma

  2. Antonio2 ha detto:

    OK il patrimonio artistico, ma non “dichiariamo guerra” al progresso.
    I primi due armadietti Telecom Italia sono presenti da decenni sulla facciata dell’Itria e mai nessuno si è lamentato (probabilmente prima o poi…).
    L’ultimo armadietto vicino all’ingresso è stato installato nel contesto dei lavori per portare la fibra ottica fino alle nostre abitazioni ovvero, per usufruire di una vera connessione ad altissima velocità (link dove visionare mappa cantieri in corso: https://www.fibercop.it/cantieri-in-corso/).

    Dall’attuale tecnologia FTTC si passerebbe alla FTTH (la fibra ottica VERA).
    Per le aziende castelbuonesi esistenti e per gli imprenditori che volessero farsi avanti, sarebbe un’ulteriore opportunità e semplificazione.
    Chiaramente lo sarebbe anche per tutti i castelbuonesi che utilizzano il web (quasi tutti).
    Ricordo che in Italia ci sono piccoli comuni che hanno come unica connessione su rete fissa ancora la vecchia ADSL e che farebbero installare i manufatti per la fibra anche al centro della piazza principale.

    Cmq, credo si possa discutere su come rendere meno impattanti i manufatti esistenti o, eventualmente, su come spostarli in altra parte, ma invito a non fare le “crociate” tipiche del nostro Bel Paese (no TAV, no TAP, no Ponte sullo Stretto, no industrie, no tutto) perché ciò significherebbe rimanere indietro e tagliati fuori dal futuro. Anzi al palo. 🙁

    Ricordo ancora tutte le proteste e i comitati che in passato hanno bloccato l’installazione di ripetitori per i cellulari nel nostro comprensorio. 🙁
    Però ricordo anche come oggi stiamo tutti attaccati allo smartphone e, ipocritamente, ci lamentiamo continuamente della pessima connessione 4G e, quando ci sono troppi turisti, anche dell’impossibilità di riuscire a fare una semplice telefonata.

    • progresso ha detto:

      nessuno vuole fermare il progresso, semplicemente si potrebbe mettere la cassetta in altra parte, magari nel retro di qualche facciata meno storica, inoltre interrare i fili al posto di spendere i soldi in opere inutili, come ad esempio le strisce pedonali.

  3. Antonio2 ha detto:

    Ottima soluzione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.