“La finta Democrazia”. Il report della Costituente sul Consiglio comunale del 4 novembre 2022

Forse ti piacerebbe leggere...

10 Commenti

  1. Domanda ha detto:

    Ma prima di dire agli altri cosa sono, se di destra o di sinistra, si può sapere voi cosa siete? Posto che i democratici sono per la maggior parte di destra, voi siete forse di sinistra? Con quale arroganza parlate della identità altrui se non rivelate la vostra?
    Con questa maggioranza e questa minoranza, Castelbuono si affosserà completamente.

    • Cassandra ha detto:

      Certo, due potevano essere le soluzioni per salvare Castelbuono: FUTURA, ma nacque già morta, e il nuovo sindaco del PD che non si seppe mai chi doveva essere perché forse anche a lui veniva da ridere. Peccato, una grande perdita per il paese.

  2. Filosofia18 ha detto:

    Troppo rumorosi sti consiglieri di minoranza, mi rendete nervosi il capo tribù e il suo comitato dei saggi . Come osate mettere in discussione, emendare , avere dei dubbi , noi abbiamo vinto dice con voce saccente e chi perde coda tra le gambe. Questa e Democrazia ? Povera Castelbuono canterebbe Battiato

  3. ($#¥¢%@€&*) ha detto:

    Ho visto l’intero ultimo Consiglio Comunale e pur ammettendo di non aver votato per Cicero e di non condividere il suo atteggiamento da “Re Solo”, devo ammettere che da quando sento gli interventi, in particolare quelli della “quasi sindaca” capo gruppo d’oppisizione inizio a provare tenerezza per l’attuale maggioranza.

    Atteggiamento stucchevole e presuntuoso al limite dello stridire delle unghia sulla lavagna. Presunti detentori assoluti del vero e del giusto che contrapponendosi all’amministrazione dell’uomo solo al comando credono di attrarre le simpatie dei suoi detrattori, e in parte ci sono riusciti. Ma nonostante i proclami come questi in cui abbaiano alla luna finora hanno solo fatto buchi nell’acqua.

    Per esempio l’esperto ingegnere Prisinzano in questo consiglio comunale come nel precedente sembra più votato a boicottare la ricerca di un possibile aiuto ai cittadini con la comunità energetica, che non sarà l’uovo di colombo (ma sarebbe già qualcosa) e invece no cerchiamolo il pelo nell’uovo di Colombo.

    Ma il massimo è stato raggiunto con la battaglia per il posto all’interno del consiglio comunale per sottolineare che Cicero e molti componenti della maggioranza non siano di sinistra. Bravi avete scoperto l’acqua calda.

    Ma sono queste le priorità del paese secondo voi? E francamente ma voi chi rappresentate? Dite di essere una formazione civica e in campagna elettorale avete detto peste e corna dei partiti, però poi volete essere pure di sinistra, ambientalisti, giustizialisti, ma in sostanza cosa siete ancora non si è capito e temo che non si capirà a breve o si svelerà che siete gli ennesimi in cerca di posti al sole con velleità di potere.

    • Minoranza ha detto:

      Questo commento esprime tutta la povertà intellettuale del nostro tempo. Poveri noi e i nostri figli, con questa pochezza non abbiamo futuro! Cosa potrebbe fare una forza di minoranza se non fare proposte migliorative per la cittadinanza? Cosa può fare una forza di minoranza di fronte ad una maggioranza fatta da consiglieri, asserviti al loro capo, che approvano o bocciano meccanicamente perchè completamente allo oscuro delle carte? Strano paese quello in cui si fa opposizione all’opposizione!

      • Chi di spada ferisce ha detto:

        Perché l’Opposizione non può avere a sua volta oppositori?

        O siete, o Voi, forse gli unici possessori “del Verbo e del Vero”?

      • Conclusione ha detto:

        Se fosse stata eletta la quasi sindaca i suoi consiglieri sarebbero stati sicuramente con l’opposizione. Per ogni decisione si doveva convocare il grande consiglio dei padri fondatori, poi consultare l’esperto del caso, poi convocare una assemblea degli iscritti e alla fine la sindaca portavoce del grande consiglio a avrebbe agito. Poi ancora con questa destra o sinistra è palese e lo ha pure dichiarato l”aspirante sindaco, che votava a sinistra, poi si è candidata con Tummi e poi ha votato 5 stelle, traete voi le conclusioni.

      • La priorità è la sanatoria della casa di campagna ha detto:

        E strano paese quello in cui si ritiene di nessuna importanza politica parlare di questioni propriamente politiche. Come si legge nei due commenti qui sopra che, insieme a un post fb, ei quali si inveisce contro il gruppo di minoranza colpevole forse di non avere dato in campagna elettorale spazio alle balzanate di due tizi completamente fuori da ogni controllo.

    • Solitudine e frustrazione ha detto:

      Che commento velenoso e gratuito… la politica è una cosa troppo seria per avvelenarla con le beghe e le frustrazioni personali. Fino a quando maggioranza e minoranza si confrontano nei limiti dettati dalle leggi e dal vivere civile, non fanno altro che il loro dovere all’interno dell’organismo a questo deputato, il Consiglio comunale. Il resto è solitudine.

  4. Meditazione ha detto:

    La verità è che si ha sempre qualcosa da dire e non si è mai contenti.
    Se l’opposizione dorme allora è complice della maggioranza, se presta attenzione a varie problematiche viene accusata di cercare vetrine.
    Se le decisioni vengono condivise piuttosto che piovere dal cielo, subito parte il commento critico.
    Se a decidere è una sola persona apriti cielo.
    Insomma la critica, anche all’opposizione se necessario, deve essere costruttiva e motivata non mossa tanto per parlare o per raccogliere qualche like.
    Cerchiamo di essere vigili e tenere gli occhi ben aperti su tutto, perché il paese é dei cittadini non di pochi eletti.
    E ben venga se qualcuno toglie i coperchi dalle pentole, di certo tenerle chiuse è più comodo, più semplice, evita le critiche ma non è certo onesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.