La nota dell’ass. Guarcello. Gli eventi a Castelbuono si faranno quasi tutti, nel rispetto delle normative anti Covid19

15 Commenti

  1. Buongusto ha detto:

    Resta il fatto che l’evento più importante per l’amministrazione resta il Divino Festival, tant’è che è stato l’unico fino adesso ad essere discusso in giunta comunale, vedasi amministrazione trasparente https://www.comuneweb.it/egov/Castelbuono/ammTrasparente/Provvedimenti/Provvedimenti_organi_indirizzo_politico/dettaglio.20853.2020.html
    Presente in giunta anche il più interessato alla manifestazione. Neanche avere il buon gusto di uscire dalla sala giunta durante la discussione di un punto che lo riguardava direttamente. Questione di stile: lo stile di questa amministrazione e dei suoi sostenitori.

  2. Dura lex, sed lex ha detto:

    Non è questione di buon gusto. Lo impone la legge, nello specifico l’art. 16, comma 1 della L.R. 30/2000.
    Ma tanto si sa, il rispetto delle norme non è il forte di questa amministrazione.

    • Immuni ha detto:

      La cosa grave non è che non si conoscano le norme, può succedere, anche se la Legge non ammette ignoranza.
      La cosa grave è che quando queste vengono infrante non ci sono mai alcune conseguenze, come se godessero di una sorta di immunità parlamentare. Mah, un finissi mai di diri mah

  3. Geronimo ha detto:

    Complimenti per essere riusciti a programmare anche quest’anno l’estate castelbuonese, bella l’idea delle bancarelle che sicuramente saranno attenti per le misure di sicurezza e per il di stanziamento, bella l’idea di aver letto che arriveranno circa mille americani a mangiare nei nostri ristoranti, considerando che in America le misure preventive e di sicurezza al covid 19 sono state eccellenti, peccato che i festeggiamenti della festa patronale non si possano fare con la novena, le processioni, e le funzioni religiose, però faremo i giochi d’artificio, quelli non possono mancare, in culo alla crisi, i botti li faremo, anzi possibilmente meglio degli altri anni. I bar e i ristoranti sono salvi i b&b forse si salveranno, tutto a posto, tutto andrà bene, peccato che c’è magari una piccola parte ( per fortuna) della popolazione che non riesce a sopravvivere, le partite Iva sono state salvaguardate quasi tutte, e quindi andrà tutto bene…
    Buona estate a quasi tutti.

  4. Tossico ha detto:

    “I tanti imprenditori castelbuonesi sanno che il volano di sviluppo del nostro paese risiede nella cultura e nel turismo”…questa frase mi ha fatto sballare, grazie! Meravigliosa

  5. la nostra amata comunità ha detto:

    A parte “le sfide che il mondo ci pone”, altro tormentone del capo, il signor Guarcello dice in buona sostanza che le manifestazioni vengono messe in sicurezza trasferendole in piazza castello. Era chiaro da tempo che l’intendimento era questo.
    Poi naturalmente sarà lui a controllare che tutti gli spettatori rimangano a distanza di sicurezza per tutta la durata della manifestazione.
    E chi conosce lui e ciò che è in grado di dire dovrebbe fidarsi di lui e di ciò che dice.

  6. Vino veritas ha detto:

    Il 2020 sarà ricordato come l’anno più difficile nel comparto del Vino , tutte le cantine siciliane e italiane si ritrovano ad avere quasi tutta la produzione 2019 dentro ; mancanza di consumi dovuto al Covid 19 ,sono stati annullati eventi internazionali del vino ,sono stati annullati matrimoni ,comunioni ,battesimi
    Laure ecc….
    In considerazione di tutto questo si aspetta con ansia ,infatti la notte non dormono, il Divino festival ,
    Che si svolge a Castelbuono per poter far assaggiare il vino a tutti i più grandi ristoratori Ed enotecari Del mondo ,(Sarebbe bello se fosse vero).
    Questa manifestazione a mio avviso serve solamente a portare liquidità agli organizzatori ,e fare una bevute anche una grande sbronza a tutti i nostri giovani che avranno il coraggio di partecipare in un ambiente dove le distanze Covid sono solo Illusione, Mettendo a rischio tutti i partecipanti .

  7. Massimo Genchi ha detto:

    E a imbrattare in maniera irreversibile il chiostro di San Francesco e le sale del museo Minà Palumbo nel silenzio assordante di tutti

  8. La Verità ha detto:

    Solo sbronze a buon prezzo, ecco cos’è veramente questa manifestazione. Lo sanno tutti, ma si fa finta di niente.
    Quando l’amministrazione Tumminello non voleva finanziarla e l’organizzatore Dario Guarcello minacciò di spostarla in altro comune, abbiamo perso un’occasione e ce ne siamo fatta una ragione

    • BEONE ha detto:

      Un altro aspetto di questa manifestazione è che i partecipanti si autoproclamano intenditori
      di vino, e poi stare li con il bicchierozzo di vino in mano che ormai fa moda, pertanto bisogna esserci. Poi il colmo: pubblicizzare vino in un territorio senza l’ombra di vigneti, a parte S. Anastasia, che non partecipa, è paradossale.

  9. Amici degli altri ha detto:

    Sì discute di prodotti locali…Si dibatte per far risalire l’economia siciliana .e poi si pubblicizza il vino Veneto Friulano piemontese….Ho partecipato ad eventi.in tutte le regioni italiane e non mai visto pubblicizzare il vino siciliano ne ‘in Friuli ne in Veneto ne Piemonte, luoghi dove il vino fa da padrone e la tradizione commerciale e ‘sapientemente curata.Castelbuono non ha un vigneto ( tranne Sant’Anastasia ” e diventa luogo di risonanza dei vini Non finire mai idi dire “assurdo , pazzesco pirandelliano ..”

    E

  10. Pinco pallino ha detto:

    E non avete visto ancora nulla!!!
    La sagra del tartufo ( che come si sa si trova pure nelle scarpate per andare a liccia) ben presto prenderà il posto della storica sagra delle ciliegie . Intanto l’assessore del settore sta lavorando per riprendere in mano il vecchio progetto della funivia che dovrebbe collegare piazza castello con piano battaglia. Vista l’importanza di quest’ultima opera è probabile che venga realizzata prima dell’ampliamento del cimitero.

  11. Stritti ha detto:

    Per favore ditemi che ci sarà lo street food quest’anno, non ci dormo la notte! La manifestazione più importante da Salerno in giù…e da frassalerno in su!!!

  12. stradario ha detto:

    da quando c’è lui è tutto di strada, non solo il cibo

  13. Chiazzetta ha detto:

    Una cosa è certa: i feste a chiazzetta finieru

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.