La Passione secondo Matteo | di Silvia Scerrino

Forse ti piacerebbe leggere...

12 Commenti

  1. Indignato ha detto:

    Niente, niente che la scerrino si sta arrampicando sugli specchi per giustificare il suo candidato ex pd, contro il
    Pd ora pd ? Mettete il simbolo! A morte il
    Pd è il
    Pd. Coerenza questa sconosciuta

  2. note stonate ha detto:

    Fare riferimento a Pasolini ,al suo pensiero in una logica decontestualizzata, richiamare musicisti eccelsi per affermare l’idea di dialogo ,gentile Silvia Scerrino lo valuto una liquida presunzione intellettualoide….un modo per nascondere la semplicità…una forma di autoritarismo totalitario….un opportunismo furbesco….noi semplici cittadini votanti crediamo in un Cristo che allontana dal TEMPIO Isepolcri imbiancati….

  3. Unti e Bisunti ha detto:

    Quando scriveva di Tumminello parlava di “pornografia”, ora che scrive di Cicero cita il Vangelo, Pasolini e Bach.
    E chi ci calau, u spiriti santi?
    Prima vedeva il diavolo dappertutto, ora ha visto la luce.
    Il 5 marzo conteremo gli “Unti” che, come lei, sono stati illuminati.

  4. Cagnotto ha detto:

    Tripice salto mortale carpiato e rovesciato, che nemmeno la Cagnotto è in grado di fare. Negli anni ottanta Renzo Arbore suonava e cantava con un gruppo che si autodefiniva “ I senza Vergogna”. Non sapevamo che ne facesse parte la Scerrino.

  5. Matteo Bertola ha detto:

    Il suo politico prediletto aveva preannunciato ampie giustificazioni circa le ragioni del suo sì alla candidatura con il PD, ed ecco che lei, suo ghostwriter preferito, “consegna all’urna” un contributo “alato”.
    Mi lasci però rilevare un paio di errori concettuali non da poco.
    Il primo. Il Matteo nazionale (ahimè mio omonimo) lungi dal poter interpretare il ruolo di “crocifisso” dal PD che lei gli attribuisce, è più realisticamente invece l’attore elettivo per interpretare Caifa, il sommo sacerdote che ispirò e pretese da Pilato, la condanna di Gesù. In altre parole il Matteo Nazionale più che il “crocifisso” è il “crocifissore”, o almeno il mandante di quest’ultimo. (In caso di dubbio suggerisco di chiedere lumi a Cuperlo, a Orlando, a Bersani o, nel nostro piccolo, a Culotta, a Ferrarello o ancora ai tantissimi circoli in questi giorni “chiusi per dignità”)
    Il secondo è che nessuno che lo conosca si sogna di attribuire al suo politico prediletto l’affermazione “Qualcuno potrà pensare che essere candidati per il PD implica necessariamente obbedienza, compromesso …”. Non ricordo nessun episodio, infatti, in cui il suo politico prediletto si sia ammantato di obbedienza perché si stava candidando per un partito qualsivoglia. Beh, in effetti sul compromesso qualcosa la potrei concedere, ma non credo fosse il concetto che lei aveva in mente.
    Non aggiungo altro se non il fatto che i suoi sillogismi figurativi (musicisti, opere e persino la religione, che peraltro nella fattispecie rileva non poco, almeno dal punto di vista goliardico) sono risibili e sforzati. A mio parere s’intende.
    In ogni caso, le auguro di aver risollevato così l’immagine del suo politico prediletto anche se, l’avrà capito, sempre a mio parere lei ha raggiunto lo scopo contrario: confermare l’inopportunità di una scelta, giustificabile solo con la smania di protagonismo.
    Per finire: se nel suo quesito finale, dove avoca per voi la facoltà di questionare come Pasolini sul dialogo comunisti-cattolici, è evidente chi siano i comunisti, ci può per cortesia chiarire se per cattolico lei intenda il suo politico prediletto? Sa, in caso affermativo, avremmo ben altri dubbi da proporle.
    Avanti popolo?
    Magari, ci eviteremmo una serie incredibile di storture. Ma il popolo, purtroppo, langue.
    Matteo Bertola

  6. lo smemorato di castelbuono ha detto:

    Pci
    Pds
    Movimento democratico Castelbuono
    Ds
    Ulivo
    Pd
    Mpa
    Sinistra italiana (sel)
    Tsipras
    Andiamo oltre
    Democratici per Castelbuono
    Pd

    Forse alla spindoctor Scerrino manca qualche passaggio. Può chiedere a Carmelo Mazzola casomai sul passaggio Mpa.

    Di cui andiamo oltre fino al 5 febbraio scorso con gran parte dei dirigenti pd a vezzeggiarlo fino ad addirittura chiudere il circolo per aderire a questo contenitore.
    Con tsipras idem. Con democratici per Castelbuono idem.

  7. La luce ha detto:

    Mario Cicero naturalmente sa tutto sulla musica di Bach, sulla psicanalisi di Freud, sulle opere di Pasolini e soprattutto sulla filosofia di Marx.

    • Giuseppe ha detto:

      Certamente, come ne sa della musica di Bach, della psicanalisi di Freud, delle opere di Pasolini e soprattutto della filosofia di Marx il suo elettore medio 🙂 🙂 🙂
      Chi vuole intendere, intenda.

  8. Il silenzio è d'oro ha detto:

    Questa poteva risparmiarsela.
    Così facendo invece di aiutarlo, lo “sdirrubba”. Che peccato, che grande occasione persa per starsene zitta.

  9. Dio perdona loro ha detto:

    Quelli di destra e i cinque stelle si stanno facendo i scianchi!
    Prevedo una scoppola che finalmente si spera vi faccia perdere tutta la prosopopea e il vostro essere così stucchevoli. Alla gente non frega nulla della vostra sete di poltrone. Tornate sulla terra se non volete voi essere crocifissi!

  10. mario ha detto:

    scrivete scrivete tanto na nuci nto sacci un scrusci.E’ l’invidia che vi fa parlare. Meditate e piangere…….

  11. Silvio ha detto:

    Sì, l’invidia di avere un lavoro!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.