Quando la reliquia di Sant’Anna rischiò di bruciare | di Orazio Cancila

Forse ti piacerebbe leggere...

2 Commenti

  1. Sandro Morici ha detto:

    Grazie, prof. Orazio per questa tua testimonianza, che riguarda un pezzo di storia del ns. paese. Spero veramente che qualche (giovane) studioso castelbuonese raccolga il tuo appello nell’archiviare scientificamente i documenti e magari possa scrivere un testo storico sotto la tua supervisione: ci auguriamo sia fatto con la dovuta competenza.

  2. Ivan Schimmenti ha detto:

    Bellissima testimonianza, di quelle che ti catturano e non vorresti mai smettere di leggere, come del resto tutte le Sue opere Prof. Cancila.
    Chissà se magari la Pro-Loco o il Centro Polis possano lavorare nel catalogare, archiviare e divulgare alla cittadinanza tutte queste lettere.
    Buon lavoro e sempre grazie per tutto ciò che continuate a tramandare a noi e alle generazioni future, sia Lei che il prof. Ciolino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.