La “Targa Florio Classica” e il “Ferrari Tribute” domenica 18 arriveranno a Castelbuono

5 Commenti

  1. Ivan Schimmenti ha detto:

    Speriamo che tutte le auto superino indenne il trasferimento da Isnello a Castelbuono..
    Ma chi l’ha scelto il tragitto???

    • Antonio2 ha detto:

      Penso che attraversando quella strada provinciale e anche tante altre peggiori, i conduttori si saranno fatti una “gran bella idea” di come viene gestita la cosa pubblica in Sicilia. Ma purtroppo anche in tanti altri territori d’Italia sono da meno. 🙁

  2. Daniele Di Vuono ha detto:

    Finanziamento di 470 mila euro per segnaletica stradale e pannelli informativi….e nel frattempo le strade del territorio crollano! E poi ci dicono pure che c’è crisi….Bah!!!

    http://www.madoniepress.it/mp-un-museo-quot;en-plein-airquot;-per-celebrare-la-targa-florio-4893.asp

    • Giuseppe ha detto:

      Con quella cifra si può ripristinare solo 10 km. di strada (come da Castelbuono ad Isnello) riasfaltarla completamente e rifare la segnaletica orizzontale.
      Se la mettiamo sul piano utilitaristico, naturalmente sarebbe stato più utile rifare un tratto di strada, fatta bene, come si vedono all’estero.
      Ma poi a cosa servirebbero le agenzie di sviluppo locale, i presidenti, i consorzi, i RUP e gli aiutanti al RUP?

  3. Antonio2 ha detto:

    Spendere quei soldi per la segnaletica della Targa Florio con almeno il 70% delle strade del Piccolo Circuito delle Madonie disastrate e in alcuni tratti completamente intransitabili è stato un po’ come comprare tutti i mobili nuovi di una casa che nel frattempo sta cadendo a pezzi. Difatti c’è stata e c’è un’accesa discussione tra gli appassionati di motori ed in particolare della Targa Florio su tale spesa. Gli enti che hanno promosso è ottenuto il finanziamento dicono che questo risaliva a diversi anni fa e che si poteva spendere solo con quella finalità. Io non so come funzionano questi meccanismi, però dico solo che è assurdo non potere o non volere cambiare l’utilizzo di questi soldi per altro, viste le casse vuote della provincia di palermo ed in particolare per la manutenzione stradale.

    Purtroppo vedo che il pubblico non adotta mai il buon senso che invece usa il cosiddetto buon padre di famiglia. In una famiglia responsabile se p.e. si mettono di lato 1000 euro per comprare un nuovo televisore più hitech del precedente e poi capita all’improvviso un imprevisto di spesa come può essere il guasto della caldaia, il frigorifero che si rompe irrimediabilmente, la rottura del motore della macchina,… io penso che si rimanderà l’acquisto del televisore e quei 1000 euro verranno destinati per l’acquisto di una queste ultime cose più urgenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.