L’amministrazione si aumenta le indennità anziché abbassare le tasse ai cittadini

Forse ti piacerebbe leggere...

25 Commenti

  1. Pensatore ha detto:

    Questa mi sembra una critica più che corretta…la verità è sempre la verità da chiunque essa viene…

  2. Controcorrente ha detto:

    Anche questo con i fondi della tassa di soggiorno?

  3. Domanda ha detto:

    Ma i fantastici democratici che lavorano Coesi per il SOLO BENE del paese cosa hanno da dire?
    E quelli che lo hanno
    Votato per la quarta volta?? Castelbuono è alla deriva, un paese senza vergogna ne’ pudore, fatto solo di prepotenza e ignoranza.

    • Giuseppe ha detto:

      come diceva anche Scalfari, ogni comunità ha la classe dirigente che si merita. Ovviamente di questo proposito nulla si disse in campagna elettorale

  4. EconoMIA ha detto:

    Archiviata le promesse elettorali ecco che il sindaco de noantri ritorna al naturale.
    Così il comico “Chiù pilu pi tutti” del Cetto Laqualunque di Antonio Albanese diventa “Chiù sordi pi nuatri”.
    Se il primo motto risulta comico, vorrei chiedere agli elettori di questa amministrazione cosa risulti il secondo

  5. E noi paghiamo! ha detto:

    Da 55 sindaci siciliani di ogni colore politico l’appello a Draghi: «Vai avanti, serve stabilità»

    E secondo voi non c’è anche la firma del sindaco Cicero?

    Guarda caso è solo grazie a Draghi se per loro è stato possibile aumentarsi lo stipendio!

    https://palermo.gds.it/articoli/politica/2022/07/17/da-55-sindaci-siciliani-di-ogni-colore-politico-lappello-a-draghi-vai-avanti-serve-stabilita-8e03737e-fa7b-4fa2-8c3e-116015b703e6/

  6. Cittadino ha detto:

    Da che mondo e mondo ai vincitori di qualsiasi genere spetta un premio, coppe, medaglie etc… Loro si sono aumentati lo stipendio… Chiamali fissa.

  7. Cher ha detto:

    Si dice: ” è peggiu Cannilivari o cu ci va apprissi”.
    Le poltrone sono care, in tutti i sensi!!!!

  8. Il dono della sintesi ha detto:

    Riassumiamo:
    1. La Costituente propone al consiglio comunale di diminuire l’addizionale comunale. Iniziativa lodevole che raccontata cosí, agli occhi del popolo ( e non populino per n.d.r), significa diminuire le tasse. Semplicissimo. Va spiegato anche con altrettanto dovere di semplicità e quindi di comprensione quali siano le cifre interessate per singolo contribuente e di quanto questo taglio avrebbe inciso invece sul bilancio comunale, quindi sui servizi erogati dal comune. E va spiegato anche che alla popolare affermazione “abbassiamo le tasse” deve corrispondere una proposta (si spera altrettanto popolare) di come compensare in bilancio quelle mancate entrate (alla “femminina” e senza il Simulatore Addizionale Comunale IRPEF, pari a un risparmio dai 5 ai 15 euro annui a persona e sempre alla “fimminina” e senza il Simulatore Addizionale Comunale IRPEF, circa 90.000 € in meno per le casse comunali). Per fare questa (si spera sempre popolare) proposta sarebbe bastato rifarsi al bilancio consuntivo dell’anno precedente, almeno per dare una parvenza di serietà e competenza e non lagnarsi di non avere accesso al previsionale di quest’anno.
    2. La Costituente lamenta la scelta dell’Amministrazione di aumentare le indennità adducendo come motivazione che “l’amministrazione locale sostanzialmente non è cambiata e non può giudicare se stessa sugli obiettivi raggiunti” e affermando che “La Costituente non avrebbe agito così, perchè oltre a non deliberare aumenti di indennità, la sua Giunta ne avrebbe anzi determinato una riduzione, perché l’indennità ai lavoratori dipendenti che non hanno richiesto l’aspettativa viene erogata al 50%, perchè gli amministratori della Costituente non avrebbero vissuto di indennità”.
    Quindi La Costituente con onestà intellettuale, trascura consapevolmente un dato certo del risultato elettorale quale metro di valutazione degli obbiettivi dell’amministrazione, riaffermatasi con tre attori su cinque, a conferma che ( dico forse) hanno lavorato poi non cosí tanto male; e di contro dá per scontato che una compagine alla sua prima esperienza popolare debba essere invece valutata sull’ipotesi che (dico sempre forse) non avrebbero agito cosí. Ma quel che è piú degno di attenzione è perchè non avrebbe agito cosí. E lí è la sorpresa delle sorprese: perchè l’eventuale sindachessa, notoriamente una dipendente pubblica che quindi diventerebbe una discriminante per essere amministratore pubblico, non avrebbe chiesto l’aspettativa, riuscendo a svolgere pienamente tutte le incombenze a suo carico, e anche su questo dobbiamo crederci sulla parola. Concludono, inoltre, rafforzando ancora un’affermazione basata sempre sulla probabilità, con la sempre popolare dichiarazione che gli amministratori della Costituente non avrebbero vissuto di indennità.
    BAZINGA! cit.
    A voi le conclusioni.

    • Democratica ha detto:

      Si apprezza il tuo sforzo ma non sei riuscito/a a ribaltare la situazione, vi siete aumentata l’indennità senza avere alcun merito e nonostante buona parte del vostro programma sia stato riproposto perchè non realizzato, punto. Riguardo il voto che vi ha riconfermato nonostante i tre attori su cinque, bhe, questa è un’altra storia che meriterebbe una vera e propria inchiesta.

    • Giuseppe ha detto:

      penso ce sia solo l’inizio, e il demone dell’onnipotenza stia già tarlando nella mente di chi già ha di sè un concetto decisamente alto. e sarà questo demone della Hybris del potere che gli farà fare, questione di tempo abbiamo cinque anni, scivoloni clamorosi.

      • La Verità ha detto:

        Dico la stessa cosa da un mese. E stavolta il delirio di onnipotenza potrebbe comportare uno scivolone più grosso di sempre che nessuno potrà coprire, come con tanti altri

    • Matematica delle poltrone ha detto:

      Nonostante queste matematiche lugubrazioni, per fortuna due più due fa sempre quattro e non cinque

    • Maria Antonietta ha detto:

      Le conclusioni sono che sarebbe il caso che chi scrive imparasse a scrivere in lingua italiana, a prescindere dai contenuti che sono comunque spesso farraginosi se non incomprensibili.
      L’unica cosa che riesce comprensibile è che la riconfermata Amministrazione avrebbe tutto il diritto di autopremiarsi con aumenti di indennità consistenti, visto che è stata riconfermata a furor di popolo.
      E meno male che ha il dono della sintesi….
      Ci ridurremo così:
      “Maestà il popolo ha fame e non ha più pane”.
      “Se non hanno più pane che mangino le brioche”.
      Tanto io continuo a mangiare con le tasse che pagano i contribuenti.

  9. Il dono della sintesi ha detto:

    Un’ottima argomentazione. Soprattutto se fosse la base per la presunta inchiesta! Complimenti!

  10. EconoMIA ha detto:

    Capisco che tu ci sei ma, se non vado errato, la Costituente non lamenta che l’aumento non sia corretto perché 3 su 5 sono gli stessi, bensì perché il costo dell’aumento poteva essere dirottato per alleviare i carichi dei cittadini. Poco forse, qualche % di addizionale per esempio, ma sarebbe stato un bel segnale invece del pessimo, solito, segnale

  11. Pippone ha detto:

    Spiegare perché l’amministrazione si è aumentata l’indennità e non ha voluto neppure prendere in considerazione la possibilità di abbassare l’addizionale è questione Spinosa, vero? Meglio girarci intorno con il pippone di cui sopra… bravo!

  12. Spipendio ha detto:

    Ma scusate, quanti di voi quando gli aumentano lo stipendio fanno sciopero. Al massimo è al contrario. Si fa lo sciopero per farsi aumentare lo stipendio.Ne sanno qualcosa gli insegnanti e altri impiegati…

  13. Santo u Scagiunu ha detto:

    Considerando l’inflazione galoppante e la grave crisi economica cui andremo incontro, questa è la risposta della nostra amministrazione comunale che in prima luogo tutela i suoi interessi.

    • Cittadino disgustato ha detto:

      Solo degli idioti possono pensare che non lo fanno solo per i propri interessi. Purtroppo sono la maggioranza relativa

  14. cittadina f ha detto:

    sicuramente il consiglio comunale ,il sindaco , e gli assessori erano a conoscenza della problematica https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/06/09/sicilia-laumento-dello-stipendio-di-sindaci-e-consiglieri-comunali-lo-pagano-i-cittadini-lanci-protesta-colpa-della-legge-regionale/6620126/,ritengo che alla luce di questo comunicato il gruppo di maggioranza ha palesemente sbagliato a non valutare la protezione di alcuni cittadini (minimo 15000)per l’addizionale comunale .Noi cittadini castelbuonesi abbiamo collaborato e non ci siamo lamentati e non abbiamo chiesto indennizzi (acqua con fango , pressione ballerina ,lettura di contatori due volte l’anno) o quando per buttare un secchio di plastica dobbiamo andare alla discarica ecc..

  15. Schifiato ha detto:

    La giunta del Comune di Pollina non si è aumentate le indennità anche se consentito dalla legge.
    La differenza di chi amministra per passione per il proprio paese e chi invece lo fa per mestiere e di conseguenza cerca di riceverne il massimo guadagno.

  16. Duri di comprendonio ha detto:

    Ben vi sta! Votatelo ancora una volta visto che 4 non vi sono bastate per capire con chi avete a che fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.