L’associazione I Delfini Onlus di Castelbuono denuncia procedura di affido irregolare di un randagio nel Comune di Cefalù

11 Commenti

  1. spiro ha detto:

    Io farei sparire queste pseudo associazioni, che nella maggior parte dei casi (come tutte le associazioni, vedi migranti) usano soltanto la speculazione per interessi personali, sulla pelle dei poveri cani, demandando a chi di dovere (i Vigili Urbani) il controllo di eventuali randagi sul territorio e affidarli alle strutture di ricovero senza nessun bisogno di intermediari.

  2. PIetro Mazzola ha detto:

    A Castelbuono costa di più la retta del canile di Isnello che l’assistenza agli anziani. Cambiamo metodo per quanto riguarda la gestione privata dei cani. Ad esempio, Se non si vogliono gestire i cuccioli, sterilizziamo le cagne.

  3. Ass.I Delfini ha detto:

    Ad oggi “l’Associazione i Delfini distaccamento di Castelbuono”, ha provveduto a fare adottare circa 30 cani.
    Oggi infatti nel nostro paesello possiamo contare solo un “Randagio” segnalatoci stamattina, il quale sarà presto preso in custodia.
    Da novembre ad oggi abbiamo fatto ricoverare solo 3 cani presso la struttura di Isnello, di cui uno è già stato adottato e presto avvieremo le pratiche per altri 2.
    Tutto questo, grazie all’impegno e alla determinazione dei soci volontari che collaborano giornalmente con l’Associazione.
    Finora l’associazione non ha ricevuto contributi da parte di nessun ente(è in programma forse un rimborso spese…forse),ma nonostante tutto autofinanziandoci e pagando di tasca nostra (circa 3.000 €) stiamo cercando di dare un contributo fisico alla nostra comunità.
    Fa piacere notare che l’impegno dei “Delfini” viene apprezzato e supportato dai cittadini, questo ci fa capire cosa merita realmente la comunità Castelbuonese, comunità che non esita a chiamare il nostro numero anche di notte chiedendoci di intervenire perché “disturbati” dalla presenza di un randagio.
    Abbiamo dimenticato i cani di Via Mazzini e lo sforzo fatto insieme all’amministrazione comunale per risolvere il problema nel modo migliore?
    Abbiamo dimenticato i 9 cuccioli di Contrada Santa Lucia e i 5 cuccioli appena nati rinvenuti dietro il Castello, svezzati artificialmente dalle nostre volontarie,giorno e notte per circa 60 giorni?
    Abbiamo dimenticato i cuccioli rinvenuti al Castello Don Marco, e tutti gli altri….
    Tutti cani regolarmente microchippati e affidati a persone che sono venuti da ogni parte della Sicilia per prenderli.
    Noi il nostro lavoro lo continueremo a fare, come abbiamo fatto finora, in maniera “Disinteressata”, a testa alta, accomunati da una passione verso gli animali.
    A chi in maniera costruttiva ci porge delle critiche possiamo solo dire GRAZIE poichè nella vita abbiamo la consapevolezza che non tutto può essere dato per scontato;
    A chi invece ci schernisce o ci punta il dito contro giriamo le spalle consci e consapevoli del nostro impegno e della nostra passione!

  4. Nome e Cognome ha detto:

    Un plauso all’associazione Delfini per l’egregio lavoro svolto. Mi spiace non potermi firmare con nome e cognome perché oramai questo luogo è diventato lo sfogatoio di soggetti più intenti alla polemica e alle strumentalizzazioni che al confronto democratico. La cosa migliore sarebbe ignorarli soprattutto perché in realtà presumo siano sempre gli stessi “leoni da tastiera” che cambiano nome. Purtroppo l’anonimato in questo caso viene utilizzato per dare sfogo alle peggiori corbellerie. Vi prego andate avanti con il vostro volontariato.

    Un cittadino amante degli animali a voi grato.

    • leoni da salotto ha detto:

      Dicendo “leoni da tastiera” che ha usato tante volte quando ti sei firmato ci hai messo la firma.
      Poi per non dare sfogo alle peggiori corbellerie mica si deve essere d’accordo con te e neppure coricarsi con i cani per essere dalla parte degli animali.
      Se poi questo luogo è uno sfogatoio perché l’associazione continua a pubblicarvi i suoi comunicati?????

  5. Pietro ha detto:

    Gestire i cani significa avere una struttura idonea e autorizzata l’unica struttura autorizzata è il canile di Isnello. Bisogna apprezzare i volontari delfini ma la procedura di sterilizzazione e microchip spetta alle strutture competenti. Mi chiedo dove i delfini tengono i cani come li tengono se sono autorizzati.

  6. As. I delfini ha detto:

    Questa domanda può farla tranquillamente al Rifugio Sanitario di Isnello con cui a novembre abbiamo fatto una convenzione, con cui collaboriamo quotidianamente. Se vuole può contattarci in privato sarà per noi un piacere metterla in contatto con il Gestore del rifugio che le sarà tutte le informazioni inerenti sul nostro operato.
    Potrà constatare con suo piacere che operiamo nel rispetto del D.P.R 15/2000

  7. As. I delfini ha detto:

    Aggiungo che grazie agli accordi instaurati con il rifugio il nostro operato non pesa minimamente sull’economia della comunità.

  8. "avvocato del diavolo" ha detto:

    Tipo atto: delibera di giunta – data atto :23/11/2017 oggetto atto:Adozione protocollo d’intervento per la cattura, sterilizzazione e reimmissione nel territorio dei cani randagi e adozione protocollo d’intesa con l’Associazione I Delfini – Distaccamento di Castelbuono per l’affidamento delle attività di prevenzion –

    Art. 9 – Liquidazione delle spese

    Il Comune rimborserà le spese sostenute dall’Associazione e preventivamente autorizzate dal Responsabile del Settore V — Polizia Municipale, a presentazione della richiesta di rimborso spese, che verrà liquidata previa attestazione dell’effettivo svolgimento delle previste attività corredata dalle note spese o fatture dl acquisto che l’Associazione effettuerà per lo svolgimento delle
    attività concordate. In particolare saranno oggetto di rimborso l’acquisto di cibo, collari, farmaci e altro materiale dl consumo per i cani randagi reimmessi nel territorio.
    Il Comune rimborserà € 2,00 al giorno per le spese relative alla somministrazione di cibo ai cani randagi reimmessi nel territorio.
    Entro la data di scadenza della convenzione l’Associazione dovrà redigere un’apposita e dettagliata relazione tecnica riportante tutte le principali notizie circa l’esecuzione dell’attività ed i risultati ottenuti.
    in teoria il finanziamento con l’ente c’è e anche un piccolo conflitto di interessi se uno volesse essere malizioso

    • Ass. I DELFINI ha detto:

      Si proprio quell’atto di delibera ….
      Considerando però che l’unico cane riimesso sul territorio giorno 3 febbraio è stato fatto adottare giorno 5. E che non credo opportuno presentare un rimborso spese di 4,00 €.
      Per il resto ad oggi nessuna determina di pagamento è stata emessa a nome dell’associazione i Delfini distaccamento di Castelbuono. Nonostante ci sia stato più volte chiesto di verbalizzare le spese approntate. Nella recente delibera riguardante le somme predisposte per le associazioni compaiono tutte…noi no.
      Ci prendiamo solo un merito…oggi a Castelbuono non ci sono più randagi.
      Prossima settimana verrà rimesso in libertà un cane affidato al Rifugio Sanitario di Isnello. Sterilizzato e Microchippato. Il nostro intento è quello di farlo adottare il prima possibile, la dignità di dell’animale vale più di 2,00 € al giorno. Almeno per noi!.
      A tal proposito approfittando del luogo abbastanza frequentato da Castelbuonesi se qualcuno vuole proporsi per l’adozione saremmo ben lieti di aiutarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *