L’Ente Parco apre le porte dei palazzi madoniti

2 Commenti

  1. Sandro Morici ha detto:

    Buone notizie! le Istituzione pubbliche locali si muovono all’insegna di due promettenti verbi: “recuperare gemme” del passato, “restituirle alla pubblica fruizione”. E’ scoccata l’ora della sveglia?

  2. Giuseppe ha detto:

    Speriamo che non faranno la stessa fine dell’Eremo di Liccia: edificio pubblico restaurato dall’Ente Parco per poi essere utilizzato impropriamente da privati ed infine chiuso dal Comune: una brutta storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.