Lo sport negato: la palestra del liceo scientifico non idonea per attività sportive extrascolastiche

Forse ti piacerebbe leggere...

1 Commento

  1. Antonio2 ha detto:

    Queste sono le strutture di Castelbuono “Città Europea dello sport 2014”: l’unica palestra coperta con i problemi sopra elencati, uno stadio dove l’agibilità (parziale) va e viene di continuo, un cappetto Totò Spallino dove la manutenzione è nulla.

    Cmq, io vorrei capire qual’è l’uffico, il responsabile delle provincia che nel caso della palestra del liceo ha la responsabilità di rinnovare queste concessioni, o di far sistemare l’impianto idraulico per avere l’acqua calda in tutti gli spogliatori,…

    Una gestione macchinosa, arcaica, medioevale, della provincia come di tutti gli enti pubblici fa rizzare i capelli e se lo vengono a sapere p.e. in stati in cui lo sport è curato fin dall’adolescenza come: negli USA, in Gran Bretagna, in Francia,… ci ridono sopra e di brutto.

    Cmq, l’importante è che coloro che ci governano l’acqua calda ce l’abbiano a casa propria. Su questo “non ci piove”.

    https://www.castelbuonolive.com/a-castelbuono-i-componenti-della-commissione-aces-per-la-candidatura-a-citta-europea-dello-sport-2014/

    Ma che cosa hanno fatto vedere ai componenti della commissione quando sono venuti a Castelbuono? Boh?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.