L’opus magnum della realizzazione degli attraversamenti pedonali

Forse ti piacerebbe leggere...

15 Commenti

  1. Amuni' bellu a verità ha detto:

    Grande Dott. Di Pasquale. Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire come vanno le cose in questo povero paese.

  2. Curioso ha detto:

    Ma come mai ci vuole la denuncia di un cittadino per far venire alla luce determinate cose? Mi chiedo nella mia ignoranza chi dovrebbe controllare l’operato della pubblica amministrazione, e perché, se è vero ciò che viene denunciato perché non si è fatto nulla a riguardo . A questo punto mi viene il dubbio sulla legalità delle innumerevoli strisce gialle disegnate davanti alle porte delle persone. Il codice della strada le prevede ? Chi da l’autorizzazione?

  3. Antonio ha detto:

    Concratulazione all’amico Antonio per l’articolo coraggioso, così come sono state narrati i fatti con la speranza che qualcosa succede. In ogni caso nella vita bisogna sperare ed aspettare ed essere pacenzioso.

  4. Sparviero ha detto:

    Stavolta concordo pienamente.

  5. Ma dov'era l'opposizione? ha detto:

    Io mi chiedo piuttosto dov’era l’opposizione, cosa diceva in CC, come faceva il suo lavoro di controllo… troppo facile parlare adesso, doc! Faccia prima un giro di interlocuzione con i suoi compagni di lista e poi ne tiri le conclusioni.

  6. Michele ha detto:

    A me… Personalmente questo discorso tirato fuori adesso… Fa solamente ridere..

  7. Cuntintizza ha detto:

    Bravo dottore avanti a spada tratta

  8. Scoppio ritardato ha detto:

    E il dottore Di Pasquale si è candidato nientepopodimeno che … per denunciare le strisce pedonali di cui l’opposizione, nelle cui file ora si porta, non si è quasi accorta?

    • Qualunquista ha detto:

      Senza quasi!!
      Non si è accorto non solo di questo ma di tantissime altre cose, basta scorrere questi ultimi cinque anni!!!

  9. Non è mai troppo tardi ha detto:

    Meglio tardi che mai

  10. Commenti ha detto:

    Caro scoppio ritardato, uno che parla in tempo di elezioni fra l’altro essendo in lista per le prossime elezioni, usando nome, cognome e fotografia non fa altro che cercare visibilità. Ci sono altri modi per fare campagna elettorale del tipo :lei che propone… e non cosa hanno fatto gli altri, giusto o sbagliato che sia. Gli altri hanno creato lavoro in tempo di pandemia. Lei caro dottore sicuramente li avrebbe mandato alla caritas…

    • Quale lavoro? ha detto:

      Gli altri cui ti riferisci non hanno creato un bel niente niente né in tempo di pandemia né prima né dopo. Hanno distribuito (e sarebbe bello sapere come) i fondi stanziati dallo stato e dall’Europa. O le strisce le chiami creare lavoro? Gli altri hanno fatto la dinsfezione del paese alle 10 del mattino sul furgone perché tutti li vedessero

    • Antonio ha detto:

      Questa idea di “creare” lavoro è purtroppo distorta, perché non crea lavoro duraturo, ma da una boccata di aria a chi di lavoro ha bisogno, sperando che poi lavori, visto le poco edificanti scene che sempre si vedono in tali cantieri (da cui la famosa barzelletta su 1 che lavora e 4 che guardano). Anche aver scucito mezzo paese sotto elezioni, confliggendo con il cantiere nella matrice nuova lascia da pensare, sotto elezioni.

  11. Antonio2 ha detto:

    Concordo con coloro che affermano, in sintesi: “Più utile e opportuno vigilare prima e in corso d’opera anzichè tirare fuori il ‘dossier’ a cose fatte”. Cmq, meglio tardi che mai.

  12. Albertino ha detto:

    Anche se si è candidato ha detto la pura e semplice verità….. Troppo sperpero di soldi pubblici…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.