Municipio di Castelbuono o “Consolato Algerino”?

5 Commenti

  1. Mario Cicero ha detto:

    Complimenti ad Antonio, questo Suo intervento da speranza a chi ancora crede nelle istituzioni, e nelle regole della democrazia.

  2. Antonio ha detto:

    In fondo all’articolo, “ha rispettare le regole” si scrive senza la “acca”, altrimenti non rispettiamo le regole grammaticali.
    Comunque concordo pienamente nel merito: onori alla bandiera!
    Ci lamentiamo dei politici ma noi per tanti anni cosa abbiamo chiesto ai politici? Posti alla regione, al comune, negli enti di formazione, pensioni di invalidità…

  3. Il Grillo Castelbuonese ha detto:

    Ogni popolo ha il governo che si merita e ogni governo ha il popolo che si merita!!!

  4. Sandro Morici ha detto:

    Antonio2 pone un problema molto serio: la (buona) gestione della cosa pubblica, da un canto affidata agli Amministratori, democraticamente eletti, ma d’altro canto sotto la vigilanza del “popolo”. I due soggetti (Amministratore pubblico e cittadino) hanno in comune una cosa scontata: la loro umanità, da singoli, con la propria dignità, con il proprio codice etico, con il proprio senso della responsabilità, con la propria presa di coscienza dei diritti e, soprattutto dei doveri. Sui doveri, di singoli e di gruppi politici, ha fatto richiamo recentemente il Presidente Napolitano. Certo,in primis, sulla correttezza dell’Amministratore pubblico si deve fare sempre riferimento.
    Per quanto riguarda la bandiera a brandelli, per favore, parliamone poco, altrimenti il Comune, che è “povero”, prende lo spunto per mettere una nuova tassa… “per ripristino bandiera”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.