“Non passi alla storia come il Presidente di un Consiglio Comunale che non si è mai riunito” il sindacoTumminello scrive al Presidente del Consiglio Annamaria Mazzola

24 Commenti

  1. Antonio23 ha detto:

    Tumminello passerà alla storia come il sindaco peggiore del dopo guerra. Ciao.

    • Giuseppe ha detto:

      Punti di vista. Pensi un po’, per me il peggiore è stato Mario Cicero 🙂

      • Green ha detto:

        Nel momento in cui scrivo Antonio23 e Giuseppe hanno un pari numero di “mi piace”.
        E’ chiaro che metà dei cittadini la pensano in un modo e l’altra metà in un altro modo. E’ giusto che sia così. E’ questa la Democrazia.
        Un sindaco eletto democraticamente, anche con un solo voto in più rispetto all’altro, deve essere accettato da tutti.
        Non può essere deligittimato dall’altra metà (meno uno) degli elettori, o peggio ancora dall’opposizione.
        Questa non è democrazia. Questa è dittatura. Questa è la sinistra di Castelbuono. Vergogna!

        • Robin Hood ha detto:

          Dici bene la ” sinistra di Castelbuono ” sinistra salottiera e ammantata di un perbenismo interessato. La sinistra vera è quella dei disoccupati, a loro i disoccupati servono solo come serbatoio di voti. Non è la sinistra di Berlinguer ma quella di Renzi, non è la sinistra di Pio La Torre ma quella di Faraone, è qua la differenza.

          • Giuseppe ha detto:

            … non è la sinistra di Gino Carollo, ma quella di Di Donato, non è quella di Nuccio Di Napoli, è quella di Mario Cicero

  2. Francesca ha detto:

    Il sindaco peggiore … Ma informatevi prima di scrivere . Tumminello in questo momento … Fa ciò che può ! Se prima di scrivere vi munite di bacchetta magica venite pure avanti . Parlate invece di chi pur di ottenere una poltrona gioca senza identità da un banco ad un altro .

  3. aldo1 ha detto:

    Così lei ,esimio Antonio 23, pensa che Tumminello sia il peggior sindaco dal dopoguerra, io penso invece che questo consiglio comunale nel complesso incarni la peggiore classe politica ( per non parlare del presidente del consiglio che si commenta da sè, e sul quale credo che sia doveroso, per lo meno su questo blog, stendere un velo pietoso) dal dopoguerra ad oggi. Vede io a dispetto di quanto si potrebbe pensare non sono ne pro ne contro Tumminello tuttavia non accetto che si passi questo messaggio nè tantomeno che qualcuno possa imporre alla Renzi la linea da seguire e quello che si deve dire, opinione la sua Antonio 23 che capisco ma non condivido, messaggio che lei farebbe bene a rivolgere ai suoi amici di merenda, ( anche se la merenda pare sia finita visto le dichiarazioni dei redditi di alcuni vostri esponenti di spicco), avete tentato di scalare la politica ( lacrime a parte si intende nel comizio per le europee quella era l’unica cosa che c’era di vero o forse no cmq altro che storie ) vi è andata male fino adesso ma non disperate la speranza si sa non è mai l’ultima a morire tenete duro finchè potete che prima o poi il colpo a vincere arriverà. PS: io però,purtroppo, a differenza vostra ho la “brutta” abitudine di ragionare un pò come fanno i bravi contadini ” Sì, loro pensano sempre all’inverno” e per voi di questo passo credo proprio che alla prossime elezioni farà molto freddo quindi copritevi perchè state sottovalutando un bel pò di cose. Credetemi ancora il “Gatto non è affatto nel sacco” e per quello che posso constatare voi siete lontanissimi anche solo dall’avvistamento della preda.

    • veritas ha detto:

      Lei “Aldo 1” ha pienamente ragione. Bramano e come lupi famelici pronti ad addentare la preda hanno perso il senso e la cognizione di ogni cosa. Personalmente non ho niente contro gli animali ma il lupo è un animale che mette paura, come un qualsiasi predatore e pronto a tutto pur di mangiare, pur di trovarsi il cibo, in questo scorgo una certa similitudine con certi avvenimenti nostrani.

  4. Elettore castelbuonese ha detto:

    Un titolare di azienda non pagherebbe mai un suo dipendente che non produce nulla.
    Ma nella politica succede, c’è chi guadagna senza produrre nulla.
    Alla faccia della decantata crisi economica.

  5. don Abbondio ha detto:

    che brutto tiro hanno fatto alla presidentessa…
    il presidente è una figura che deve avere una certa autorevolezza ricordo infatti il prof Giuseppe Mazzola ed Antonio Tumminello (il cugino dell’attuale sindaco); anche Gianclelia Cucco ha faticato molto ma è riuscita, malgrado tutto, a reggere il timone.
    Oggi invece ci ritroviamo una giovanissima presidentessa che ha accettato di buon grado l’incarico. Non ci è dato sapere se il primo commento è stato lo stesso di Papa Francesco (“Dio vi perdoni per quello che avete fatto”), ma di sicuro, i consiglieri elettori, dovrebbero imploralo veramente. Hanno mandato allo sbaraglio quella malcapitata ben sapendo ciò che avevano in animo. Che crudeltà.
    E’ una mortificazione non solo per la persona ma anche per tutte quelle che hanno lottato per le cosiddette “pari opportunità”, per la “preferenza di genere”. Insomma un mega spot per le donne in politica. Ed Invece?
    Signori consiglieri, permettetemi di esprimervi le mie congratulazioni, avete un motivo in più per essere fieri di voi.
    P.S. aspetto un’interrogazione sulle scie chimiche.

  6. Inesperto ha detto:

    Fare il presidente del consiglio non vuol dire indossare il vestito nuovo e mettersi in mostra nell’atrio del comune in cerca di pubblicità. Sarebbe auspicabile che la stessa si facesse da parte o che finalmente facesse ciò per cui è pagata.

  7. dimissioni ha detto:

    I consiglieri comunali ieri di minoranza ed oggi di maggioranza dovrebbero avere il coraggio delle proprie convinzioni e dimettersi.
    Troppo comodo fare i Ponzio Pilato sulla pelle dei cittadini.
    Presidenta compresa.

    • fresche frasche ha detto:

      Il guru ieri sera ha ribadito alla folla (che sarebbe stata straripante a stento in casa Speciale) che è la gente comune a invogliare il gruppo consiliare dell’ulivo con unione civica di centro senza radicchio e con parmigiano a fare questo tipo di opposizione. Mah! La cosa bizzarra è che i fedelissimi credono veramente a queste rivelazioni più fantasiose di quando si dice che u sceccu vola.

  8. Giuseppe ha detto:

    Mi piacerebbe leggere uno, dico un solo commento, in difesa del Presidente Mazzola. Altrimenti ci toccherà ammettere che il Sindaco ha perfettamente ragione!

    • bastiano ha detto:

      La sensazione per tantissimi lettori è che questo sito stia diventando esclusivo delle truppe cammellate Tumminelliane. Pertanto non ti aspettare commenti in difesa degli “avversari” indipendentemente se il sindaco ha ragione o meno. Certo parlare di inerzia del presidente del consiglio proprio lui è come il bue che da del cornuto all’asino.

      • veritas ha detto:

        Fesserie i commenti sono liberi e e non sono vietati ad una o altra parte. Noto personalmente che sono commenti di cittadini comuni, di gente che pur non seguendo con coinvolgimento la politica locale entra nel merito di ciò che legge e ne trae le proprie valutazioni. Da quello che invece lei dice da ragione ad un post apparso tempo fa nel quale qualcuno scriveva che era stato vietato alle truppe cammellate di sinistra di fare commenti su questo blog. Cosa vera e confermata dagli ultimi post apparsi di recente, vedi blog nemico,etc

        • bastiano ha detto:

          Chi ha parlato di commenti vietati ad una o altra parte? Ho solo constatato che i commenti ,da un po di tempo a questa parte, provengono quasi esclusivamente da una parte politica. Che ci sia sotto non sono in grado di sapere anche perchè non appartengo a nessuno schieramento politico. A leggere i commenti sembra che se il paese sta toccando il fondo è solo colpa della minoranza che diserta i consigli comunali e non anche di una amministrazione di un profilo così basso che non si era mai visto a Castelbuono. Facciamocene una ragione come dice il sindaco e andiamo avanti.

          • Giuseppe ha detto:

            Nessuno vieta agli appartenenti alla “sinistra castelbuonese” o a chi la pensa come loro, di scrivere su questo blog. E tantomeno penso che la redazione pubblichi solo i commenti positivi e censuri gli altri. In paese ci conosciamo tutti e sappiamo bene chi siano i gestori dei due blog e di quanto siano persone corrette. Anche perché sono dei giovani, con idee diverse, ma onesti. Ben lontani dai vecchi mestieranti della politica locale.
            Quindi perché non ci sono commenti a favore degli aventiniani? Perché sono indifendibili! Il loro comportamento non può trovare nessuna giustificazione. Tra due anni il loro comportamento verrà severamente punito dal risultato delle urne.

  9. 2017 ha detto:

    Le elezioni nel 2017 saranno come quelle del 1992.
    Diventerà sindaco chi mai prima era stato candidato manco al consiglio comunale.
    Per buona pace dell’uomo per tutte le stagioni politiche.

  10. Mizzica ha detto:

    E cu cci a porta ssa notizia a casa?

  11. Robin Hood ha detto:

    Il Presidente ha dichiarato al Caleidoscopio che convochera’ il consiglio quando gli uffici produrranno qualche atto. Sta a vedere che adesso la colpa e’ dei dipendenti comunali.

    • scripta manent ha detto:

      Noto che ha omesso di dar risposta e chiarimenti (scuse!!!!!!) sul punto delle convocazioni delle riunioni dei capi gruppo poi annullate all’ultimo minuto. Forse è il caso che dirami l’annunciato comunicato così si potranno valutare le motivazioni che addurrà sugli argomenti sollevati in merito allo svolgimento del suo mandato nel ruolo istituzionale che riveste.

  12. osservatore arguto ha detto:

    Consiglio a tutti di prendere il dizionario è riflettere sulla definizione di POLITICA. ( per chi non lo possiede aggiungo estratto del vocabolario italiano:
    1 Arte, scienza del governo e dell’amministrazione dello Stato; estens. modo in cui un governo affronta temi e problemi politici specifici: la p. balcanica della Russia
    2 Insieme di decisioni e provvedimenti con cui i governanti amministrano lo Stato nei vari settori e secondo diverse prospettive ideologiche: p. liberista, finanziaria, scolastica; estens. attività esercitata in qualunque campo pubblico in vista del raggiungimento di determinati fini: p. urbanistica, p. dei prezzi, fiscale || p. interna, attività del governo esercitata entro i confini dello stato | p. estera, governo delle relazioni di uno stato con gli altri soggetti del diritto internazionale | p. comunitarie, quelle relative alla Comunità Europea
    3 Attività di chi partecipa attivamente alla vita pubblica: darsi alla p.; ritirarsi dalla p. || p. militante, impegno attivo in partiti politici, organizzazioni sindacali ecc.
    4 fig. Accortezza, cautela, diplomazia nell’agire o nel parlare: usare un po’ di p.; tattica di comportamento: se vuoi raggiungere il tuo obiettivo devi cambiare p.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.