Parco delle Madonie: arriva un finanziamento per implementare i servizi digitali

Forse ti piacerebbe leggere...

5 Commenti

  1. Vincent.P ha detto:

    Per fare cosa ?. Il parco e’ poco fruibile per la carenza di servizi sul territorio: strade, trasporti, sentieri non segnati, cartellonistica, rifugi. Non sapendo come fare, ora si inventano i servizi digitalizzati. Per farci cosa ? Magari un tour virtuale via internet ? Così ciò che non è dato vedere in presenza, almeno lo rendono online.

  2. Scettico ha detto:

    Altro che risultato. L’hanno dato a tutti gli enti che ne hanno fatto richiesta. Intanto vediamo se riuscite a spenderli questi soldi, solo allora ve li daranno. Il solito squillo di trombe per il nulla cosmico

  3. Topogigio ha detto:

    La montagna ha partorito un topolino

  4. Giuseppe ha detto:

    Sono anni che vado a passeggiare nel Parco delle Madonie e sinceramente non ho mai visto miglioramenti, sempre lo stesso abbandono del territorio… Ma chi dirige il Pacco delle Madonie va in giro sul territorio? Vergognatevi

  5. Agrifoglio da 158cm ha detto:

    Incapaci di redigere, quantomeno su carta, progetti legati a modelli di sviluppo di cui tanto avremmo bisogno e pur di non perdere i soldi che strizzano l’occhio a qualche singolo, l’ente presenta la richiesta dello spid in un sito che tanto per cominciare da mobile risulta ad oggi complicato anche solo da consultare.
    Ma poi sul serio servono i soldi del pnrr per introdurre l’uso dello spid in un sito web? Nel 2022??
    Se è questo il risultato dei confronti, convegni e dibattiti cui partecipate durante l’anno vi faccio i complimenti per l’egregio lavoro svolto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.