PD: “Censura… a loro insaputa, mai a Castelbuono un’amministrazione si era macchiata di un fatto così grave”

9 Commenti

  1. CU FU' ha detto:

    Hanno spostato l’eternit vicino ad una scuola e non si sa chi ha dato l’ordine. Adesso hanno fatto togliere le locandine del veglionissimo e non si sa chi ha dato l’ordine. Dunque questo paese e in balia dell’ANARCHIA, ognuno fa quel che gli pare, tanto…..
    .

  2. Totò ha detto:

    Ma in questo paese si può andare sempre dietro alle fesserie del sindaco e di carnevale tutto l’anno , non avete argomenti seri.. Questo e solo retorica e perdita di tempo ed il paese va indietro e tutti scappano. Ma occupatevi dei problemi seri che affliggono il paese, ormai irrisolti da decenni e voi che fate…. Fate ancora carnevale,ma certo siete tutti una cosa e responsabili, inquanto avete amministrato e mangiato assieme nello stesso tavolo. Ora fate finta che la pulce cia la tosse. Veri Cannillivari!!

  3. Una acciughina marinata ha detto:

    Tranquilli raga’,
    Stanno per arrivare le sardine madonite e saranno così numerose che lo squalo non potrà mangiarle tutte…

  4. Satira ha detto:

    Il mondo ci guarda , come possibile che il LABORATORIO Politico nazionale , sia caduto cosi in basso ?

  5. Frankenstein ha detto:

    Carissimi amici del PD castelbuonese. Non potete meravigliarvi per ogni azione di questa amministrazione. È una vostra creatura, anche se fate finta di non saperlo.

  6. I sovversivi ha detto:

    Noi soliti sovversivi, artefici della locandina che a Carnevale ha scatenato l’ira del CAPO, esprimiamo gratitudine al PD, per la manifestazione di solidarietà espressa in questo comunicato davvero apprezzabile, e soddisfazione nel constatare che anche la politica di Castelbuono, limitatamente per ora al circolo PD, esprime sincero malessere e condanna per la censura di una libera e civile espressione. Un atto che solo qualche ignorante in materia può derubricare a “argomento non serio”, mentre invece costituisce un attacco violentissimo alla democrazia e alla libertà di espressione.

    A proposito del CAPO che la sua ira manifestò, leggiamo nel comunicato del PD che domenica scorsa avrebbe affermato di non sapere chi abbia ordinato la censura delle locandine. Se così fosse i conti non tornerebbero proprio. Sta forse il CAPO perdendo colpi, sicurezza e controllo delle cose? In altri tempi non avrebbe certo avuto bisogno di simili mezzucci per giustificare le sue temerarie azioni. Vediamo con piacere che si sta spegnendo la sua spavalderia, anzi si sta spegnendo la luce.

    Buonanotte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.