Problematica daini e suidi. Il 16 luglio incontro con i vertici regionali al chiostro di San Francesco di Castelbuono

6 Commenti

  1. Vincenzo ha detto:

    Sarà tutto un faremo, vedremo auspichiamo e bla bla bla.Arrivederci ,grazie alla prossima

  2. Vincenzo P. ha detto:

    Reintrodurre il lupo, predatore naturale di questi animali, storicamente presente nel territorio.

  3. Contadino ha detto:

    Fiumi di parole soltanto parole e passerelle , non è cambiato nulla e tantomeno ora non cambierà nulla .

  4. La presenza di questi animali ha stravolto la biodiversità ha detto:

    1) Il sindaco ecc. ecc. bla bla bla e poi alla fine: firmato il sindaco e il presidente del Consiglio, Certo, se lo deve tenere caro in vista delle elezioni dell’anno prossimo. Come? Facendolo apparire importante. E il presidente si n’acchiana come quando si mette la fascia giallo rossa.
    2) Ma cosa diavolo c’entra in questa faccenda il presidente della commissione antimafia regionale? E la signora Sandra? E il signor Musotto? Al solito, non tutto ma di tutto o c’entra o non c’entra. In linea col grande ordine mentale del soggetto.
    3) Ma i Pinguini, i delfini, come si chiamano? perché non sono stati invitati?

  5. L'uomo invisibile ha detto:

    La solita inutile passerella per cercare di dare visibilità a qualcuno che ogni giorno che passa diventa sempre meno visibile e che oltre sciumara non lo è mai stato

  6. Ugo ha detto:

    Sono stato all’incontro ed era paradossale assistere ed ascoltare le lamentele di tutti ( alcuni realmente danneggiati dal proliferare incontrollato di questi animali) come se il presidente del Parco e i Sindaci dei comuni non fossero i responsali di questo stato di cose in quanto siedono nel Cda del Parco.Chi se non loro devono prendere le misure che non prendono. Ma non fanno nulla.Anche io sono favorevole alla reintroduzione del lupo ma controllata da un progetto nauralistico e scientifico ma non faranno mai nulla lascando il parco solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.