Questa sera veglione al Cine-Teatro Le Fontanelle, ore 21.30

Forse ti piacerebbe leggere...

11 Commenti

  1. Opera buona e giusta ha detto:

    A scopo precauzionale il sindaco dovrebbe annullare tutti gli eventi della giornata (veglione e carri).

  2. Massimo Genchi ha detto:

    Siete tutti ingenerosi con il solerte sindaco. Perché a dire il vero una cosa l’ha fatta e anche con grande immediatezza, a proposito di ordinanza. Ha ordinato ai vigili urbani, dopo un’ora dall’affissione, di rimuovere non dagli spazi pubblici ma dalle vetrine dei negozi tutte le locandine (dai contenuti chiaramente SOVVERSIVI) come quella che vedete sopra. Perché non autorizzate. Autorizzate dal sindaco. Uno che in fatto di autorizzazioni può fare lezioni e bacchettare tutti. E’ chiaro che quando uno, uno della sua sicumera, arriva ad atti di nobiltà d’animo del genere, non si deve sentire tanto sicuro sulle gambe né tanto lucido nella testa, un po’ come il pugile alle corde che vede tutto il mondo girargli attorno (e pensa che lo stia guardando), ma questo è una constatazione politica e non morale.
    I vigili, oltre che imporsi anche su qualche esercente che non voleva togliere la locandina chiedendo spiegazioni di quella coercizione, hanno dovuto anche chiedere chi le avesse consegnate per l’affissione. Bene, alle 12 di ieri, in pieno giorno e con la piazza piena di gente, fra cui anche qualche fervente devoto del sindaco, le locandine, anche a padre Lorenzo Marzullo, sono state consegnate da me (qualcuna è stata poi affissa da un ragazzo). La domanda AI CITTADINI è se questo atto non sia da intendere come una sopraffazione e un attacco violento alla libertà individuale e alla libertà di espressione. La domanda AI CITTADINI è se, da ieri (ma avevamo avuto già diversi anni di preavvisi), come CITTADINI, non ci si debba sentire in uno stato di polizia. O la si debba invece ritenere una carnevalata, adotatta in una botta di panico susseguente alla notizia di quelle locandine affisse, che gli hanno fatto rimbombare dentro le famose parole di Bakunin: “una RISATA vi seppellirà”

  3. Paolo Cicero ha detto:

    Condivido parola per parola quanto detto dal mio amico Massimo (e u sapi Ddia quanti mi custa). Il solo motivo per cui non ho affisso anch’io i manifesti, considerati sovversivi, è dovuto solo al fatto che ieri ero a Palermo, rivendico però l’iniziativa che c’era alla base.
    In sintesi quindi: se verrà dimostrato che i manifesti affissi, strettamente legati ad una nobile tradizione e a un luogo di Castelbuono, sono sovversivi, ebbene: ANCHE IO SONO SOVVERSIVO

    P.s. Nel rispetto dei regolamenti avevamo chiesto al sindaco la sera del 24/02/2020, via mail, il permesso per “ittari u banni”, cosa che avrebbe potuto evitare i manifesti considerati sovversivi. Purtroppo immagino che chi ha assunto in sé anche il privilegio di approvare anche questi avvisi, fosse troppo impegnato per rispondere.

  4. Antonio ha detto:

    Dovevate specificare che il veglionissimo di carnevale veniva presentato “O Cammaruni Le Fontanelle” e non al Cine-teatro, perchè un teatro non ci sarà.

  5. Sceccu ha detto:

    E inutili friscari quannu u sceccu un vo viviri.
    Il teatro è volato insieme all’asino

  6. Siamo tutti sovversivi ha detto:

    Se è vero quanto scritto dal Prof, il fatto è di una gravità assoluta. Viene negato pure il diritto alla satira il giorno di Carnevale, adducendo pretestuosi argomenti come la mancanza di autorizzazione e proprio da parte di chi delle autorizzazioni se ne sbatte!
    Prof, attento. Rischi di essere trascinato in tribunale come il Direttore.

  7. Vincenzo Barreca ha detto:

    Ritengo incomprensibile la scelta di rimuovere i simpatici manifesti, non avevano uno scopo commerciale, non erano offensivi e non violavano il comune senso del pudore. Ricordare un periodo storico felice per il carnevale di Castelbuono e ribadire il desiderio di una parte della cittadinanza di riavere il teatro Le Fontanelle mi sembra lecito e non credo si volesse sovvertire nulla. La speranza è che, citando Massimo,  si sia effettivamente trattato di una carnevalata.

  8. Massimo Genchi ha detto:

    Invece, caro Vincenzo, ti posso assicurare che si è trattato di una sopraffazione. Quello che è successo ci dice che siamo alle porte di un regime.

  9. testa di turco ha detto:

    per lui – come è noto – le porte sono aperte

  10. Arrivammu ha detto:

    Anche io sono sovversivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.