Rete dei Castelli di Sicilia: da oggi presente sui social e online nuovo sito web

4 Commenti

  1. Lingua velenosa ha detto:

    Per carità, oscurate subito il sito. Chi lo guarda e non conosce la Sicilia penserà che in Sicilia esistano solo i 12 castelli presenti sul sito e preferirà andare in Valle d’Aosta o in Provenza. Il sito denigra gli oltre 200 castelli di Sicilia piuttosto che promuoverne 12. È tutto sbagliato. Il sig. Cicero non poteva partorire un’idea peggiore. Questa volta l’ha fatta proprio grossa.
    Oppure in prima pagina indicate subito, in grassetto ed in evidenza che la Sicilia conta oltre 200 castelli e di questi solo in 12 hanno ceduto alle lusinghe della sirena.

  2. Mastello ha detto:

    Al massimo questo é folklore, altro che cultura.
    Va bene non saper scrivere, ma sbagliare anche la prima frase è insopportabile.
    “Una delle grandi priorità dell’Amministrazione è stata nella Cultura.”
    I problemi sono nell’ordine l’uso della preposizione articolata, invece che l’articolo determinativo; 2) in assenza di un riferimento al passato che si estende anche all’oggi (es. sin dal 1900) l’uso dell’indicativo presente invece che del passato prossimo avrebbe avuto più senso; 3) la cultura è un settore, un ambito, mentre la priorità identifica un obiettivo: rafforzare la proposta delle iniziative culturali o ancora migliorare l’educazione alimentare degli adolescenti; potenziare le istituzioni culturali.

  3. Architetto ha detto:

    Così si giustifica la paghetta del
    ghostwriter

  4. Paghetta ha detto:

    Scandaloso , inopportuno ,e fuori tempo questo modo di promuovere la CULTURA . Cosi non abbiamo futuro .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.