Rifiuti: raccolta differenziata “porta a porta”. L’Amministrazione Comunale a fianco delle Cooperative sociali che da quattro mesi non percepiscono stipendio dall’Ato Rifiuti Palermo 5

Forse ti piacerebbe leggere...

20 Commenti

  1. Antonio ha detto:

    Date i soldi alla povera gente , di questi discorsi ne abbiamo abbastanza …. Senza di loro il paese sarebbe pieno di rifiuti ecc ecc…..

  2. Giuseppe ha detto:

    Il carrozzone targato ATO, tanto caro a passati politicanti (utile infatti come serbatoio di voti e di posti di lavoro per gli amici), sta finalmente mostrando il suo vero volto, alle spese delle categorie più deboli: i lavoratori e tutti gli inermi cittadini che hanno subìto l’esponenziale aumento delle tasse sui R.S.U.

  3. Antonio ha detto:

    Sono d’accordo con lei sig Giuseppe , ma la gente che tutti i giorni ripulisce il nostro paese dove passano x andare a scuola o per giocare o semplicemente passeggiare i nostri figli devono essere retribuiti !!!

    • Giuseppe ha detto:

      Certamente, è chiaro che debbano essere retribuiti e pure puntualmente.

    • Ultimo ha detto:

      Le tre cooperative sono il frutto di quella politica clientelare così come i forestali gli enti della formazione ecc… Che hanno creato solo debiti tasse e voti. Tutto ciò non c’entra con i lavoratori, con il ritardo degli stipendi, e con il disservizio. L’immondizia andrebbe raccolta e differenziate quando si vota. Anzi alle prossime elezioni i candidati che voterò prima devono avere un lavoro dignitoso proprio e poi fare i politici.

      • Giuseppe ha detto:

        A proposito di raccolta differenziata e di elezioni.
        Alle scorse elezioni comunali, il giorno precedente alle consultazioni, (sabato 5 maggio, a campagna elettorale chiusa n.d.r.) a ricordare a tutti come votare, sono stati eretti in tutti gli ingressi del paese e delle contrade i tabelloni con il calendario della raccolta differenziata, con tanto di foto degli asinelli, ancora in bella mostra. Una tempistica incredibile.
        🙂

        • Messo di l'ato ha detto:

          Signor Giuseppe, che fa ricordiamo anche le riunioni tenute uno o due giorni prima del 5 maggio con gli operatori che si trovavano come oggi a vantare e reclamare diversi mesi di arretrati?????

          • Giuseppe ha detto:

            Questa non la sapevo. Comunque è bene ricordare queste cose. L’elettorato ha memoria breve, meglio rinfrescarla di tanto in tanto.
            Grazie del contributo.

  4. Signor vi c e sindaco …..a proposito di rifiuti….. volevo ricordare che dietro il campo sportivo c’è un ambuLanza abbandonata e distrutta da ormai un anno………speriamo che presto la portino allo sfascio…… ci speriamo…..

  5. antonio ha detto:

    uno dei problemi della Sicilia è che vi è una spoporzione tra le risorse spese per la marginalità sociale e quelle spese per consentire lo sviluppo di eccellenze.
    La percezione della tutela quasi esclusiva per la marginalità è una delle ragioni della fuga di giovani capaci.

    condivido quanto detto da Giuseppe

  6. Antonio2 ha detto:

    Ma quando chiude finalmente i battenti il “carrozzone ATO” e ridà la gestione dei rifiuti ai comuni come accadeva abbastanza decentemente un tempo?

  7. cittadino a 4 stelle ha detto:

    Se c’è una cosa bella della raccolta dei rifiuti a castelbuono è che da sempre le notizie sono state suddivise da tutti e dovunque nel seguente modo.

    Se ci sono meriti del servizio tipo asini, risparmio ecologia, compostaggio, elettrolux allora è il comune di castelbuono è responsabile.
    Se ci sono demeriti tipo costi alti, stipendi non pagati, cause, furti, presunte insicurezze allora è colpa dell’ATO.
    Può darsi che chi eroga il servizio ha qualche forma di merito rispetto alle cose che solo il comune si intesta?
    Può darsi invece che il Comune, insieme a tutti gli altri, è parte dell’ATO e ne è responsabile insieme agli altri.

    In questi articoli e comunicati come in quelli che al contrario esaltano il bene del servizio vedo solo propaganda e strumentalizzazioni.

    • Ultimo ha detto:

      Ancora u risparmio gli asini l’isola che non c’è solo C…te ma che li levassero sti asini sporchi mal nutriti, senza una stalla, e ancora sento dire che servono.

  8. Hotel a quattro stelle ha detto:

    Quando ha un po’ di tempo ci faccia capire quali sono i meriti dell’ATO, a parte avere riempito di soldi le tasche di qualcuno.

  9. castelbuono ha detto:

    ancora… con sti asini e conducenti

  10. Antonio2 ha detto:

    L’unico “merito” dell’ATO è stato quello di far lievitare le bollette di: TARSU, TARES, TARI.

  11. Giuseppe ha detto:

    La colpa è dei politici che hanno messo dei dirigenti inetti, in qualsiasi campo, per ottenere solo voti e contributi alla campagna elettorale… Chi lavora e suda dalla mattina alla sera deve essere pagato…

  12. Giuseppe ha detto:

    Non credo assolutamente che il dirigente dell’ATO fosse un inetto. Era una persona capace e perbene. Il problema è stato solo che era succube di politici inetti, a causa del fatto che la sua, era stata una nomina politica. Se la politica non avesse interferito con l’ATO, sarebbe andato tutto per il verso giusto. Il problema è sempre e solo quello: la politica, o meglio, una certa politica, cioè quella fatta dai mestieranti della politica

  13. Pepe ha detto:

    Sarei però curioso di vedere pubblicato il contratto Ato con il comune di Castlbuono per vedere i servizi previsti e pagati quelli effettivamente scolti è pagati e quelli previsti mai svolti e pagati ugualmente. Tanto per vedere l’onesta delle parti io penso che 500 milaeuro ogni anno sono stati pagati per un servizio mai svolto e previsto per contratto e questi soldi a cosa sono stai destinati?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.